Myss Keta in concerto, svelate tutte le date del tour estivo

myss-keta
@Facebook

Si arricchisce il calendario del “Paprika Tour” dell’artista mascherata, che toccherà anche Francia e Germania

Un’estate ricchissima di appuntamenti per Myss Keta. L’artista mascherata inizierà dal Mi Ami di Milano la sua estate all’interno del “Paprika Tour”, che poi tra giugno e luglio farà il giro dei festival d’Italia. E non solo perché la cantante meneghina avrà l’onore, l’1 giugno, di portare la sua musica a Parigi, sul palco del Trou Aux Biches, e a Ferropolis, in Germania, al Melt Festival. Di seguito tutte le date al momento in programma:

  • Sabato 25 maggio – Milano, Mi Ami
  • Sabato 1 giugno – Parigi, Trou Aux Biches
  • Venerdì 7 giugno – Treviso, Core Festival (con Calcutta, Pinguini Tattici Nucleari e Ghemon)
  • Venerdì 14 giugno – Porto Sant’Elpidio (FM), International Motor Days
  • Sabato 15 giugno – Formigine (TO), Moninga Open Air Festival
  • Mercoledì 19 giugno – Roma, Villa Ada
  • Venerdì 21 giugno – Vicenza, Lumen Festival
  • Sabato 6 luglio – Conversano (BA), Casa delle Arti
  • Venerdì 12 luglio – Arezzo, Men/Go Music Fest
  • Venerdì 19 luglio – Ferropolis, Melt Festival
  • Sabato 20 luglio – Vialfrè (TO), Apolide Festival
  • Venerdì 26 luglio – San Severo (FG), Tanqueray x Alibi Summer Festival

Paprika e mortadella

Il suo ultimo album “Paprika” è uscito il 29 marzo per Universal Music e La Tempesta Dischi. In copertina, Myss Keta cavalca una gigantesca mortadella, fasciata da un abito rosso e con indosso maschera e occhiali scuri. Un’estetica che si rifà un po’ a Bigas Luna, un po’ a Tinto Brass, e soprattutto al cinema d’animazione giapponese. In una intervista a Il Messaggero ha dichiarato: «Chiunque può essere Myss Keta, anche se il progetto è legato a una voce». E ancora che in lei il pubblico dovrebbe vedere «i valori di accettazione di sé e degli altri per quello che sono, lo sfuggire dai limiti che ti impone la società. Oltre alla descrizione caricaturale, grottesca e ironica della realtà, che passa attraverso le canzoni». È difficile prestare attenzione ai suoi testi, dietro un’immagine così forte, fatta di eye-liner colato, vestiti eccentrici e il viso perennemente coperto. Ma volendo approfondire meglio la sua poetica, è possibile scoprire una femminista diversa dal solito, capace di impugnare la propria sessualità come un’arma. Uno sparo verso un pubblico che, soprattutto tra i giovanissimi, sembra gradire la sua irruenza. Forse l’Italia è già pronta ad avere il suo mix di Cardi B, Nicki Minaj e Lil’ Kim in salsa elettronica.

Myss Keta smascherata!

Della maschera ha fatto una cifra stilistica e anche una scelta concettuale, come i Daft Punk o gli Slipknot. Ma quel suo essere senza volto ha acuito la curiosità di fans e paparazzi. Per questo ha fatto scalpore la foto che la ritrarrebbe “senza velo” Non sono arrivate né conferme né smentite da parte dall’artista, che non si è mai mostrata in pubblico a volto scoperto ma sempre indossando un paio di occhiali e una mascherina sulla faccia. Sarà veramente lei? Nel frattempo il pubblico si è diviso in due fazioni: chi da un lato sostiene che la ragazza fotografata sia proprio lei, chi dall’altro pensa che non ci siano abbastanza elementi per poter giudicare. Poco male per la Myss più in voga del momento: tutta buona pubblicità…