Afterhours, pubblicati sei video del concerto di Milano del 2018

Musica

Sul canale Youtube della band alcuni estratti dal docufilm girato per i 30 anni della band

Sei video, sei momenti tratti dal concerto-evento col quale gli Afterhours avevano festeggiato i loro 30 anni di carriera ormai due anni fa, il 10 aprile 2018. La band di Manuel Agnelli li ha resi disponibili sul proprio canale YouTube come piccolo regalo ai fan per allietarne un minimo la quarantena forzata da coronavirus (AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - LA MAPPA). I brani pubblicati in versione live sono tutti grandi classici del repertorio del gruppo: si tratta di “Dentro Marilyn” (dall’album “Germi” del 1995), “Padania” (dal disco omonimo del 2012), “Grande” (da “Folfiri o Folfox”, 2016), “Non voglio ritrovare il tuo nome” (anche questa da “Folfiri o Folfox”), “Bye Bye Bombay” (da “Quello che non c’è” del 2002) e “Ci sono molti modi” (da “Ballate per piccole iene” del 2005). Fanno tutti parte di “Noi siamo Afterhours”, il docufilm che era uscito a gennaio 2019 sia in versione cd che dvd contenente le immagini del concerto alternate ad alcuni filmati d'archivio che ripercorrono la storia della band, narrate in prima persona da Manuel Agnelli. Il video era curato dal regista Giorgio Testi e a pubblicarlo è stato la Island Records.

Un’attività col contagocce

Non era stato l’ultimo live della loro carriera, ma di certo gli Afterhours negli ultimi anni hanno diradato di molto le loro apparizioni live. Dopo i soli due concerti della scorsa estate, uno a Bologna e uno a Grottaglie (TA), la band era tornata ad esibirsi lo scorso 19 gennaio, di nuovo a Bologna, insieme, tra gli altri, a Subsonica e Vasco Brondi. Ma anche per quanto riguarda l’attività discografica non è che ci sia grande fermento. L’ultimo album in studio è “Folfiri o Folfox” del 2016. Da allora la band ha celebrato il trentennale della formazione (avvenuta nel 1987) con il disco raccolta “Foto di pura gioia” (2017), contenente anche una nuova versione del brano “Bianca” in featuring con Carmen Consoli e poi, per l’appunto, con il concerto evento al Mediolanum Forum di Assago (Milano) del 10 aprile 2018. Si è trattato dell’unica data live in programma in quell’anno, live durante il quale gli Afterhours avevano alternato sul palco tre differenti formazioni: quella attuale, quella dei tempi di “Hai paura del buio?” e una formazione degli anni ’80 e ’90, ospitando ex membri storici della band. 

Manuel Agnelli oltre gli Afterhours

Nel frattempo Manuel Agnelli ha continuato a ricoprire il ruolo di giudice a X-Factor Italia fino all’edizione 2018 del talent e ha dato vita a vari progetti, tra cui l’apertura di “Germi” (nuovo spazio milanese, luogo d’incontro, aggregazione e contaminazione culturale inaugurato a marzo 2019). Il frontman degli Afterhours ha poi impegnato il suo 2019 con tour nei teatri insieme a Rodrigo D’Erasmo per lo spettacolo “An evening with Manuel Agnelli”, tra letture, performance e storytelling per raccontare al pubblico il contesto in cui sono nate le sue canzoni. In mezzo anche la partecipazione al concertone del Primo Maggio a Roma. Durante la quarantena, invece, Agnelli ha sottoscritto insieme a molti suoi colleghi la campagna #nessunoescluso, che chiede al Ministero l’approvazione della cassa integrazione in deroga per gli intermittenti dello spettacolo. 

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.