Palm ritorna con un mini smartphone che ‘accompagna’ quello principale

Tecnologia
GettyImages-1048054144

L’azienda torna sul mercato con un nuovo dispositivo. Più piccolo e maneggevole, è pensato come uno strumento subordinato al telefono principale: si può usare mantenendo lo stesso numero 

Piccolo, basilare e pensato per essere uno smartphone secondario, un ‘accompagnamento’ al dispositivo principale. Sono le caratteristiche del nuovo telefono proposto dall’azienda statunitense Palm, storico marchio della telefonia pre smartphone famoso tra gli Anni '90 e i primi 2000. Il marchio Palm ritorna sul mercato grazie ad una startup di San Francisco che ha ottenuto i diritti da Tcl Communication, la quale a sua volta li aveva acquisiti da HP nel 2015.Il nuovo smartphone Android ultracompatto si chiamerà semplicemente ‘Palm’ e sarà disponibile a novembre per il mercato americano. Il prezzo di lancio sarà di 349 dollari.

Le specifiche del nuovo Palm

Palm è molto più piccolo e leggero degli altri smartphone. È dotato di un display da soli 3,3 pollici, inserito in un corpo che misura 50 x 97 x 7,4 mm, e pesa 62 grammi. Il sistema operativo supportato è Android 8.1 Oreo. All’interno il Palm propone un processore Qualcomm, lo Snapdragon 435, coadiuvato da 3 giga di Ram e da 32 giga non espandibili di memoria interna. Per quanto riguarda l’aspetto fotografico ci sarà una fotocamera posteriore da 12 megapixel con flash LED e una fotocamera anteriore da 8 megapixel. La connettività è garantita dai moduli WiFi 802.11b/g/n, Bluetooth 4.2, GPS e LTE. Non ci sono slot microSD, jack audio da 3,5 millimetri e lettore di impronte digitali, ma lo sblocco dello smartphone può avvenire con il riconoscimento facciale.

Le caratteristiche dello smartphone

La principale peculiarità di Palm è il suo utilizzo come telefono secondario grazie alla funzione 'NumberShare' dell’operatore telefonico Verizon che lo distribuisce negli Stati Uniti. Utilizzandola sarà possibile condividere il numero del telefono principale: l’idea è dare un’alternativa a chi, in determinate circostanze, non vuole portare con sé un dispositivo troppo ingombrante, ma preferisce un device più maneggevole. L’interfaccia è stata pensata per adattarsi al piccolo schermo. È presente una griglia esagonale di app con scrolling verticale. Tenendo premuto su un’icona viene mostrata la lista delle Quick Actions per l’applicazione, mentre scorrendo dal basso verso l’alto si può attivare il Gesture Pad su cui è possibile disegnare la lettera iniziale delle app preferite per aprirle velocemente.

Tecnologia: I più letti