Cristoforetti: "Per raggiungere i vostri sogni scegliete sempre la strada più difficile"

Scienze

Marta Meli

L’astronauta italiana dell’Esa, che oggi compie 45 anni, torna in orbita con la missione Minerva per cinque mesi a bordo della Stazione spaziale internazionale pieni di attività e di esperimenti, alcuni dei quali targati Agenzia spaziale italiana

ascolta articolo

“Per arrivare a raggiungere sogni grandi bisogna sempre scegliere, quando c’è un bivio, la strada più difficile perché è quella che ti fa crescere e che ti rende più forte e che ti permette un giorno di allungare la mano e di aggrappare questo sogno che passa…”. Parola di Samantha Cristoforetti (IL PROFILO). Correva l’anno 2014 e la prima astronauta italiana dell’ESA era al cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan, a respirare odore di storia e di Spazio.

La prima missione con la spedizione "Futura"

Pochi mesi dopo sarebbe partita a bordo di un razzo Souyz per la sua prima missione, targata ASI, a bordo della Stazione spaziale internazionale.: 199 giorni in orbita, un viaggio pieno di record destinato a trasformare per sempre la giovane trentina in Astrosamantha. “Futura”, si chiamava così quella sua spedizione, come la famosa canzone di Lucio Dalla, che “in mezzo ai razzi e a un batticuore” parlava anche di russi e di americani, i primi all’epoca proprietari dell’unico taxi per le stelle in grado di portare astronauti in orbita, i secondi disposti a pagare milioni di dollari per un biglietto. 

Dopo otto anni Cristoforetti di nuovo nello Spazio

leggi anche

Russia, stop a collaborazione con Stazione Spaziale Internazionale

Otto anni dopo Samantha Cristoforetti torna nella sua casa nello Spazio. Questa volta si vola dalla Florida, da Cape Canaveral, dalla storica rampa di lancio da dove partirono i primi astronauti diretti sulla Luna. A bordo di una navetta privata SpaceX targata Elon Musk, l’imprenditore che a colpi di sogni e fallimenti ha permesso agli americani della canzone di riconquistare l'autonomia nell'accesso allo Spazio. Mentre i russi, dopo aver invaso l’Ucraina (LO SPECIALE DI SKY TG24 SULLA GUERRA), minacciano di uscire dal più grande progetto di collaborazione internazionale mai messo in piedi dalle Nazioni: la Stazione spaziale internazionale, laboratorio orbitante a 400 km d’altezza sopra la Terra, costruita come un gigantesco Lego nel corso di 200 missioni.

"La Iss deve continuare a essere avamposto di pace"

leggi anche

Missione Minerva, Parmitano a Sky TG24: "In bocca al lupo Samantha!"

“La Stazione spaziale internazionale è stata e deve continuare ad essere un simbolo di cooperazione pacifica un avamposto di pace e di collaborazione, noi astronauti non siamo in pericolo”, assicura a Sky TG24 l’astronauta italiana, che proprio dentro una tuta russa Orlan si è addestrata a compiere, se il programma lo consentirà, la sua prima attività extraveicolare. E che condividerà con amici cosmonauti quasi 5 intensi mesi di attività di manutenzione della casa spaziale e di esperimenti in microgravità: Prometeo, Ovospace, Nutriss, LIDAL, nomi che sanno di futuro, frutto del lavoro prezioso di università italiane e centri di ricerca. 

La missione Minerva

leggi anche

Samantha Cristoforetti, la prima TikToker nello spazio

Gli artigiani dello Spazio di cui è protettrice la dea Minerva, nome della prossima missione in omaggio a tutte le donne e gli uomini che hanno reso possibile il volo di Cristoforetti, classe 1977, che sulla Stazione sarà leader del Segmento Orbitale Americano (USOS). M come meraviglia, I come ispirazione, N come nutrimento (del corpo e dell’anima), E come esplorazione, R come ricerca, V come viaggio, A come avventura. Sono le lettere racchiuse nel logo scelto per la missione: una civetta stilizzata, animale sacro alla dea Minerva, con la Luna e la Terra nell’occhio, il becco a forma di Stazione spaziale, il corpo formato da onde azzurre che virano verso il blu scuro, simbolo della sfida verso l’esplorazione dello Spazio sempre più profondo.

Il Tricolore da portare nello Spazio ricevuto da Mattarella

leggi anche

Mattarella consegna a Cristoforetti tricolore per Stazione spaziale

Il 7 gennaio scorso Cristoforetti ha ricevuto dalle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il Tricolore da portare nello Spazio. In valigia questa volta ha messo anche dei pupazzetti da far fluttuare in orbita per divertire i due figli piccoli durante le videochiamate a casa. Nel frattempo è diventata anche una Barbie astronauta, per ricordare a tutte le bambine quello che disse a Sky TG24 alla vigilia del suo primo volo dal cosmodromo di Jurij Gagarin e Valentina Tereskova: “Il messaggio per loro, se hanno questo sogno, è di tenerlo bene acceso, non lasciarlo andare, non farsi spaventare e, quando c’è un bivio, scegliere sempre la strada più difficile, perché è quella che ti fa crescere”.

Scienze: I più letti