Servitore del popolo, la serie TV con il presidente dell’Ucraina Zelensky arriva in Italia

Serie TV

Camilla Sernagiotto

Dopo essere arrivata nel Regno Unito, arriva anche in Italia la serie televisiva che ha reso popolare il nuovo presidente del Paese che in queste ore è invaso dalla Russia. Uno show che ha dell’assurdo: uscito nel 2015, vede l’allora attore Volodymyr Zelensky interpretare il presidente ucraino. Quattro anni dopo, l’attore lascerà la carriera artistica e diventerà davvero il presidente dell'Ucraina. La fiction andrà in onda  su La7

Arriva anche in Italia la serie televisiva Servitore del popolo, in inglese Servant of the People: La fiction che andrà in onda su La7 che ne ha acquisito i diritti in esclusiva per il nostro Paese. è uno show che definire sui generis sarebbe riduttivo: non si è mai vista una cosa del genere, ossia un programma TV uscito nel 2015 in cui l'allora attore Volodymyr Zelensky interpreta il presidente ucraino, ruolo che poi interpreterà davvero, nella realtà, quattro anni più tardi, quando lascerà la carriera artistica per abbracciare quella politica.

Il titolo originale è Sluha Narodu, che in italiano può essere tradotto come Servitore del popolo oppure Il servo del popolo: Lo Zelensky della "vecchia vita", quella in cui lavorava come attore, interpreta nella serie un insegnante di Kiev che si rende protagonista di una scalata al potere incredibile, diventando il presidente dell'Ucraina.

La prima serie televisiva che diventa veicolo politico  

approfondimento

Guerra Russia-Ucraina, le reazioni del mondo dello spettacolo

Questa è la prima volta nella storia che una serie televisiva diventa un veicolo politico. Zelensky impersonava un uomo diventato presidente per caso e, dopo cinque anni, lui stesso è diventato presidente, non per caso ma sfruttando quella stessa popolarità che ha ottenuto con la serie televisiva.

La serie TV in cui l'attore interpreta il presidente ucraino e poi lo diventa davvero, diventando il massimo protagonista della guerra attualmente in corso è qualcosa che nemmeno Matt Groening è riuscito a prevedere: nemmeno tra tutte le pazzesche profezie de I Simpson, dal miliardario Donald Trump che diventa presidente degli Stati Uniti d'America alla nascita di uno strano aggeggio musicale che decenni dopo chiameremo iPod,c'è nulla di simile.  Della serie: quando la realtà supera l'immaginazione...

C'è da dire, però, che I Simpson nel 1998 hanno comunque previsto qualcosa, tratteggiando nell'episodio Simpson Tide (numero diciannove della nona stagione) uno scenario catastrofico del tutto simile a ciò che sta accadendo ora in cui si vedeva l'ambasciatore russo alle Nazioni Unite che improvvisamente modificava il nome del Paese in quello di Unione Sovietica. Nel frattempo a Mosca si vedevano comparire carri armati nelle strade, a Berlino rispuntava il muro divisorio e nella Piazza Rossa di Mosca ritornava in vita la salma mummificata di Lenin.

Ma gli sceneggiatori de I Simpson non si sono mai spinti a tanto, ossia a immaginare che l'attore della più popolare fiction ucraina che interpreta un uomo che diventa per caso il presidente dell'Ucraina sarà eletto, proprio grazie alla fama ottenuta in quello show.

La serie

approfondimento

Sean Penn è in Ucraina per un documentario sulla guerra

Sluha Narodu (in ucraino: Слуга народу traslitterato: Sluha Narodu, in russo: Слуга народа, traslitterato: Sluga Naroda, letteralmente Servitore del popolo) è una serie televisiva di satira politica ucraina, per adesso inedita in Italia, che ha debuttato il 16 ottobre 2015, concludendosi dopo tre stagioni nel marzo 2019.

Volodymyr Zelens'kyj recita nella parte di un docente di liceo che verrà inaspettatamente eletto presidente dell'Ucraina.
Zelens'kyj è stato successivamente realmente eletto presidente dell'Ucraina, il 21 aprile 2019.

La serie è di genere comedy, intrisa di satira politica e considerata una delle fiction più famose dell'Ucraina. Da adesso in poi, è probabile che diventi pure una delle fiction più famose del mondo...

Le tre stagioni di cui si compone Servitore del popolo sono andate in onda dal 16 novembre 2015 al 28 marzo 2019. Lo show è stato realizzato con un budget irrisorio dai comici di Kvartal 95, personaggi dello spettacolo che al tempo lavoravano per la televisione dell'oligarca Igor Kolomoysky (1+1 era il nome della TV). Tra quei comici, c'era appunto lo stesso Volodymyr Zelensky.

L'oligarca Igor Kolomoysky era all'epoca in rotta con il presidente ucraino di allora: Petro Poroshenko, il magnate del cioccolato.

A produrre la serie è stato lo stesso attuale presidente ucraino, Zelensky, un quinquennio prima di diventare tale.
Sluha Narodu ha avuto un successo senza precedenti in Ucraina: è in assoluto la serie più vista della storia del Paese, questo anche perché veniva trasmessa pure su YouTube con i sottotitoli in inglese.

La prima puntata vanta la bellezza di oltre 9 milioni di visualizzazioni, un numero destinato ad aumentare esponenzialmente in queste ore in cui il nome di Volodymyr Zelensky è sulla bocca di tutti.
Della serie televisiva di cui è protagonista è stato acquistato il format dalla Fox e i diritti sono stati venduti a Netflix.

“La serie è una commedia, ma è anche un importante documento su Zelensky riguardante la sua provenienza”, ha dichiarato Nicola Söderlund, del distributore Ecco Rights.

La trama

approfondimento

Sean Penn lascia l'Ucraina e cammina a piedi fino in Polonia

Zelens'kyj si cala nel ruolo di Vasily Petrovyč Goloboroďko, un docente del liceo che insegna storia. Appena trentenne, semplice e buono, ingenuo e moralmente irreprensibile, vincerà in maniera totalmente inaspettata le elezioni alla presidenza dell'Ucraina.

Tutto merito di un video virale, che viene girato da uno dei suoi alunni. Si tratta di una clip che mostra l'insegnante, ignaro della presenza di uno smartphone che lo sta filmando, mentre si scontra con parole assai colorite contro la corruzione e l'oligarchia del governo ucraino. Dopo la sua elezione, diventerà un capo di Stato onesto, dedito anima e corpo alla lotta contro il sistema corrotto.

Le controversie

approfondimento

Guerra in Ucraina, stop di Netflix a distribuzione titoli russi

La serie televisiva in passato era stata definita tuttavia "discussa", come riporta l’AGI.
“Prima di scendere in politica e sconfiggere proprio Poroshenko nella corsa alla presidenza, Volodymyr Zelensky aveva detto che lui e il suo gruppo erano indipendenti dalla politica e i vari deputati e uomini della nomenklatura, oltre agli oligarchi, venivano tutti derisi senza risparmiarne alcuno”, scriveva il 23 aprile 2019 il giornalista Andrea Cauti sul sito dell’AGI.

Il servo del popolo è una serie girata in russo e anche per questo è stata oggetto di attacco da parte dei nazionalisti che hanno accusato in campagna elettorale Zelensky di essere legato a Putin”, ha aggiunto Cauti nel suo articolo di tre anni or sono.

Diciamo che oggi non ci sono dubbi: Zelensky ha ampiamente dimostrato di non essere legato a Vladimir Putin.

Il personaggio interpretato da Zelensky nella serie

approfondimento

Ucraina: Volodymyr Zelensky, l'ex comico diventato presidente

Il servo del popolo narra la storia di Vassily Petrovich Goloborodko, docente di storia, trentunenne e reduce da un divorzio.

Lo anima un livore contro il governo e le istituzioni ucraine, una rabbia tale che lo farà esplodere in un monologo feroce, mentre è in classe a fare lezione di storia.

Il discorso molto coinvolgente, appassionato, violento, non certo scevro di volgarità e parolacce varie diventa virale, messo in rete da uno dei suoi studenti.
Il video finisce su YouTube e diventa la migliore campagna presidenziale della storia del Paese: la mattina seguente l'ignaro insegnante viene svegliato dal campanello che suona. Apre la porta e si trova davanti il Primo Ministro, che lo saluta dicendogli "Buongiorno signor Presidente!".

La serie incomincia quindi a raccontare di un uomo onesto, normale, non animato dalla solita bulimia di potere e di denaro (tipica dei politici) ma, al contrario, da ferrei valori morali. Quest'uomo normale, membro del popolo che adesso governa, si ritrova a essere l'inquilino della cosiddetta stanza dei bottoni.
Il professor Vassily, abituato a girare in bicicletta per Kiev con quella semplicità che lo rende genuino, verrà proiettato in un mondo totalmente diverso dal suo.

La metamorfosi esistenziale del protagonista della serie

approfondimento

Ucraina e Russia in guerra, le ultime news del 3 marzo: i negoziati

Da semplice professore di storia a presidente dell'Ucraina: questa sì che è una metamorfosi esistenziale.

Questa metamorfosi è quella che Zelensky ha vissuto sullo schermo, nei panni del suo personaggio, e che poi ha rivissuto in prima persona al di fuori del set, quando da normale attore è diventato Presidente della sua nazione.

Il protagonista della serie si trasferisce nella nuova residenza presidenziale, scambiandola inizialmente per un museo da quanto sfarzosa e pomposa gli pare.
Incomincia a essere attorniato da consiglieri corrotti, tutti interessati soltanto alla vile legge del denaro. Arriveranno addirittura a esortarlo a fare un annuncio televisivo in cui avverte che sta per cadere un meteorite, questo soltanto per dissuadere il popolo, che è sceso in piazza a protestare contro le nuove tasse sulla vendita degli alcolici.

Ma lui non ci sta: uomo della strada qual è, persona onesta e semplice nel midollo come è sempre stata, sceglierà di percorrere la via dell'onestà.

Dunque gestirà la crisi rimboccandosi le maniche e lavorando alacremente, senza inganni e trucchi vari, quelli tipici dei governatori che lo hanno preceduto.
Incomincia a epurare il marcio che si annida da troppo tempo al governo: licenzia governatori, segretari e consiglieri corrotti, fa addirittura arrestare in diretta televisiva il premier, costringe i politici al rispetto delle leggi.

Per lui l’unica esigenza è quella legata allo stato in cui vessa il suo popolo, che "non ha da mangiare, e ha paura di girare per strada".

Le coincidenze tra fiction e realtà

approfondimento

L’appello dei registi ucraini: “Aiutateci, non è un film ma tragedia vera"

Ma non è tutto: non appena i parlamentari bocciano le riforme promosse dal neoeletto presidente dell'Ucraina, cassandole all’unanimità, lui, il presidente, imbraccia due mitragliatrici e incomincia a mitragliare i banchi del parlamento.

All'epoca dell'uscita dell'episodio in cui il presidente dell'Ucraina apre il fuoco contro i banchi parlamentari, tutti i commenti erano concordi sul fatto che quello era "il sogno di milioni di spettatori".

“Non è dato sapere se dietro questa serie ci sia mai stato un effettivo calcolo politico - il partito 'Servo del Popolo' (proprio come il titolo della fiction) con cui si è candidato alla presidenza Zelensky è stato fondato il 31 marzo 2018, dopo la fine della seconda stagione - anche se Viktor Saryakin, che interpreta il padre di Goloborodko, ha dichiarato: «Sarebbe molto bello se il 90% degli spettatori dicesse: anch'io voglio cambiare le cose». Quasi una profezia, visto che Zelensky (alter ego di Vassily) è stato eletto da oltre il 70% dei votanti”, scriveva nell’aprile 2019 Andrea Cauti sul sito dell’AGI.

Di seguito vi mostriamo un video della BBC che riassume la serie Sluha Narodu, Servant of the People. Aspettando in trepidante attesa di vedere la fiction anche qui da noi, in Italia, con il probabile titolo di Servitore del popolo o Il servo del popolo.

Spettacolo: Per te