Huawei, occhiali intelligenti in collaborazione con Gentle Monster

Tecnologia
I nuovi occhiali di Huawei e Gentle Monster (Twitter/Huawei)

Insieme a P30 e P30 Pro, il colosso cinese ha collaborato con un partner coreano per sviluppare degli occhiali da usare al posto delle cuffie: per rispondere basta toccare l’asta 

Huawei P30 e P30 Pro (LE FOTO) non sono gli unici device che l’azienda cinese ha scelto di svelare al pubblico durante l’attesissima conferenza tenuta a Parigi. Accanto agli indubbi protagonisti principali dell’evento, il colosso asiatico ha infatti presentato degli innovativi occhiali smart, frutto di una partnership con la compagnia coreana Gentle Monster. Il dispositivo unisce stile e tecnologia ed è pensato per abbinarsi agli smartphone Huawei (ma non solo) per sostituire le cuffie, essendo dotato di altoparlanti e comandi che permettono di gestire varie funzioni.



Huawei, la partnership con Gentle Monster

Gentle Monster è un’azienda coreana specializzata nella produzione di occhiali da sole e da vista, particolarmente nota in Asia come brand di lusso e per le scelte di design a volte azzardate. Huawei ha scelto proprio questa compagnia come partner per lanciare i primi occhiali intelligenti e continuare così a ‘riscrivere le regole’, come annunciava lo slogan della conferenza parigina fissata per il lancio dei nuovi smartphone P30 e P30 Pro. Il nuovo dispositivo sarà disponibile in più varianti, acquistabili con lenti scure o classiche, che comporranno una collezione per rispondere ai gusti di più persone.

Come funzionano gli occhiali intelligenti Huawei

Dal punto di vista tecnologico, i nuovi occhiali di Huawei e Gentle Monster sono sorprendentemente semplici, pronti da utilizzare in pochissime mosse. All’interno del device si trovano infatti bluetooth, microfono, batteria e altoparlanti posizionati per dirigere il suono direttamente verso le orecchie di chi indossa gli occhiali, senza disturbare chi è nelle vicinanze. La scelta di coniugare lo stile all’innovazione è mostrata anche dall’assenza di pulsanti: per rispondere a una chiamata basterà infatti un semplice tocco sull’asta del dispositivo. Pur ambendo a competere con Spectacles, gli occhiali di Snapchat, Huawei e Gentle Monster hanno deciso di rinunciare alla videocamera, probabilmente anche per mettersi al riparo da eventuali polemiche sul fronte privacy. Le due compagnie hanno voluto puntare su comodità e funzionalità, come provato anche dalla funzione di riduzione del rumore, per permettere comunicazioni chiare, e dalla possibilità di ricaricare gli occhiali senza fili, grazie all’apposita custodia che diventa caricatore wireless, oltre che attraverso una porta USB-C. 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24