Il Trono di Spade 8, Ser Brienne di Tarth… finalmente cavaliere!

In uno dei momenti più coinvolgenti del secondo episodio dell’ottava stagione de Il Trono di Spade , in onda su Sky Atlantic ogni lunedì alle 03.00 in versione originale sottotitolata e alle 21.15 in versione doppiata, Brienne riesce finalmente a coronare il suo sogno. Ecco da dove è partita e dove è arrivata la guerriera interpretata da Gwendoline Christie.

Il Trono di Spade 8, scopri tutto nello speciale sulla serie

Nel secondo episodio de Il Trono di Spade da un lato non sono successe molte cose, perché l’azione, in vista della battaglia, è stata ridotta al minimo. Ma dall’altro, nonostante la proverbiale quiete prima della tempesta, ovvero prima della battaglia contro gli Estranei, a Grande Inverno gli avvenimenti non sono mancati, durante le tante interazioni fra i vari personaggi della serie riuniti (quasi) tutti sotto uno stesso tetto.

Se è vero che a scioccare di più il pubblico è stata la scena “piccante” fra Arya e Gendry, che ha costretto molti spettatori a rendersi conto che la piccola di casa Stark ormai tanto piccola non lo è più, a conquistare il cuore dei fan di Game of Thrones è stato un altro momento: quello della nomina di Brienne di Tarth a cavaliere da parte di Jaime Lannister.

Ser: in pochi si sarebbero aspettati di sentire quel titolo prima del nome di Brienne, così come di una donna in generale. Eppure, è l’obiezioni di Jaime, non è che ci sia un divieto specifico nel nominare una donna cavaliere. Si tratta di semplice tradizione. Già, perché anche dalle parti di Westeros il patriarcato sembra aver avuto la meglio.

Ma in una mossa che manda all’aria secoli, se non forse millenni della suddetta tradizione, lo Sterminatore di Re fa prestare giuramento a Brienne davanti agli occhi dei loro compagni di gozzoviglie pre-battaglia, ovvero Tyrion Lannister, Ser Davos Seaworth, Podrick e Tormund, quest'ultimo sempre più speranzoso di quagliare con quella che chiama (affettuosamente, si intenda) la “donna gigante”.

E dire che tutto era partito con i due fratelli Lannister a bere vino davanti al fuoco per trascorrere in maniera decente quella che potrebbe essere la loro unica notte da vivi. Giunta sul posto, Brienne nemmeno voleva unirsi alla compagnia, né tantomeno mettersi a bere, preferendo piuttosto un po’ di sano riposo prima della pugna.

Per fortuna però che, complice forse anche la presenza del bel Jaime, alla fine Brienne ha accettato di fermarsi. E, così facendo, è riuscita a coronare il suo sogno di sempre: diventare cavaliere, opportunità che fino ad allora le era stata negata, nonostante in combattimenti fosse ben più forte di tantissimi suoi colleghi al maschile.

Un bel colpo per uno dei personaggi – pur essendo a suo modo un'outsider – de Il Trono di Spade a cui il pubblico si è più affezionato negli anni. Ma da dove comincia il cammino di Brienne per diventare cavaliere? Figlia maggiore di Lord Selwyn Tarth, nativa dell’isola di Tarth, dimostra da subito una spiccata vocazione per la spada, cosa piuttosto inconsueta (anche se il suo non sarà l’unico caso a Westeros, come dimostrerà una certa Arya Stark) per una donna.

Nella serie tv Brienne, interpretata dalla modella e attrice Gwendoline Christie, viene introdotta nel corso della seconda stagione, quando batte a duello il decisamente meno dotato (da un punto di vista bellico) Ser Loras Tyrell. Si guadagna così un posto nella guardia reale di Renly Baratheon, fratello del defunto Robert che nel frattempo ha avanzato le sue pretese sul Trono di Spade. Peccato che Renly ci lasci quasi subito le penne, ucciso da un’ombra con le sembianze di suo fratello Stannis, e che la stessa Brienne venga sospettata dell’omicidio.

La prende sotto la sua ala protettrice Catelyn Stark, che le chiede di riconsegnare Jaime Lannister ad Approdo del Re, facendogli promettere in cambio la libertà per le figlie Sansa e Arya. Ovviamente, per Brienne è subito un colpo di fulmine. Assieme i due se la vedono brutta più volte – dopotutto lo Sterminatore di Re ci lascia anche una mano! – ma alla fine arrivano alla capitale.

Dove, ovviamente, non tutto va per il verso giusto. E così, dopo l’assassinio di Joffrey, Jaime invia Brienne assieme a Podrick, scudiero di Tyrion, a recuperare le sorelle Stark. Dopo un combattimento in cui mette fuori gioco nientemeno che il Mastino Brienne è a un passo dall'arrivare ad Arya, che però preferisce darsi alla macchia. E anche prima di trovare Sansa ne dovrà passare di tempo, anche se alla fine Brienne riuscirà a mettersi al suo servizio, per onorare la promessa fatta alla madre Catelyn.

Prima donna di Westeros a diventare cavaliere, Brienne è quindi destinata a entrare nella storia del continente. Proprio come ormai è entrata a far parte della storia della tv, visto che si tratta di uno dei pochi fortunati che sono arrivati fino all’ottava e ultima stagione de Il Trono di Spade.

 

L'ottava e ultima stagione di Game of Thrones è in onda ogni lunedì alle 03.00 in versione originale sottotitolata (poi in replica la sera dopo gli episodi in italiano) e alle 21.15 in versione doppiata in italiano.

Inoltre ogni giovedì sera, alle 20.20, non perdere su sky Atlantic l'appuntamento con Thronecast, il talk show dedicato al commento degli episodi della serie, con tante interviste al cast e con gli interventi di numerosi ospiti.

 

SCOPRI DI PIU'

Tutte le recensioni dell'ottava stagione de Il Trono di Spade

Il Trono di Spade 8, Jon Snow è il vero erede al trono?

10 buoni motivi per vedere (e rivedere, e rivedere, e rivedere) il Trono di Spade

Il Trono di Spade 8: la trama delle stagioni precedenti

Tutte le infografiche sulle stagioni de Il Trono di Spade

Il Trono di Spade: la mappa dei Sette Regni

Il Trono di Spade: i motti e i simboli delle casate dei Sette Regni

"Gnocchi" di Spade: tutti i belli del Trono

Dove è stato girato Il Trono di Spade: tutte le location