Google, per il pesce d'aprile Snake arriva su Maps

Tecnologia

Per celebrare il primo giorno di aprile Mountain View reintroduce il vecchio gioco su Google Maps: al posto del serpente si potrà guidare un treno in diverse città del mondo 

Come già dimostrato in passato, Google non può proprio rinunciare a iniziative originali e divertenti per celebrare il pesce d’aprile. Per il 2019, Mountain View ha deciso di rispolverare un grande classico dei giochi per cellulare: Snake. Il campo da gioco scelto per l’occasione è Google Maps, che come comunicato dal colosso californiano consentirà di guidare il famoso serpente “in diversi luoghi del mondo, tra cui Il Cairo, Londra, San Francisco, San Paolo, Sydney e Tokyo”. Snake su Google Maps sarà disponibile sull’app per iOS e Android per circa una settimana e su un sito apposito lanciato da Mountain View.

Snake arriva su Google Maps per il pesce d’aprile

Al contrario di Microsoft, che ha vietato il pesce d’aprile ai propri dipendenti, Google è sempre pronta a trovare nuove idee per festeggiare il classico appuntamento primaverile. Come nel 2014, quando l’azienda aveva voluto sfidare gli utenti in una caccia ai pokémon estesa a tutto il mondo, è ancora Google Maps la piattaforma scelta per offrire al pubblico un tuffo nel passato con un’inedita versione di Snake, il gioco per cellulare che ha spopolato negli anni 90. Aprendo l’app, da oggi gli utenti troveranno una nuova sezione che permetterà di scegliere una delle varie città a disposizione per iniziare a controllare il serpente, che per l’occasione avrà le sembianze di un treno.

Un treno al posto del serpente

Per ogni città Google Maps proporrà un treno diverso, che però avrà sempre lo stesso obiettivo: raccogliere i passeggeri lungo la strada con alcuni bonus rappresentati dai simboli più famosi dei relativi luoghi, “dal Big Ben alla Grande Sfinge di Giza fino alla Torre Eiffel”, come spiega Google nel comunicato. Per una settimana, gli utenti sia di Android che iOS potranno divertirsi giocando a Snake viaggiando in diversi paesi del mondo; per coloro che ripiomberanno in una dipendenza piuttosto comune negli anni 90, Google ha anche sviluppato un sito apposito dove “continuare a giocare anche dopo che il pesce d’aprile sarà finito”. 

Tecnologia: I più letti