Elon Musk: “Entro il 2019 caricatori elettrici Tesla in tutta Europa”

Tecnologia

La promessa arriva tramite un tweet di risposta a un cliente che si lamentava della scarsa copertura del servizio e Dublino e dintorni. Le colonnine arriveranno anche in Africa nel 2020 

In perfetto stile natalizio, Elon Musk ha promesso ai proprietari di un veicolo Tesla che entro la fine del 2019 tutta l’Europa sarà servita dai super-caricatori compatibili con le vetture. L’annuncio del fondatore della casa automobilistica è arrivato tramite Twitter, in risposta a un futuro acquirente di un veicolo elettrico del marchio che si lamentava della scarsa copertura del servizio a Dublino e dintorni. “I super-caricatori saranno estesi sul 100% dell’Europa il prossimo anno, dall’Irlanda a Kiev, dalla Norvegia alla Turchia”, ha scritto il Ceo di Tesla.

Una promessa in linea con le precedenti

Come afferma lo stesso Musk, le colonnine sono in grado di ricaricare circa l’80% della batteria di un veicolo Tesla in soli 40 minuti, mentre il software installato sulle auto può calcolare in modo automatico le soste necessarie da compiere lungo un itinerario prestabilito. La promessa è in linea con le precedenti affermazioni del Ceo, tra le quali quella riportata in un altro suo tweet, con cui il mese scorso aveva riferito che entro il 2019 i super-caricatori sarebbero raddoppiati nel numero e che sarebbero stati messi a disposizione del 95-100% della popolazione di tutti i mercati attivi.
Infine, Musk ha risposto anche a un altro utente della piattaforma che richiedeva qualche informazione riguardante l’Africa, dichiarando che l’intero continente - attualmente sprovvisto di questa tecnologia - sarà servito dai caricatori entro il 2020.

Il primo tunnel per le auto a guida autonoma

L’eclettico fondatore di Tesla è da anni impegnato nella ricerca di soluzioni per rivoluzionare la viabilità, che prevedono, tra le altre cose, l’eliminazione del traffico. Su questo fronte, un grande traguardo è stato raggiunto qualche giorno fa a Hawthrone, una città in prossimità di Los Angeles, dove Elon Musk ha presentato il primo tunnel sotterraneo, lungo 1.8 chilometri, che permetterebbe alle auto a guida autonoma di sfrecciare a 241 chilometri orari. Si tratta di un progetto pilota a cui la Boring Company sta lavorando da oltre un anno. L’obiettivo finale è quello di creare una fitta rete di passaggi sotterranei che favoriscano la circolazione delle automobili.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.