Calcio, il piano di Gravina (Figc) per la Serie A

Sport

Ospite di Sky Sport 24, il presidente della Federazione ha parlato della ripartenza del campionato dal 20 giugno: “Siamo sempre attenti, siamo in una fase sempre meno complessa ma il momento è delicato”. E in caso di nuovo stop, ecco quali soluzioni

“Il calcio ha dimostrato grande coerenza e ne esce rafforzato. Portiamo a casa un grande risultato, siamo però nel momento delicato della programmazione: pronti a ripartire ma vigili, perché sappiamo che i rischi sono sempre molto alti". Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, è stato ospite di Sky Sport 24 e ha parlato della ripartenza del campionato (dal 20 giugno), ricordando che quelle passate "sono state settimane complicate”. E spiegando: “Siamo sempre attenti, siamo a una fase sempre meno complessa ma il momento è delicato: programmare per la ripartenza, con rischi sempre molto alti”. (qui il LIVEBLOG con gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus)

Cosa succede in caso di nuovo stop

approfondimento

Coronavirus, Serie A: come saranno le partite con il nuovo protocollo

“Abbiamo sempre voluto evitare un piano B, che è comunque strutturale e chiaro ed è inserito in una delibera del Consiglio Federale - ha spiegato Gravina a SS24 - In caso di momentanea sospensione della stagione regolare, ci saranno playoff e playout per far sì che ci sia un risultato nel merito sportivo. Se invece ci sarà una sospensione definitiva, si ricorrerà a un algoritmo, che verrà approvato dal prossimo 8 giugno, che terrà sempre conto dei meriti sportivi. Ci sarà la cristallizzazione della classifica, ma con questo algoritmo si proietterà la classifica alla fine del campionato”.

Sport: I più letti