LG, nel 2019 televisori con risoluzione 8k e Amazon Alexa

Tecnologia

LG annuncia i nuovi televisori che renderà disponibili nel 2019. Saranno i primi prodotti dall’azienda con risoluzione 8k e supporteranno sia Amazon Alexa che Google Assistant
 

LG ha annunciato la nuova linea di televisori che lancerà nel 2019, tra i quali ne figurano due di fascia alta con risoluzione 8k, la Z9, una Tv OLED da 88” con ingresso HDMI 2.1 disponibile probabilmente nella seconda metà dell’anno, e la SM9X LCD da 75 pollici. L’intera gamma supporterà inoltre anche Alexa, l’assistente vocale di Amazon, insieme a Google Assistant, già disponibile nei precedenti modelli.

Alexa integrata nel televisore

In totale, LG ha annunciato sei diverse linee di televisori. Quattro di queste, Z9, W9, E9 e C9, sono OLED, mentre SM9X e SM8X sono LCD. Tutti i modelli con risoluzione 8k moneteranno il processore LG Alpha 9 di seconda generazione, dotato di intelligenza artificiale che promette di regolare la luminosità e l'audio in base al programma e all'ambiente che circonda il televisore.
Un’altra grande innovazione riguarda l’integrazione di Alexa. I modelli immessi sul mercato nel 2018 potevano già essere controllati tramite l’assistente vocale di Amazon, ma l’utente doveva disporre di uno smart speaker esterno compatibile con essa. I nuovi televisori, invece, permetteranno di accedere ad Alexa attraverso il pulsante Amazon Prime Video direttamente dal telecomando. Allo stesso modo, i nuovi schermi LG continueranno a supportare anche Google Assistant e fungeranno da device per controllare tutti gli altri dispositivi smart home compatibili con i due assistenti vocali.

Samsung tv con Google Assistant

Sempre più aziende stanno integrando gli assistenti vocali nei loro televisori. Secondo le ultime indiscrezioni, anche Samsung nel 2019 lancerà nuovi modelli con Google Assistant. La multinazionale sudcoreana non ha voluto ancora rilasciare dichiarazioni in merito alla collaborazione con il motore di ricerca, ma l’annuncio ufficiale pare essere ormai solo questione di tempo. La scelta di Samsung di rivolgersi al colosso di Mountain View è molto significativa, in quanto la società asiatica dispone già di un proprio assistente vocale, Bixby, sviluppato proprio per competere con Google e Amazon Alexa, ma è in grave ritardo rispetto ai competitor e per questo motivo l’azienda avrebbe deciso di rivolgersi a Google per offrire un nuovo servizio integrato nei futuri televisori di fascia alta.

Tecnologia: I più letti