Europei di atletica, medaglia di bronzo a Filippo Tortu nei 200 metri

Sport
©IPA/Fotogramma

L'azzurro è giunto terzo in 20"27 nella gara vinta dal britannico Zharnel Hughes. Un argento e un altro terzo posto all'Italia anche nei 3mila siepi con Ahmed Abdelwahed e Osama Zoghlami

ascolta articolo

Filippo Tortu è medaglia di bronzo nei 200 metri dei Campionati europei di atletica

leggera di Monaco di Baviera. L'azzurro è giunto terzo in 20"27 nella gara vinta dal britannico Zharnel Hughes in 20"07. L'atleta, ex primatista italiano dei 100 metri, in virtù degli eccellenti ultimi 50 metri di gara si è posizionato terzo andando a rovinare quella che sarebbe stata una tripletta targata Gran Bretagna (precedente Budapest 1998). Tortu, 24enne milanese membro delle Fiamme Gialle, è il quarto italiano di sempre a conquista una medaglia nella specialità. La prima nel 1962 il bronzo di Sergio Ottolina, quindi nel 1974 a Roma e nel 1978 a Praga gli ori firmati da Pietro Mennea.

Tortu: "Volevo l'oro"

vedi anche

Atletica leggera, Gianmarco Tamberi vince l'oro agli Europei

"Finita la gara sono un po' arrabbiato per il colore della medaglia, domani sarò più felice". Così Filippo Tortu ai microfoni di Rai Sport commenta il bronzo appena conquistato. "Ho fatto una buona gara e semplicemente gli altri sembravano averne di più. Speravo in qualcos'altro, volevo l'oro, in questo momento il bronzo mi va un po' stretto ma quando raggiungi il podio in queste manifestazioni importanti bisogna essere felici", ha aggiunto l'azzurro Che ha poi concluso: "Sono orgoglioso di tutto il lavoro fatto quest'anno. Il bronzo mi lascia felice ma mi fa già pensare agli europei di Roma dove vorrò vincere".

Argento e bronzo nei 3000 siepi

leggi anche

Jacobs, niente 4x100. Staffetta azzurra beffata: esclusa dalla finale

Italia d'argento e di bronzo anche nei 3000 siepi grazie ad Ahmed Abdelwahed ed Osama Zoghlami, autori di una spettacolare gara tra le barriere e gli ostacoli rispettivamente con il tempo di 8'22"35 e 8'23"44. All'Olympiastadion di Monaco di Baviera, oro al finlandese Topi Raitanen. Il Paese scandinavo è tornato a vincere il titolo europeo di specialità dopo 16 anni grazie alla prestazione del 26enne quasi sconosciuto, che vincendo in 8'21"80 ha colto il suo miglior risultato in carriera dopo l'ottavo posto alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Sport: I più letti