Oscar, cambiano le regole: i film dovranno uscire al cinema

Cinema
©Getty

Il 12 marzo 2023 si terrà la 95ª edizione dei Premi Oscar. Previste nuove regole dopo le modifiche di questi due anni causa COVID-19: tra le novità principali, saranno considerati i film usciti nelle sale dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022

L’ultima edizione dei Premi Oscar è passata alla storia più per vicende extra che per i riconoscimenti assegnati. Il riferimento, indubbiamente, è allo schiaffo che Will Smith ha dato al presentatore Chris Rock. Dapprima si pensava a uno sketch tra i due, ma le urla dell’attore dopo il gesto hanno confermato che fosse tutto reale. Questo a causa di una battuta di Chris Rock nei confronti di Jada Pinkett-Smith, moglie di Will Smith, che soffre d’alopecia e che, evidentemente, suo marito non ha gradito. Chiusa la 94ª edizione caratterizzata da questo evento, l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, la società organizzatrice dei Premi Oscar, ha ufficializzato che nel 2023 la kermesse si terrà il 12 marzo e ha svelato variazioni alle regole per i film in corsa.

Nuove regole nel 2023 per i Premi Oscar

approfondimento

Oscar 2023, l'Academy svela la data

Per il prossimo anno sono previsti dei cambiamenti in merito all’assegnazione dei Premi Oscar. Innanzitutto, ricordiamo che negli ultimi due anni ci sono state delle modifiche dettate dalla diffusione della pandemia COVID-19 ma nel 2023 si dovrebbe tornare all’assoluta normalità per quanto concerne la kermesse. A tal proposito, l’Academy ha dichiarato che i film in corsa dovranno uscire esclusivamente nelle sale cinematografiche nel periodo compreso dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022. Un gran passo in avanti se si considera che nel 2021 sono state giudicate pellicole uscite dal 1° gennaio 2020 al 28 febbraio 2020 e, nel 2022, lungometraggi dal 1° marzo 2021 al 31 dicembre 2021.

Le altre novità

approfondimento

Oscar 2022, il meglio e il peggio della 94esima edizione in 20 foto

Tutti i film considerati idonei potranno essere presentati in anteprima nelle sale, per un minimo di sette giorni consecutivi e con una proiezione al giorno del suddetto lungometraggio nelle aree di San Francisco, Miami, Atlanta, Chicago, New York e Los Angeles. Un’altra grande novità riguarda le attività promozionali. Infatti, i membri della pellicola in gara non potranno tenere alcun materiale promozionale. Inoltre, sono vietati ricevimenti o intrattenimenti a riguardo. Ovviamente, chi dovesse violare solo una di queste regole sarà ufficialmente squalificato dai Premi Oscar, rinunciando così al sogno di accaparrarsi l’agognata statuetta.

Spettacolo: Per te