Mercoledì, ecco perché Jenna Ortega nella serie non sbatte mai le palpebre

Serie TV

Camilla Sernagiotto

Credits: Netflix

Se vi state chiedendo come mai non sbatte le palpebre l'attrice che interpreta la protagonista della serie dei record su Netflix (visibile anche su Sky Q e tramite la app su Now Smart Stick), qui vi sveliamo l’arcano. Piccolo spoiler: la colpa è in parte del regista Tim Burton...

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo

Chiunque abbia già guardato Mercoledì, la serie televisiva di Netflix (visibile anche su Sky Q e tramite la app su Now Smart Stick) si sarà accorto che c'è qualcosa di particolarmente strano e inquietante nella messa in scena: la protagonista, la Wednesday che nella versione nostrana è Mercoledì (interpretata da un’eccezionale Jenna Ortega) non sbatte mai le palpebre. Mai.

Secondo l'account Twitter di Netflix, il fatto che la prima donna dello show non batta ciglio (stavolta un'espressione che usiamo letteralmente) non era previsto.
La “colpa” (anche se per gli spettatori è semmai il “merito”) è di Tim Burton, il regista che ha girato buona parte di questa serie che sta frantumato quasi ogni record (da battere gli manca soltanto Squid Game. Tutti gli altri li ha già sbaragliati, Stranger Things 4 compreso).  

Tutto sarebbe iniziato quando Ortega ha provato "una ripresa in cui non ha battuto ciglio". Lui, Burton, era "così innamorato del risultato" che ha ordinato all’attrice di non battere ciglio per il resto delle riprese. Il risultato di questa particolarità è così inquietante e bizzarro che lascia basiti, oltre che totalmente innamorati dell’interprete (la cui bravura nel calarsi in questo personaggio cult è davvero incredibile).

Questa scelta stilistica delle palpebre che non sbattono mai ha contribuito a rendere la Mercoledì di Jenna Ortega ancora più affascinante.
Dopo la messa in onda dello spettacolo, avvenuta pochi giorni fa, il pubblico si è dimostrato così entusiasta della performance di Ortega nei panni della figlia di Morticia e Gomez da consacrarla a unica vera Mercoledì Addams (nonostante ci siano chiaramente i soliti detrattori, gli hater a cui non va mai bene niente, in qualunque giorno della settimana, per citare sempre Mercoledì).

Ma un coro quasi unanime si sta levando in rete in queste ore, definendola Ortega "perfetta" per il ruolo, oltre che "sorprendente e indimenticabile". La parte che sembra essere stata cucita addosso all’attrice è quella della studentessa scontrosa, bizzarra, dark e inquietante. E non solo il pubblico ne va pazzo: anche la critica la osanna.  

In fondo a questo articolo trovate il tweet di Netflix in cui viene rivelata l’origine delle palpebre di Mercoledì che non sbattono mai.

La performance di Jenna Ortega apprezzata dai critici

approfondimento

Mercoledì, Jenna Ortega ha creato la coreografia della scena del ballo

Anche la maggior parte dei critici applaudono il lavoro di Jenna Ortega.
Megan Navarro di Bloody Disgusting scrive: "Wednesday può essere concreta e schietta nel comportamento, ma i suoi occhi trasmettono la sua verità emotiva".
Tuttavia c'è chi si lamenta del fatto che questa serie spin-off de La Famiglia Addams si allontani un po' troppo dal materiale originale, affermando che non riuscirebbe a catturare del tutto la "magia" dei film originali della famiglia Addams.

Non solo le palpebre: anche le ispirazioni per il ballo aumentano il fascino

approfondimento

Mercoledì 2, gli sceneggiatori della serie anticipano i loro piani

Il fatto di vedere la protagonista sempre con lo sguardo fisso, senza che le palpebre si chiudano mai, diventa una snervante mancanza di ammiccamento che fa tremare lo spettatore, lo mette a disagio, come se fosse fissato in maniera insistente e perforante insomma. Senza nulla togliere al talento (e alle intuizioni) di Jenna Ortega, ricordiamo che anche la Mercoledì interpretata da Christina Ricci spesso non sbatteva le palpebre. Tuttavia quella non era la regola assoluta, invece stavolta parliamo di un’interprete che a ogni ciak avrà dovuto affrontare una secchezza oculare davvero fastidiosa…
Però anche quel fastidio probabilmente ha giovato, per ciò che concerne il risultato finale. Da chapeau!
Ma quella particolarità non è l'unico fatto intrigante che abbiamo scoperto dando una sbirciata al dietro le quinte dello show. Anche le ispirazioni per il già iconico ballo scolastico di Mercoledì hanno contribuito a caratterizzare il personaggio in maniera mirabile.
Jenna Ortega ha rivelato che, per prepararsi a quella scena, si è ispirata a una serie di artisti musicali, tra cui "Siouxsie Sioux, Rich Man's Frug di Bob Fosse, Lisa Loring, Lene Lovich e Denis Lavant”, come ha scritto lei stessa su Twitter.
Tra le sue fonti ci sono anche “filmati d'archivio di goth che ballano nei club negli anni '80”, ha aggiunto sul social network di Elon Musk.

È assai probabile che vedremo una seconda stagione

approfondimento

Mercoledì, le prime clip ufficiali dalla serie sequel de Gli Addams

Mercoledì (!) 30 novembre il co-showrunner di Mercoledì, Alfred Gough, ha acceso non poche speranze nei fan, accennando a idee per una potenziale seconda stagione. Gough ha rivelato che spera di continuare ad arricchire la relazione di Mercoledì con la sua compagna di stanza, il licantropo Enid Sinclair (Emma Myers), spiegando: "Penso che come qualsiasi relazione o amicizia, possa essere complicata da altri fattori. Non sarà mai una navigazione tranquilla". Il desiderio di Alfred Gough sarebbe quello di esplorare Mercoledì "imparando a navigare negli alti e bassi dell'amicizia".

Anche l’atro co-showrunner, Miles Millar, ha rivelato i suoi piani, spiegando che vorrebbe esaminare la relazione tra Wednesday e sua madre, Morticia (interpretata da Catherine Zeta-Jones), che crede sia "essenziale per lo show”. Spera anche di indagare sui modi in cui "Wednesday sta cercando di forgiare il proprio percorso al di fuori della famiglia".

La serie dei record

approfondimento

Com'è cambiata la Famiglia Addams dagli anni 60 a oggi

Benché non ci sia nulla di ufficiale, le probabilità di un secondo capitolo della serie sono altissime, alte tanto quanto il numero di visualizzazioni messe a segno dallo show diretto da Tim Burton (che si è occupato della regia di buona parte degli episodi).
Il suo spin-off dedicato alla primogenita di casa Addams ha battuto ogni record (ogni record per quanto riguarda una serie in lingua inglese, dato che il record assoluto per ora lo detiene ancora Squid Game).

La piattaforma streaming ha annunciato che la serie di Miles Millar e Alfred Gough ha battuto ogni record in english, oltrepassando le visualizzazioni messe a segno qualche mese fa dalla quarta stagione di Stranger Things.
Con 341.23 milioni di ore visualizzate durante la sua prima settimana, questa nuova serie in otto episodi ha battuto Stranger Things 4, i cui sette episodi avevano totalizzato 335 milioni di ore in play nella prima settimana completa in cui era disponibile sulla piattaforma.
Si tratta di un record storico per una serie in lingua inglese (il record assoluto - lo ripetiamo - è detenuto da Squid Game, con 571.8 milioni di ore visualizzate nella settimana in cui ha ottenuto gli ascolti maggiori).
Secondo quanto afferma Netflix, Mercoledì ha debuttato in Top 10 in tutti e 93 i Paesi in cui è disponibile il servizio, piazzandosi al primo posto in 83 territori, proprio come Stranger Things 4. La piattaforma di streaming ha aggiunto che la serie teen horror è stata vista da più di 50 milioni di “utenze domestiche”.
Questi sono numeri che solitamente rendono sicura al 100% una seconda stagione… Cosa che molti si augurano, totalmente innamorati dell’interpretazione di Mercoledì Addams da parte di Jenna Ortega. 


 

Di seguito trovate il tweet di Netflix in cui viene rivelata l’origine delle palpebre di mercoledì che non sbattono mai.

Spettacolo: Per te