Roma-Feyenoord 1-0: i giallorossi vincono la prima edizione della Conference League. VIDEO

Sport
©Getty

La squadra di Mourinho batte gli olandesi a Tirana grazie alla rete di Zaniolo al 32'. I giallorossi soffrono nel secondo tempo (due pali per gli avversari) ma reggono e conquistano la coppa. Il tecnico portoghese riporta un trofeo europeo in Italia dopo 12 anni (l'ultima volta era stato proprio lui, nel 2010, con l'Inter in Champions League). Festa all'Arena Kombetare e all'Olimpico, caroselli per le vie della Capitale

ascolta articolo

La Roma vince la prima edizione della Conference League. Contro il Feyenoord finisce 1-0: decide la rete di Zaniolo al 32'. Nel secondo tempo la squadra di Mourinho soffre ma resiste, e riesce a riportare in Italia un trofeo europeo dopo 12 anni (l'ultimo era stato proprio il tecnico portoghese, con l'Inter in Champions League nel 2010). Oltre all'Arena Kombetare, i tifosi della Roma sono in festa all'Olimpico, dove hanno potuto vedere la partita attraverso i maxi-schermi. Ad alzare la coppa è il capitano Pellegrini (LE FOTO DELLA FESTA - LE PAROLE DI MOURINHO - LE PRECEDENTI FINALI EUROPEE DELLA ROMA).

La cronaca di Roma-Feyenoord

vedi anche

Da Liedholm a Mourinho: ecco tutte le finali europee della Roma. FOTO

Per la sfida di Tirana, Mourinho ha scelto in attacco Zaniolo e Abraham, con Pellegrini alle spalle. Slot si è affidato a Dessers come punta centrale. Passa un quarto d’ora dal fischio d'inizio e Mkhitaryan, partito titolare, deve lasciare il posto a Sergio Oliveira per una ricaduta al flessore della coscia destra. I giallorossi si portano in vantaggio al 32’: pallone in area per Zaniolo che stoppa di petto, recupera la posizione e calcia superando il portiere del Feyenoord. È 1-0 per la Roma. Il primo tempo si chiude così, con i giallorossi che si difendono con ordine e attenzione bloccando le iniziative olandesi. Nella ripresa, il Feyenoord parte subito forte e centra due pali in pochi minuti, impegnando Rui Patricio. La Roma ora soffre, ma al 73’ va vicina al raddoppio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Veretout calcia di prima e Bijlow riesce a respingere coi pugni. Gli olandesi continuano a fare la partita, il muro giallorosso tiene. Passano anche i 5 minuti di recupero e il risultato non cambia: l’arbitro fischia la fine e la Roma vince la prima edizione della Conference League.

Il tabellino di Roma-Feyenoord 1-0

vedi anche

Conference alla Roma, Mourinho in lacrime: "Abbiamo fatto la storia"

Gol: 32' pt Zaniolo

ROMA
(3-4-1-2):  Rui Patricio, Mancini, Smalling, Ibanez, Karsdorp (43' st Vina), Mkhitaryan (17' pt Sergio Oliveira) Cristante, Zalewski (21' st Spinazzola), Zaniolo (21' st Veretout), Pellegrini, Abraham (43' st Shomurodov). All. Mourinho

 

FEYENOORD (4-2-3-1): Bijlow, Geertruida, Trauner (29' st Pedersen), Senesi, Malacia (43' st Jahanbakhsh), Aursnes, Kucku (43' st Walemark), Nelson (29' st Linssen), Til (14' st Toornstra), Sinisterra, Dessers. All. Slot

Ammoniti: Trauner, Zalewski, Spinazzola per gioco scorretto, Pellegrini e Foti (viceallenatore Roma) per proteste, Rui Patricio per comportamento non regolamentare.

Roma vince la Conference League
La Roma alza la coppa - ©Getty

Il cammino di Roma e Feyenoord in Conference League

vedi anche

Conference League, Roma batte Leicester 1-0 e va in finale. HIGHLIGHTS

La Roma è arrivata alla finale di Tirana dopo aver superato in semifinale il Leicester City: 1-1 in trasferta, vittoria per 1-0 all’Olimpico. Ai quarti ha invece eliminato il Bodø/Glimt: sconfitta per 2-1 in Norvegia, poi vittoria per 4-0 in casa. Agli ottavi ha piegato il Vitesse: 1-0 in trasferta e 1-1 in casa. Nella fase a gironi la squadra di Mourinho era arrivata prima nel Gruppo C, nonostante un solo punto conquistato contro il Bodø/Glimt con la clamorosa sconfitta per 6-1 in trasferta e il pareggio per 2-2 in casa: ha segnato 18 gol, totale più alto in quella fase. Il Feyenoord, invece, nella fase a gironi ha vinto il Gruppo E da imbattuto e con 6 punti di vantaggio sul secondo posto dello Slavia Praga. Agli ottavi ha sconfitto il Partizan: 5-2 in trasferta e 3-1 in casa. Ai quarti ha affrontato di nuovo lo Slavia Praga: 3-3 in casa e vittoria per 3-1 in trasferta. In semifinale, gli olandesi hanno avuto la meglio sull'Olympique Marsiglia: vittoria per 3-2 in casa e pareggio 0-0 in trasferta. Fino però alla sconfitta in finale, con il gol decisivo di Zaniolo.

Sport: I più letti