Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Tabby Star e le sue sorelle: osservata una nuova stella anomala

I titoli di Sky Tg24 delle 8 del 11/3

2' di lettura

Si chiama Epic 204376071 ed è caratterizzata da una marcata oscillazione della sua luminosità. Gli astronomi sono alla ricerca delle cause di questo fenomeno e non escludono l’ipotesi di navicelle aliene 

Scoperta nel 2015, Tabby Star aveva fin da subito acceso la fantasia di scienziati e semplici appassionati con le oscillazioni della sua luminosità, che avevano fatto pensare alla presenza di astronavi aliene in orbita attorno ad essa. Ora, una nuova stella con le medesime caratteristiche, ma ben più marcate, è stata osservata per la prima volta e promette di far discutere ancora gli astronomi. Si chiama Epic 204376071 ed è stata individuata dagli scienziati del Massachusetts Institute of Technology (Mit).

Fenomeno osservato una sola volta

Come illustra Isabella Pagano, ricercatrice dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) di Catania, nonostante le apparenti somiglianze, Epic 204376071 è molto diversa da Tabby, in quanto si tratta di una stella di classe M, molto più piccola e fredda. Tuttavia, l’oscillazione della sua luminosità è molto più marcata: "Mentre per la Tabby Star la percentuale di stella occultata era del 22%, in questo caso è addirittura dell'80%, perciò si tratta di un fenomeno molto più importante”, spiega l’esperta, che aggiunge: “Purtroppo, nonostante il corpo celeste sia stato osservato per 160 giorni, l'evento è stato visto una sola volta. Quindi, se il colpevole è un pianeta o un'altra stella che ruota intorno alla compagna, si tratta di un oggetto estremamente piccolo che non riusciamo a vedere e che non avrebbe potuto causare una variazione di luminosità così grande. Per questo motivo - continua - gli autori dello studio ipotizzano che si possa trattare di dischi di polveri compatti associati a un ipotetico pianeta o una stella, ma anche in questo caso il fenomeno avrebbe dovuto ripetersi in meno di 80 giorni”.

Strutture aliene ipotesi ancora valida

Descritta sulla rivista della Royal Astronomical Society, Epic 204376071 ha 10 milioni di anni. Trattandosi di una stella ‘giovane’, Pagano sostiene che le oscillazioni potrebbero essere causate dalla caduta di materiale sulla superficie, come di norma accade durante il processo di formazione. “In ogni caso - conclude l’esperta Inaf -, finché non si troverà una spiegazione, tutte le ipotesi restano in campo, compresa quella di strutture aliene: la tendenza dell'uomo a fantasticare è sempre una cosa positiva”.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"