Come dimagrire dopo le abbuffate natalizie

Salute e Benessere

Stefania Leo

©Getty

Pranzi e cene delle feste: anche in assetto ridotto, sono momenti in cui si consumano molti cibi poco adatti alla nostra salute. Ecco quali accorgimenti adottare per riprendersi dopo i bagordi e iniziare a perdere peso nelle settimane successive.

Cene della vigilia e pranzi delle feste: tra Natale e Capodanno, con l'Epifania ancora da celebrare, i lauti pasti del periodo natalizio possono mettere a dura prova il nostro organismo. Anche se con pochi commensali, godere dei piaceri della tavola è un caposaldo delle festività. Ma giunti alla fine di questa parentesi, dopo piatti gourmet, pandoro e panettone, la bilancia e il corpo ci presentano il conto. Stefano Coratella, biologo nutrizionista, ci spiega a cosa fare attenzione a tavola e come rimettersi in carreggiata.

Limitare i danni

"La parola d'ordine a tavola durante i momenti di socialità delle feste è non privarsi di nulla", spiega Coratella. Negarsi le leccornie a disposizione o pensare di compensare le troppe calorie già assunte, evitando qualche piatto per mangiare altro. "Innescare i metodi di compensazione durante queste giornate è un comportamento da evitare. Bisogna dirsi: 'Assaggerò tutto, ma non esagererò con nulla'. Se qualcosa non piace ed è un surplus, come antipasti, olive e frutta secca, va evitato".

Smaltire pesantezza e intossicazione

Dopo aver “stramangiato”, ci può essere la voglia di cancellare quel senso di pesantezza e intossicazione provocati da dolci e alcolici prima di andare a dormire. Secondo Coratella la prima cosa da fare è ascoltare il nostro corpo. "Se alla fine della giornata l'organismo ci dice che, anche se abbiamo esagerato, si ha voglia di mangiare, meglio orientarsi su frutta e verdura, assecondando il fabbisogno. Se non si sente alcun bisogno, non si mangia nulla. L'ascolto del corpo resta fondamentale". Cosa fare invece il giorno dopo? "Dopo un pranzo delle feste si fa spesso l'errore di attuare la tecnica del digiuno o di orientarsi solo su frutta e verdura. Il corpo reagisce malissimo agli abissi di riduzione". Per questo, chi segue una dieta, dovrebbe seguire una giornata di dieta tipo, senza eliminare colazione, pranzo, cena e spuntini, ma magari riducendo le porzioni.

Cosa fare dopo le feste per perdere peso

"Alla fine del periodo delle festività natalizie, bisogna essere consapevoli che il contraccolpo di quello che è accaduto tra dicembre e gennaio, lo si pagherà a distanza di tempo". La parola d'ordine sarà idratazione. "Il vero metodo di detossificazione passa per un'idratazione mirata e controllata, per depurare l'organismo dagli eccessi. Inoltre, la strategia dell'equilibrio servirà a riportare il corpo ad avere quanto prima tutti i nutrienti di cui ha bisogno, senza privazioni di alcun tipo". Chi pensa che mangiare solo minestrone dopo le feste sia una buona strategia per perdere peso, sbaglia. "Se sento pesantezza, andrò a ridurre le porzioni ma non ad eliminare i cibi. Infatti, se la coscienza dice che abbiamo compensato, il metabolismo reagisce malissimo a queste scorciatoie".

Gli alimenti da privilegiare dopo le feste

Preso atto degli eccessi accumulati durante i pranzi e cene natalizi, è tempo di tornare alle buone abitudini alimentari. "Dopo le feste bisogna attuare per 15 giorni un'esclusione assoluta degli zuccheri semplici e degli alcolici, perché sono quelli che hanno caratterizzato il contraccolpo primario sul metabolismo". Un ruolo importante lo gioca anche la tradizione familiare. "Se nei pasti delle feste si sono consumate ricette vegetali, andremo a ridurre questi alimenti nei giorni successivi. Se si saranno consumati più latticini, si agirà sulla quantità di quell'alimento da consumare nei giorni successivi. Se si vive un contesto in cui si mangia di tutto, vorrà dire che l'alimentazione post-festività da mettere in campo sarà onnivora ed equilibrata".

Attività fisica

Uno dei grandi temi legati alle abbuffate natalizie è quello dell'attività fisica: come dosarla durante le feste quando anche la pesantezza del corpo scoraggia dal farla? "Gli atleti non possono permettersi di fermarsi: ne risentirebbero più di chi ha uno stile di vita sedentario. Invece per chi fa un'attività fisica normale, questa non va interrotta: può essere ridotta, ma non per più dieci giorni".

Integratori: possono aiutare?

Acqua, porzioni ridotte, niente alcol e zucchero, ripresa dell'attività fisica: queste sono le coordinate principali del cammino da intraprendere dopo gli eccessi delle feste. Anche gli integratori possono essere di supporto in questo periodo, soprattutto quelli che hanno lo scopo di depurare: "Alcuni agiscono come semplici drenanti, altri hanno un effetto depurativo epatico o renale”, puntualizza l'esperto.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24