Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Tumori, un gel spray aiuta a combattere la ricomparsa

Tumore (Getty Images)
1' di lettura

Contiene farmaci in grado di stimolare la risposta immunitaria del corpo umano, minimizzando i rischi di un’eventuale ricomparsa del tumore, a seguito della sua asportazione chirurgica 

Un altro grande passo in avanti nella lotta contro i tumori. Gli esperti avrebbero sviluppato un gel spray biodegradabile contenente farmaci, in grado di stimolare la risposta immunitaria del corpo umano, minimizzando i rischi di un’eventuale ricomparsa del tumore, a seguito della sua asportazione chirurgica.
L’innovativo strumento medico è stato realizzato da un team di ricercatori dell’Università della California a Los Angeles, coordinato da Chen Gu.

Gel spray biodegradabile sperimentato sui topi

Per compiere lo studio, pubblicato sulla rivista Nature Nanotechnology, gli esperti hanno testato il gel spray su topi, precedentemente sottoposti a un’operazione chirurgica atta all’asportazione del melanoma. Sono così riusciti a dimostrare che il gel ha ridotto sostanzialmente lo sviluppo delle cellule tumorali rimaste negli animali dopo l’intervento.
Il 50% dei topi è infatti sopravvissuto per almeno 60 giorni senza la ricomparsa del melanoma.
Il gel spray avrebbe anche impedito un eventuale sviluppo del cancro in altre aree del corpo.
"Questo gel spray sembra dare molte speranze per risolvere uno dei principali problemi nella terapia del cancro: una delle sue principali caratteristiche è che si diffonde”, spiega Chen Gu, coordinatore dello studio. “Circa il 90% dei tumori che portano alla morte è infatti a causa delle metastasi”.
Stando al parere dell’esperto, il gel spray potrebbe essere applicato subito dopo l’asportazione del tumore. Lo strumento medico è costituito da nanoparticelle dotate di un anticorpo in grado di bloccare Cd47, la proteina rilasciata dalle stesse cellule tumorali per non essere distrutte. Grazie a questo processo il sistema immunitario sarebbe in grado di individuare ed eliminare le unità biologiche tumorali, precedentemente ‘protette’ dalla proteina.
Verrano compiute ulteriori ricerche per individuare la dose ottimale di farmaci per combattere efficacemente il tumore nell’uomo.

Tumore al seno, il farmaco tamoxifene è efficace a basse dosi

Un’ulteriore scoperta in ambito riguarda le potenzialità del tamoxifene: il farmaco somministrato dopo le operazioni chirurgiche atte all’asportazione della neoplasia al seno intraepiteliale sarebbe efficace anche a basse dosi.
Un team di ricercatori italiani coordinati da Andrea De Censi, direttore di Oncologia medica Ospedali Galliera di Genova, ha dimostrato che assumere 5 mg di tamoxifene per tre anni, oltre a dimezzare il rischio di recidiva, riduce del 75% la possibilità di sviluppare nuovi tumori nell’altra mammella.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"