Chelsea, raggiunto l'accordo per la cessione del club al gruppo Boehly: tutti i dettagli

Sport
©Ansa

Finisce l'era di Abramovich: il magnate russo vende il club londinese dopo le sanzioni a causa dell'invasione in Ucraina. L'accordo per il trasferimento della proprietà vale circa 5 miliardi di euro e dovrà essere approvato dalla Premier League e dal governo britannico

ascolta articolo

È giunta ormai al termine l'era di Abramovich al Chelsea. Un gruppo guidato da Todd Boehly, coproprietario della squadra di MLB dei Los Angeles Dodgers, sta per rilevare la proprietà del club londinese per 4,25 miliardi di sterline (che corrispondono a circa 5,2 miliardi di dollari e 4,9 miliardi di euro). A ufficializzare l'offerta è proprio la società inglese in una nota: "La cessione sarà finalizzata alla fine di maggio in attesa di tutte le autorizzazioni necessarie". L'accordo dovrà infatti essere approvato dalla Premier League e dal governo britannico.

Finisce l'era Abramovich

leggi anche

Guerra Russia-Ucraina, Jersey congela 7 mld dollari ad Abramovich

L'ex proprietario russo Roman Abramovich ha di fatto dovuto mettere il club sul mercato a causa delle sanzioni imposte dal governo britannico agli oligarchi ritenuti vicino al capo del Cremlino Vladimir Putin. La decisione è scaturita dopo l'invasione russa in Ucraina (GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE). Il gruppo di investitori di Boehly interessato al Chelsea comprende il coproprietario dei Dodgers Mark Walter, il miliardario svizzero Hansjoerg Wyss e il fondo di investimenti statunitense Clearlake Capital.

La nota del club

approfondimento

Scheherazade, congelato lo “yacht di Putin” fermo a Marina di Carrara

"Il Chelsea può confermare che sono stati concordati i termini per un nuovo gruppo di proprietà, guidato da Todd Boehly, Clearlake Capital, Mark Walter e Hansjoerg Wyss, per acquisire il club", si legge nel comunicato della società. "Dall'investimento totale effettuato, due miliardi e mezzo di sterline saranno utilizzati per acquistare le azioni del club", recita la nota. Questi proventi "saranno depositati su un conto bancario congelato nel Regno Unito con l'intenzione di donare il 100% a cause di beneficenza, come confermato da Abramovich". Sarà poi necessaria "l'approvazione del governo del Regno Unito per trasferire i proventi dal conto bancario congelato nello stesso Regno Unito", conclude la nota (FOTOSTORIA DI ROMAN ABRAMOVICH).

Sport: I più letti