Chi è Pete Davidson, il nuovo presunto amore di Kim Kardashian (o sono solo amici?)

Spettacolo

Camilla Sernagiotto

©Getty

I rumors che serpeggiano impazziti danno questo nome come il nuovo love della regina del gossip. Aspettando che i diretti interessati dichiarino qualcosa a riguardo (anche se, per ora, fonti vicine a Kim Kardashian smentirebbero le voci, dicendo che tra i due ci sarebbe solo amicizia, nata in occasione dell'ospitata di lei al Saturday Night Live in cui lui lavora), scopriamo assieme chi è questo amico o “forse-qualcosa-di-più” della K numero uno

Pete Davidson è il nome che nelle ultime ore riecheggia sui social, amplificato dal megafono dei rumors e di chi vede una storia d’amore ovunque, anche tra le pagine dell’elenco telefonico…

Secondo alcune insistenti voci, Pete Davidson potrebbe essere la nuova fiamma di Kim Kardashian. A intricare la trama dell'elenco telefonico di cui sopra c'è una parte fotografica del romanzo rosa (anzi, del film: quello che si sono fatti i fan, per adesso). Eppure la parte fotografica sembrerebbe ben più eloquente della parte scritta: lui e lei infatti sono stati effettivamente paparazzati assieme alcuni giorni fa, in occasione di un appuntamento non di coppia ma di gruppo presso Knott's Scary Farm, un parco a tema Halloween situato a Buena Park in California.

Niente cenetta a lume di candela, niente tête-à-tête con cinemino annesso, niente “Vuoi salire da me a bere qualcosa?”. Eppure c’è già chi sente nell'aria l'intenso odore dei fiori d'arancio...

Al primo appuntamento c'era anche una delle sorelle, Kourtney Kardashian, il suo promesso sposo Travis Barker e altri amici. Però i due sarebbero stati sorpresi mentre si tenevano la mano durante un giro sulle montagne russe. C'è anche chi, mano per mano a parte, avrebbe visto tanto ma tanto feeling serpeggiare tra i due.

Persone vicine a Kim Kardashian hanno però messo subito a tacere le voci, spiegando che tra Kim e Pete non c'è nulla di più di una normalissima amicizia. Hanno rivelato che si sono conosciuti meglio in occasione del Saturday Night Live e che da allora si trovano bene assieme, ma solo ed esclusivamente come amici.

La fondatrice di Skims alcune settimane fa è stata ospite del celebre show serale che va in onda ogni settimana sulla rete americana NBC.

In occasione della sua ospitata al SNL, Kim Kardashian ha intrattenuto il pubblico con parecchi sketch, molti dei quali l'hanno vista in compagnia di Pete Davidson, che da anni è un membro fisso del cast del programma.
Quindi “galeotto fu il  Saturday Night Live”…

Lui è un grande amico del fidanzato della sorella

approfondimento

Travis Barker e Kourtney Kardashian si sposano: le foto della proposta

Inoltre Pete Davidson è un ottimo amico di Travis Barker, il futuro marito della sorella di Kim Kardashian, Kourtney.

 

Pare sia stato proprio Travis a invitarlo a unirsi a loro per visitare la Knott’s Scary Farm, seguendo la tradizione che l'ex batterista dei Blink 182 onora ogni anno in occasione della festa del 31 ottobre.

Due single amici? Perché no?

approfondimento

Kim Kardashian, il look rosa shocking per il Saturday Night Live. FOTO

Chi vedrebbe tra Kim Kardashian e Pete Davidson quintalate di amore è perché probabilmente è ancora indissolubilmente legato a una operazione matematico-amorosa che un tempo andava per la maggiore: un single + una single = una nuova coppia.

 

Ma i tempi sono cambiati e nel 2021 ci sono tantissime coppie sì, ma di amici. Punto.

Gente che decide di stare da sola dopo la fine di una relazione, godendosi il tempo da trascorrere in amicizia con chi magari è nella sua stessa condizione.

Eppure non tutti credono a questa nuova favola disneyana targata giorni nostri. C'è chi il principe azzurro non lo vuole proprio mandare in pensione, neanche se ormai è avvizzito e rugoso come Benjamin Button o ha più cataratta di Mr. Magoo.

Comunque sia, i protagonisti di questa vecchia o nuova favola, d'amore o di amicizia che sia, sono single, questo è un dato di fatto: Pete Davidson ha recentemente terminato la sua relazione con Phoebe Dynevor mentre lei, come ben sappiamo, ha ufficializzato da poco il divorzio con Kanye West, benché il rapporto con l'ex marito sia ottimo e super amichevole. 

Chi è lui

approfondimento

Bridgerton, Phoebe Dynevor e Pete Davidson: storia d'amore finita?

Gli unici detrattori (o quasi) della teoria matematico-amoroso-gossippara secondo cui lei starebbe ora con lui sono quelli che si domandano retoricamente: “Ma è uno scherzo?”


Il motivo sarebbe una notevole lontananza caratteriale (e generale) tra Kim Kardashian e Pete Davidson. Perché per molti sarebbe come dire che Paris Hilton esce con Steve ‘O di Jackass, ecco.

 

Per chi ancora non conoscesse Davidson, si tratta dell'attore e comico statunitense che da anni è membro del cast del Saturday Night Live.

 

Al secolo Peter Michael Davidson ma per tutti Pete, è nato a New York nel 1993 (quindi, udite udite: ha 13 anni in meno di Kim Kardashian, che è classe 1980).

La sua comicità da sempre tocca tematiche scottanti, come l'uso di marijuana, il sesso e tante situazioni a dir poco scomode che ha vissuto ai tempi della scuola. Inoltre è stato più volte criticato per alcune battute a dir poco taglienti dei suoi sketch comici, come vedremo nel dettaglio nei prossimi paragrafi.

L’esordio di Pete Davidson

approfondimento

Phoebe Dynevor e Pete Davidson nuova coppia: le foto a Wimbledon

Il suo debutto sul piccolo schermo è avvenuto nel 2013, nel programma comico di MTV intitolato “Failosophy”.

 

Nel giugno del 2013 si è esibito nel suo primo stand-up televisivo, che è andato in onda nello show Gotham Comedy Live su Comedy Central.

 

Tra il 2013 e il 2014, si è esibito come stand-up comedian in svariati programmi targati USA, tra cui il celebre Jimmy Kimmel Live!

 

Nel 2013 ha recitato come guest star in un episodio della serie Brooklyn Nine-Nine.

Il suo debutto al SNL

approfondimento

Pete Davison si racconta: la storia con Ariana Grande

Nel 2014 Pete Davidson si è unito al cast del programma Saturday Night Live, entrando a far parte della grande storica famiglia della TV nella sua 40esima edizione.

 

Davidson è uno dei membri più giovani del cast della storia del celebre show, che ha esordito sul piccolo schermo nel lontano 1975.

Pete Davidson è il primo a essere nato negli anni '90 ed è il quarto più giovane in quarant'anni di storia del programma, dopo Anthony Michael Hall, Eddie Murphy e Robert Downey Jr.

I suoi ruoli al cinema

approfondimento

Ariana Grande e Pete Davidson: è rottura dopo soli 5 mesi di relazione

Nel 2014 ha esordito anche sul grande schermo, recitando nel film School Dance.

Nel 2015 ha preso parte alla commedia Un disastro di ragazza, pellicola con protagonisti Amy Schumer e Bill Hader (quest’ultimo è colui che ha offerto a Davidson la possibilità di sostenere un provino per il Saturday Night Live, facendo il suo nome al produttore Lorne Michaels).

 

Sempre nel 2015 partecipa al Comedy Central Roast dedicato alla popstar Justin Bieber (si tratta di uno show TV in cui una celebrità viene messa pubblicamente alla gogna, trasformata in bersaglio di ironia, sarcasmo, battute e insulti, chiaramente rimanendo in un contesto amichevole, comico e goliardico, ndr).

 

Nel 2016 Davidson è stato inserito nella lista di Forbes dedicata ai più influenti under 30.
Il 13 settembre 2019 il suo nome viene annunciato tra gli interpreti del film The Suicide Squad - Missione suicida, pellicola che fa parte del DC Extended Universe.

 

Nel febbraio 2020 ha pubblicato il suo speciale di stand up Alive from New York su Netflix.

 

Nel maggio 2020 è uscito il film The King of Staten Island, in cui Davidson recita nel ruolo di protagonista. Si tratta di una pellicola diretta da Judd Apatow che racconta la vita romanzata dello stesso Pete Davidson, co-autore assieme al regista Judd Apatow e a Dave Sirius della sceneggiatura semi-autobiografica.

Le parole offensive a un veterano di guerra

approfondimento

Ariana Grande piange sul palco ricordando gli ex

Oltre al successo e alla sua innata - e innegabile - simpatia, in grado di contagiare chiunque, Pete Davidson è stato al centro anche di numerose critiche. 

È stato criticato per sue battute non annoverabili al politically correct, ecco.

 

Nel novembre del 2018 ha dato scandalo per i commenti ironici e sarcastici circa l'ex sigillo degli Stati Uniti e in seguito membro della Camera dei Rappresentanti, Dan Crenshaw. Quest'ultimo indossa una benda sull'occhio per colpa di un incidente avvenuto durante la guerra in Afghanistan in cui ha combattuto ma Davidson in un suo sketch comico l’ha paragonato a un "sicario in un film porno”.

Ha aggiunto: "Mi dispiace, so che ha perso la vista in guerra” ma non è bastato a placare le parole che molti, Crenshaw in primis, hanno recepito come oltraggianti, scandalose e deplorevoli.

Il sabato successivo, al SNL, Crenshaw è apparso assieme a Davidson che si è scusato pubblicamente: "Dico questo dal profondo del mio cuore: è stata una scelta scadente di parole. Quest'uomo è un eroe di guerra e si merita tutto il rispetto del mondo”.
Crenshaw ha accettato le sue scuse e ha poi ricordato agli statunitensi l’importanza di rispettare i veterani di guerra e gli eroi. In quell'occasione, il veterano ha omaggiato il padre di Pete Davidson, Scott Matthew Davidson, uno dei pompieri in servizio durante gli attentati dell'11 settembre. È stato visto per l'ultima volta salire le scale del Marriott World Trade Center, poco prima che crollasse.

All'epoca il figlio aveva solo sette anni. Ha più volte rivelato di essere stato profondamente segnato da quella grave perdita. Davidson ha il numero del distintivo da pompiere del padre, 8418, tatuato sul braccio sinistro.

La sua battuta su R. Kelly che ha offeso la Chiesa cattolica

approfondimento

Youtube rimuove due canali di R. Kelly dopo la sua condanna

Il 2019 invece ha visto Davidson finire nel mirino della diocesi cattolica di Brooklyn.
A causa di una sua battuta che la suddetta diocesi definì "vergognosa e offensiva" nei confronti della Chiesa cattolica, vennero chieste al comico immediate scuse, che tuttavia non sono mai arrivate.

 

Ospite del Saturday Night Live, Pete Davidson ha commentato l’arresto del cantante R. Kelly per diversi reati tra cui pedopornografia, estorsione e sequestro di persona (ricordiamo che dagli anni Novanta R. Kelly ha ricevuto molte accuse di molestie e di aggressione sessuale nei confronti di ragazze minorenni). Nel commentare l'accaduto, Davidson avrebbe fatto un paragone tra i fan del cantante e i fedeli cattolici, alludendo ai numerosi scandali per pedofilia che hanno coinvolto parecchi esponenti del clero cattolico.

Le sue relazioni amorose

approfondimento

Phoebe Dynevor: "Bridgerton mi ha cambiato la vita"

Pete Davidson ha frequentato la comica Carly Aquilino dal 2014 al 2015, poi Cazzie David dal 2016 al 2018.

 

Nel giugno del 2018 ha confermato il rumor che lui e la cantante e attrice Ariana Grande stavano insieme. La cantante gli ha perfino dedicato un brano, dall’inequivocabile titolo Pete Davidson (contenuto nel suo disco del 2018, Sweetener) e lo ha pure citato in Thank U, Next (e il videoclip annesso mostrava una foto della coppia con la didascalia "Sry I dipped Pete. I love u always. HUUUUUGE", forse una scusa per la separazione).

 

Nel gennaio del 2019 ha incominciato una relazione con l'attrice Kate Beckinsale, durata circa quattro mesi.

Di recente il comico ha terminato la sua nuova relazione con l'attrice Phoebe Dynevor.

Il post sul suicidio

approfondimento

Squid Game, parodia di Rami Malek al Saturday Night Live. VIDEO

Il 15 dicembre 2018 Pete Davidson ha pubblicato sul suo profilo ufficiale di Instagram un post sul suicidio, dopodiché ha cancellato il proprio account.

 

I suoi follower, gli amici e soprattutto la sua compagna di allora, Ariana Grande, si sono preoccupati al punto da spingere il Dipartimento di polizia di New York ad andare a controllare a casa di Davidson.

 

In realtà lui si trovava negli studi del Saturday Night Live e nell’episodio dello show della sera stessa è insolitamente apparso soltanto una volta, presentando un'esibizione musicale di Miley Cyrus, Mark Ronson e Sean Lennon.

 

Il 20 gennaio 2019 Davidson è tornato al SNL accanto al comico ed ex-autore dello show John Mulaney. I due hanno commentato il film del 2018, Il corriere - The Mule, e Pete avrebbe fatto solo un riferimento a quel suo post sul suicidio pubblicato su Instagram un anno prima.


Nell'ottobre 2016 Davidson ha rivelato al programma radiofonico The Breakfast Club che quando era più giovane ha lottato per anni contro pensieri di suicidio, spiegando in quell'occasione che a salvargli la vita è stata la musica di Kid Cudi. Molto del suo disagio esistenziale deriverebbe dalla perdita del padre, uno dei pompieri in servizio il giorno dell'attentato alle Torri gemelle dell'11 settembre 2001.

 

Se volete vedere un video molto divertente in cui compare Pete Davidson in tutta la sua potenza attoriale mentre sfoggia la sua innata vis comica, eccolo al fianco di Remi Malek in una parodia di Squid Game. Lo sketch è andato in onda al Saturday Night Live qualche settimana fa, nella puntata di sabato 16 ottobre 2021:

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.