In Gran Bretagna il livello del mare ha frammentato un'isola

Scienze

Uno studio pubblicato su Science Advances ha descritto il processo con cui l’innalzamento del livello del mare ha sommerso e diviso l'isola di Scilly nell’arco di 5 mila anni

È stato ricostruito il processo iniziato 5 mila anni fa con cui il livello del mare ha frammentato un’isola. Siamo a largo dell'attuale Gran Bretagna, in quella che migliaia di anni fa era un’isola e che nel corso del tempo si è divisa in 140 isolotti, tra cui l'attuale isola di Scilly, a causa dell'innalzamento del livello del mare. Lo indica una ricostruzione della storia di questa area costiera, che abbraccia un arco di 12 mila anni, pubblicata dall'università dell'Exeter sulla rivista Science Advances.

Maree iniziate 5 mila anni fa

approfondimento

Artico, il cambiamento climatico modifica le abitudini degli animali

I ricercatori, guidati da Robert Barnett, hanno sviluppato la curva che descrive l'andamento del livello del mare per un periodo di 12 mila anni, scoprendo che in un segmento compreso tra 5 mila e 4 mila anni fa l'isola di Scilly è stata gradualmente sommersa. Si sono basati sull'analisi dei pollini, del carbone e dei reperti archeologici trovati sul territorio. In quel periodo il livello del mare si alzava al punto da sommergere ogni anno un'estensione di terreno di circa 10 mila metri quadrati, pari ad uno stadio da rubgy. All'inizio si trattava di movimenti di maree, che non hanno cancellato la presenza dell'uomo. I resti archeologici dell'età del bronzo suggeriscono infatti la presenza di un nucleo permanente di abitanti e di un'accelerazione delle attività col passare del tempo.

 

Le ipotesi sul fenomeno

Le ragioni non sono chiare, ma una possibilità a cui si fa riferimento nello studio è che le acque poco profonde e le maree abbiano offerto nuove opportunità di pesca, raccolta di crostacei e caccia.  "I cambiamenti rapidi sulla costa possono avvenire con un aumento del livello dei mari relativamente piccolo" osserva Barnett. "L'attuale tasso globale di innalzamento delle acque marine, pari a 3,6 millimetri l'anno, è già molto maggiore di quello dell'isola di Scilly di 1-2 millimetri nello stesso periodo, che causò questo vasto cambiamento sulla sua costa”. “Per rispondere al cambiamento climatico sarà fondamentale l'apporto della società” conclude lo studioso.

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24