Il Trono di Spade: una settimana da Lyanna Stark

Inserire immagine

In attesa dell’ottava e ultima stagione, in onda entro la prima metà del 2019 , dunque tra tanto, TROPPO tempo, continuano le repliche de Il Trono di Spade   ogni giovedì alle 21.15 su Sky Atlantic, e continuano gli appuntamenti con la rubrica “Una settimana da… ”. Dopo “Una settimana da Rhaegar Targaryen ”, il papà di Jon Snow, è ora il turno della mamma dell'ormai già ex Re del Nord, Lyanna Stark. Cosa fareste se vi risvegliaste improvvisamente nei panni della sorella di Ned, nonché ex promessa sposa di Robert Baratheon e, soprattutto, moglie del Principe Rhaegar (interpretata a inizio sesta stagione da Cordelia Hill e poi da Aisling Franciosi)? Continua a leggere e scopri di più

Mentre su Sky Atlantic ogni giovedì sera alle 21.15 sono in onda le repliche di tutte le stagioni de Il Trono di Spade  andate in onda finora, e mentre cresce l’attesa per l'ottava, in arrivo entro la prima metà del 2019 , ecco un nuovo appuntamento con la rubrica “Una settimana da…”. Dopo “Una settimana da Rhaegar Targaryen”, il papà di Jon Snow, è ora il turno della mamma dell'ormai già ex Re del Nord, Lyanna Stark. Cosa fareste se vi risvegliaste improvvisamente nei panni della sorella di Ned, nonché ex promessa sposa di Robert Baratheon e, soprattutto, moglie del Principe Rhaegar (interpretata a inizio sesta stagione da Cordelia Hill e poi da Aisling Franciosi)?

Inserire immagine

Lyanna Stark, la giovane e selvaggia rosa del Nord

Devi proteggerlo. Promettimelo Ned. Promettimelo.

Come successo per Rhaegar Targaryen, c'è un altro personaggio chiave nella storia recente di Westeros che è stato nominato svariate volte nel corso della serie ma che abbiamo visto solo nella sesta e nella settima stagione: stiamo ovviamente parlando di Lyanna Stark, sorella minore di Ned, promessa sposa di Robert Baratheon, moglie del Principe Rhaegar, e madre di Jon Snow, che in realtà si chiama Aegon Targaryen. Ma andiamo con ordine.

L'audace, testarda e bellissima Lyanna Stark è l'unica figlia femmina di Lord Rickard Stark. Ha tre fratelli: Brandon e Eddard, più grandi di lei, e Benjen, più giovane. Cresce a Grande Inverno, e fin da piccola impara a cavalcare e usare arco e frecce. Sappiamo cosa state pensando: Arya non l'ha mai conosciuta, eppure, senza saperlo, è tutta sua zia!

La giovane lupa di casa Stark diventa la promessa sposa di Robert Baratheon quando è solo una ragazzina. A fare da "mediatore" è Ned, che ha conosciuto Robert durante gli anni vissuti presso Nido dell'Aquila sotto la guida di Lord Jon Arryn, e che, una volta tornato a Grande Inverno in pianta stabile, fa appunto questo grosso favore al giovane Lord di Capo Tempesta. 

Non si sa cosa pensa Lyanna a riguardo: l'unica cosa certa sono i suoi dubbi sulla futura fedeltà di Robert, che fin da giovanissimo dimostra di apprezzare molto, anche troppo, il gentil sesso. In realtà un'altra cosa certa c'è: che mentre Robert è innamorato perso, lei, al contrario, prova sentimenti tiepidi nei suoi confronti. Il suo cuore non appartiene a lui, e mai gli apparterrà.

Lyanna fa il suo debutto ufficiale in società nel 281 AC, durante il torneo di Harrenhaal. Lì una sera, durante un banchetto, la giovane Stark sente cantare il Principe Rhaegar, musicista e cantante degno di nota. L'emozione è tanta, e Lyanna si lascia scappare qualche lacrima. Benjen la prende in giro, e lei, in tutta risposta, gli versa una caraffa di vino in testa. Che caratterino!

Rhaegar ovviamente non può fare a meno di notare questa combattiva e bellissima ragazza, e il giorno dopo, una volta vinto il torneo, dona proprio a lei la corona di rose dedicata alla "Regina dell'amore e della bellezza" e non a sua moglie Elia Martell. Il gesto non passa inosservato. Robert non sembra prenderlo come un affronto, ma in realtà non è per niente contento.

Conosciamo abbastanza bene il resto della storia. Un anno dopo avviene il famigerato rapimento di Lyanna da parte di Rhaegar Targaryen, rapimento che, sappiamo bene, è in realtà una fuga d'amore. Robert è però sicuro che la sua promessa sposa sia stata portata via contro il suo volere, e anche gli Stark la pensano così.

Brandon e il padre si recano alla Fortezza Rossa per chiedere che Lyanna venga restituita alla sua famiglia e che Rhaegar abbia la decenza di farsi quantomeno vedere, ma Re Aerys II, il Re Folle, in tutta risposta li fa torturare e uccidere. Non sanno gli Stark che Lyanna è in realtà fuggita insieme al nobile principe e che i due sono sinceramente innamorati l'una dell'altro, al punto che Rhaegar fa annullare il suo matrimonio con Elia per poter prendere in moglie il vero amore della sua vita. 

Re Aerys ordina a Lord Jon Arryn di consegnargli immediatamente Robert Baratheon e Eddard Stark (che nel frattempo è diventato il nuovo Lord di Grande Inverno), traditori della Corona, ma Jon Arryn si rifiuta di fare una cosa del genere, e va apertamente contro il suo sovrano. Robert Baratheon, che non è uno che va troppo per il sottile, decide di affrontare la questione con le armi, e la Ribellione di Robert Baratheon, conosciuta anche come la Guerra dell'Usurpatore, ha inizio: da una parte c'è l'esercito reale (formato da soldati della Corona e da soldati fedeli alla casata Martell, la casata di Elia), dall'altra i Baratheon, gli Stark e gli Arryn, più i loro alfieri.

I Lannister inizialmente temporeggiano, ma poi, quando è evidente che la casa Targaryen è agli sgoccioli, si fanno avanti e attaccano la Capitale. E' per l'appunto durante il Sacco di Approdo del Re, l'atto finale di una terribile guerra civile, che Ser Gregor Clegane violenta e uccide Elia e poi ammazza Rhaenys e Aegon, i figli di Rhaegar. Ma torniamo a Lyanna.

La giovane Stark e l'erede al trono dei Sette Regni sono ufficialmente marito e moglie, ma c'è una guerra da combattere, e Rhaegar a un certo punto è costretto a tornare nella Capitale, a indossare l'armatura e a guidare il suo esercito. 

Sappiamo che la guerra dura circa un anno, e sappiamo che Rhaegar, che per la maggior parte del tempo non si è fatto vivo, muore sotto i colpi di Robert durante la Battaglia del Tridente, battaglia che vede vincere definitivamente le forze dei Ribelli. Non sappiamo però molto sui movimenti di Lyanna durante quel periodo. Di sicuro, però, c'è che la giovane Stark si trova nella parte meridionale del continente, perché è lì che Eddard si reca dopo la sconfitta di Rhaegar.

Ned arriva dunque fino alla Torre della Gioia. A farle da guardia c'è nientemeno che Ser Arthur Dayne, il miglior spadaccino dei Sette Regni, fedelissimo della casa Targaryen e grande amico di Rhaegar. Il giovane Lord di Grande Inverno riesce a sconfiggerlo grazie all'aiuto del fidato Howland Reed (il padre di Jojen e Meera, suo amico fin dalla giovane età). Una volta entrato nella fortezza, trova finalmente la sorella. Solo che Lyanna sta morendo dissanguata sul letto in cui ha dato alla luce il figlio suo e di Rhaegar.

Prima di morire, Lyanna, appena sedicenne, affida il bimbo al fratello, e gli fa promettere di proteggerlo da tutto e da tutti (specialmente da Robert). Ned giura tra le lacrime, e torna a Grande Inverno con un neonato che, così racconta a tutti, anche a sua moglie Catelyn Tully, è un suo figlio bastardo avuto con una popolana. Quel neonato è ovviamente Jon Snow. Che in realtà non si chiama Jon, e, soprattutto, non fa Snow di cognome. Jon Snow si chiama infatti Aegon, ed è ufficialmente il figlio di Rhaegar Targaryen. Le ossa di Lyanna vengono riportate al Nord da Eddard, che le fa riporre nella cripta di famiglia, accanto al padre Rickard e al fratello Brandon.

Lyanna viene menzionata svariate volte nel corso de Il Trono di Spade: c'è chi, come Robert e Ned, è convinto che sia stata rapita con la forza e violentata, e c'è chi, come Ser Barristan Selmy e Viserys Targaryen, è sicuro invece che lei e Rhaegar fossero sinceramente innamorati l'una dell'altro. Quanto visto finora in Game of Thrones non lascia dubbi: Lyanna e Rhaegar si amavano, si sono ufficialmente uniti in matrimonio, e il frutto del loro amore è vivo e vegeto. Per ora, quantomeno!

 

Quali sarebbero dunque i pro e i contro di una settimana da Lyanna Stark?

Pro:

Ci sono svariati pro nell'essere Lyanna Stark, nonostante la giovane lupa si morta appena sedicenne. Lyanna, infatti, era sveglia, determinata, coraggiosa, intraprendente, intelligente e bellissima. Altro pro di una settimana da Lyanna: sareste, anche se per poco, la moglie di Rhaegar Targaryen, a quanto pare il bocconcino più gustoso di tutta Westeros a quell'epoca! In vostro onore, poi, ci sarà una bambina che sarà chiamata col vostro stesso nome: la tostissima Lyanna Mormont. Lei e Arya, la vostra nipotina mai conosciuta, vi faranno molto onore. Altro punto a favore: sareste una Stark, e si sa che la casata del lupo è una delle più gettonate. Ultima cosa: sareste la mamma di Jon "tunonsainiente" Snow! Che, a quanto pare, ha preso tutta la sua avvenenza da voi. Complimenti.

Contro:

Nonostante la vostra testardaggine e la vostra emancipazione, sareste comunque promessa in sposa a qualcuno per cui il vostro cuore non batterà mai. In realtà scamperete al matrimonio combinato, ma la vostra storia d'amore finirà comunque in tragedia. E vabbé, non si può avere tutto dalla vita! Altro contro: per causa vostra scoppierà una guerra civile che per un anno dilanierà i Sette Regni. Ops!

Fate attenzione a:

Ci sarebbe da dirvi di fare attenzione all'amore, ma sappiamo che sarebbe inutile...