Mi Ami 2019: la line up dei cantanti presenti

luca-carboni
@Facebook

Mahmood, Luca Carboni, Motta e Giorgio Canali tra gli artisti presenti quest’anno all’Idroscalo di Milano

Edizione numero 15 in arrivo per il Mi Ami Festival, da anni uno degli appuntamenti di riferimento per la musica italiana. Il 24, 25 e 26 maggio all’Idroscalo di Milano, nella bellissima cornice del parco del circolo Magnolia, si raduneranno tanti degli artisti più in voga del momento, tra star acclamate e gruppi emergenti. Tema cardine di questa edizione, celebrato dall’artista fiorentino Andrea De Luca autore del manifesto, è Amor Vincit Omnia: un ritorno all’amore, quindi, che è insito nel nome del festival. Il tema di questa edizione del MiAmi festival, distaccandosi volutamente dall’Omnia Vincit Amor di Virgilio, si ispira alla frase “sbagliata” contenuta in un’opera di Caravaggio: un amore forte, che lotta e che vince su tutto, proprio come il MiAmi ha fatto e continua a fare in questi suoi primi 15 anni.

Il Mi Ami 2019

Novità assoluta di quest’anno, non solo a livello musicale, sarà il nuovo assetto della location del festival: oltre ai tre palchi (Tidal Stage, Palco Jowaé, Palco WeRoad), l’intera area sarà rinnovata e ampliata. Si aggiungono il nuovo palco Retro, caratterizzato da una programmazione garage e shoegaze che, per la sola serata di domenica, ospiterà inoltre la serata open mic romana Spaghetti Unplugged e uno spazio dedicato al karaoke, e un’area inedita rinominata Mi Parli, ovvero uno speaker’s corner con la direzione artistica di Storielibere.fm, in cui chiunque potrà dar libero sfogo ai propri pensieri in pubblico e che sarà arricchito dalle parole di alcuni scrittori. Non mancherà, come sempre, l’area ristoro tutta dedicata al cibo con i food truck, mentre si rinnova quest’anno anche l’area Mi Fai, vero e proprio “spin off illustrato” del festival con un palco interamente dedicato ai concerti illustrati. Sarà Alessandro Baronciani, fumettista, illustratore, art director e musicista, a curare la direzione artistica, da sempre luogo di incontro tra musica e arte visiva, in cui diversi artisti illustreranno i live del palco WeRoad con le loro performance inedite proiettate su ledwall. Autore tra i più apprezzati nel panorama italiano contemporaneo, Alessandro Baronciani è anche cantante e musicista degli Altro. I biglietti del MiAmi stanno andando a ruba: esauriti gli abbonamenti per la tre giorni (75 euro più diritti di prevendita), restano ancora in vendita i giornalieri, al prezzo di 28 euro l’uno sul circuito Mailticket.

Line up e programma

Di seguito il programma con le esibizioni principali in programma. Per line up e orari di tutti i concerti (ne sono in programma oltre ottanta nella tre giorni) consultare il sito www.miamifestival.it, l’apertura dei cancelli è fissata per ogni giorno alle ore 16.

Venerdì 24 maggio

  • Ore 19.55 Dutch Nazari (Palco Jowaé)
  • Ore 21.40 Coma Cose (Tidal Stage)
  • Ore 22.15 Giorgio Poi (Palco Jowaè)
  • Ore 23.05 Fast Animal & Slow Kids (Tidal Stage)
  • Ore 23.40 Franco126 (Palco Jowaè)

Sabato 25 maggio

  • Ore 19.35 Sick Tamburo (Tidal Stage)
  • Ore 20.50 Riccardo Sinigallia (Tidal Stage)
  • Ore 22.20 Motta (Tidal Stage)
  • Ore 22.50 Mahmood (Palco Jowaè)
  • Ore 00.00 Myss Keta (Palco Jowaè)

Domenica 26 maggio

  • Ore 18.20 Giovanni Truppi (Tidal Stage)
  • Ore 19.20 Giorgio Canali (Tidal Stage)
  • Ore 20.20 Bugo (Tidal Stage)
  • Ore 20.45 Andrea Laszlo De Simone (Palco Jowaè)
  • Ore 21.30 Dimartino (Tidal Stage)
  • Ore 22.50 Luca Carboni (Tidal Stage)