Cina, lanciato in orbita un satellite per l'osservazione degli oceani

Scienze

Un missile Long March-2C, che trasporta il satellite HY-1D, è stato inviato con successo in orbita alle 2:31 di questa mattina, ora di Pechino, dalla China National Space Administration (CNSA). Servirà a monitorare lo stato degli oceani e a tutelare la protezione dell’ambiente

Un missile Long March-2C, che trasporta il satellite HY-1D, è stato lanciato con successo dal Taiyuan Satellite Launch Center, nella provincia dello Shanxi, nella Cina settentrionale. Il lancio è avvenuto proprio oggi, 11 giugno 2020, alle 2:31 del mattino, ora di Pechino grazie al lavoro della China National Space Administration (CNSA). Lo ha annunciato l’agenzia di stampa Xinhua che ha spiegato come si tratti di un satellite di osservazione oceanica che andrà a costituire la prima costellazione satellitare cinese per il servizio civile marittimo insieme a HY-1C, già lanciato a settembre 2018.

Uno scanner speciale

ll lancio, il 334esimo che ha riguardato la serie di missili Long March, dovrebbe migliorare le capacità della Cina nell'osservare le caratteristiche principali degli oceani, le aree costiere e l'ambiente ecologico circostante, aumentando di fatto la mole di informazioni utile in ambiti come la meteorologia, l’agricoltura, la conservazione delle acque e i trasporti. Sarà anche un valido aiuto nell’affrontare le sfide che riguardano il cambiamento climatico globale. HY-1D è il quarto satellite cinese di telerilevamento per l'osservazione dell'oceano e tra le varie strumentazioni che porterà in orbita c’è anche uno scanner che permetterà di osservare il colore degli oceani a livello globale e misurare la temperatura superficiale dei mari, ogni giorno, con una risoluzione spaziale di 1,1 km. La strumentazione, tra l’altro, potrà permettere anche di monitorare lo stato dell'ambiente idrico costiero e l'ambiente ecologico di fiumi e laghi con una risoluzione spaziale di 50 metri, ogni tre giorni. È inoltre dotato di un sistema di identificazione automatica delle navi.

A cosa servirà il progetto

I dati, spiega ancora l’agenzia Xinhua, verranno utilizzati per una serie di indagini sulle risorse e sull'ambiente, per facilitare la prevenzione o l’attenuazione dei disastri marini, per un utilizzo sostenibile delle risorse marine, per tutelare l'ecologia marina e per favorire ulteriormente la protezione dell'ambiente. Il satellite, viene infine spiegato dalle fonti di informazione cinesi, è stato sviluppato dalla DFH Satellite Co. Ltd. sotto la supervisione della China Academy of Space Technology, mentre il razzo vettore è stato prodotto dalla China Academy of Launch Vehicle Technology.

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24