Calcio, è ufficiale: Spadafora conferma la ripresa del campionato di serie A dal 20 giugno

Sport
©Ansa

C’è il via libera del governo per la ripartenza della Serie A e degli altri campionati professionistici, dopo l’incontro in videoconferenza tra i vertici del calcio e il ministro dello Sport. Come auspicato da Spadafora, prima si giocherà la Coppa Italia:  semifinali il 13 e 14 giugno, finale il 17

La serie A riparte e lo fa il 20 giugno. Lo ha annunciato il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, al termine dell'incontro con le componenti della Fededercalcio. Come auspicato dallo stesso ministro, prima si giocherà la Coppa Italia: semifinali il 13 e 14 giugno, mentre la finale il 17 (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DI SKY SPORT - VIDEOLE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN DIRETTA).

Spadafora: al momento Cts esclude di allentare la quarantena

approfondimento

Coronavirus, la situazione in Italia: grafici e mappe

Spadafora, dando l'annuncio sulla serie A, ha anche spiegato che "il Cts ha dato l'ok al protocollo, ma mantenendo la quarantena. La Figc mi ha assicurato il piano B (playoff e playout) e piano C (cristalizzazione della classifica), in caso di nuova sospensione". "Al momento il Cts esclude che si possa allentare la quarantena”, ha sottolineato. Quanto a eventuali positività, "il Cts ha confermato oggi la necessità imprescindibile della quarantena fiduciaria nel caso in cui un calciatore dovesse risultare positivo, cosa che chiaramente non ci auguriamo”. 

Gravina: "Messaggio di speranza per tutto il Paese"

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha commentato la notizia spiegando che "la ripartenza del calcio rappresenta un messaggio di speranza per tutto il Paese. Sono felice e soddisfatto, è un successo che condivido con il Ministro per lo Sport Spadafora e con tutte le componenti federali. Il nostro è un progetto di grande responsabilità perché investe tutto il mondo professionistico di Serie A, B, C e, auspicabilmente, anche la Serie A femminile".

Dal Pino: "Abbiamo lottato per difendere futuro del calcio"

Soddisfatto anche il presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino: "Abbiamo affrontato con coerenza, determinazione e spirito di servizio un periodo straordinario, complesso e pieno di ostacoli e pressioni, lavorando sempre con un solo pensiero: il bene del calcio e la difesa del suo futuro, che per la Serie A deve significare tornare a essere il campionato più bello del mondo". "Solo con questo spirito", ha aggiunto, "riusciremo a ripagare la passione e l'entusiasmo dei milioni di tifosi che seguono il nostro sport".

Sport: I più letti