Melone: calorie, proprietà e benefici

Salute e Benessere
@Pixabay

Leggero e nutriente, il melone è un frutto perfetto per mantenere la linea e contrastare la disidratazione dovuta alle alte temperature tipicamente estive

Il melone è un toccasana per la salute e per la linea: composto essenzialmente da acqua e da zuccheri semplici, questo frutto può essere assaporato per accompagnare un antipasto, oppure come un perfetto spuntino di metà pomeriggio. La sua origine non è chiara, ma sappiamo che la sua introduzione nelle coltivazioni nostrane è avvenuta in epoca cristiana.

Il clima necessario per far crescere i meloni è quello mediterraneo, per cui i maggiori produttori in Europa sono le regioni del Sud, tra cui Francia, Spagna e Italia. Quali sono le proprietà del melone e le tipologie più consumate? Vediamolo nel dettaglio!

I benefici

approfondimento

Pesche: calorie, benefici e proprietà

Il melone ha delle ottime proprietà diuretiche, grazie alla ricca presenza di acqua, ma è anche un rimedio naturale per contrastare i problemi della vista e per proteggere la pelle. Grazie alla presenza di beta-carotene questo frutto è antiossidante, il potassio invece stimola la diuresi e la Vitamina A concorre nella protezione dalla degenerazione oculare.

Inoltre, la Vitamina C funge da stimolante per il sistema immunitario ed è cicatrizzante. Infine, come per tutti i frutti del suo colore, il melone stimola la produzione della melanina che protegge la pelle dai raggi UV e favorisce l’abbronzatura.

Le calorie

Non solo gustoso, ma anche leggero: il melone contiene infatti 32 calorie ogni 100 grammi di prodotto. L’alto contenuto di acqua, circa il 90% in un esemplare maturo, aiuta a idratarsi, a combattere la ritenzione idrica e a depurare i reni, spesso sovraccarichi dall’eccessivo consumo di alimenti.

Un vero toccasana dunque, da preferire per una merenda golosa, ma allo stesso tempo light e di cui sono ghiotti persino i più piccoli!

Modalità di conservazione

approfondimento

Anguria: calorie, proprietà e benefici

Prima di tutto occorre un piccolo vademecum sulla scelta del melone perfetto, attraverso questi piccoli trucchi potrete acquistare con estrema facilità un frutto saporito e salutare.

Il picciolo deve essere piuttosto molle, ovvero è necessario che si stacchi senza troppa fatica. La buccia non deve presentare parti troppo mature, ma allo stesso tempo non deve neanche essere dura. Toccando il melone dovreste avere la sensazione di poter premere leggermente il dito sulla sua superficie. Infine, un buon melone ha sempre un ottimo profumo!

Il melone, preferibilmente biologico e coltivato in Italia, deve essere conservato in frigorifero, se non consumato nell’arco della giornata, e per non più di 3 o 4 giorni.

Le controindicazioni

Il suo indice glicemico è mediamente alto, per cui se ne sconsiglia il consumo ai diabetici. L’alta presenza di potassio, se il melone viene consumato in grandi quantità, può provocare dei fastidiosi crampi.

Il melone è un alimento leggero, ma non sempre digeribile: se avete problemi digestivi o gastrici mangiatene solo qualche pezzetto per volta, senza esagerare.

In linea di massima vale sempre la stessa regola: un po’ di tutto, in piccole quantità!

Idee per consumarlo al meglio

Chi non ha mai mangiato prosciutto crudo e melone alzi la mano! Questo frutto, infatti, non è solo perfetto se assaporato fresco o a pezzetti insieme ad altra frutta, ma anche come accompagnamento di gustosi antipasti.

La sua polpa, dolce e squisita, può essere utilizzata per preparare delle granite dissetanti, per l’ideazione del gelato oppure, perché no, come ingrediente originale di un’insalata estiva.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24