Covid, rapporto Gimbe: la curva si inverte. In aumento casi e decessi

Salute e Benessere
©Ansa

Sono questi alcuni dei dati emersi nell’ultimo monitoraggio della Fondazione, relativo alla settimana 8-14 giugno. In particolare, nel nostro Paese, sono stati riportati 160.751 nuovi casi rispetto ai 121.726 di sette giorni prima e 416 decessi rispetto ai 392 registrati nel rapporto precedente. In 8 Province si è verificata una riduzione percentuale dei nuovi casi, mentre sono salite da 22 a 99 quelle in cui è emerso un aumento

ascolta articolo

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

 

 

Nell’arco di 7 giorni la curva del Covid-19, in Italia, ha fatto registrare un evidente rialzo dei contagi, pari ad un +32,1%. Anche i decessi sono stati segnalati in salita (+6,1%), mentre in calo si sono registrati i ricoveri ordinari (-3,3%) e quelli nelle terapie intensive. Lo ha rilevato l’ultimo monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe, riferito alla settimana 8-14 giugno. L'aumento dei contagi, ha segnalato il rapporto, riguarda quasi tutte le Regioni del nostro Paese e risulta “verosimilmente trainato dalla sotto-variante Omicron BA.5”. In 99 province italiane, nello specifico, è stato evidenziato un incremento percentuale dei nuovi casi, con Cagliari che ha fatto segnalare un'incidenza superiore ai 500 casi per 100mila abitanti.

I dati della settimana 8-14 giugno

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo: le ultime notizie del 16 giugno

Entrando nel dettaglio di quanto espresso dal monitoraggio della Fondazione, nella settimana 8-14 giugno e rispetto alla precedente, sono stati riportati 160.751 nuovi casi rispetto ai 121.726 di sette giorni prima e 416 decessi rispetto ai 392 registrati nel rapporto precedente. In calo sono stati registrati gli attualmente positivi (603.882 contro 628.977) e anche i pazienti in isolamento domiciliare (599.500 contro 624.416). Allo stesso modo, sono scesi i numeri che riguardano i ricoveri con sintomi (4.199 contro 4.342) e quelli nelle terapie intensive (183 contro 219). Come confermato dal presidente di Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, “inverte la tendenza la curva dei nuovi casi settimanali che si attestano intorno a 160mila con una media giornaliera settimanale che sfiora quota 23mila casi giornalieri”.

L’analisi a livello regionale e comunale

Nell’analisi a livello locale, gli esperti hanno segnalato che, sempre nella settimana 8-14 giugno, l'incremento percentuale dei nuovi casi è emersa in tutte le Regioni, esclusa la Calabria. Si è passati, ad esempio, dal +17,4% della Basilicata al +91,5% della Provincia Autonoma di Bolzano. Rispetto al monitoraggio precedente, è stato riportato ancora, in 8 Province si è verificata una riduzione percentuale dei nuovi casi, passando, ad esempio, dal -1,3% di Asti al -36,3% di Reggio di Calabria, mentre sono salite da 22 a 99 le Province in cui è emerso un aumento, dal +1,3% di Trapani al +104,1% di Pordenone. Come detto, solamente la Provincia di Cagliari ha fatto registrare un'incidenza superiore ai 500 casi per 100.000 abitanti (532).

Il numero di tamponi

Infine, è stato segnalato anche un aumento del numero dei tamponi totali, pari ad un +8,5%. Si è passati, infatti, da 1.065.110 test eseguiti nella settimana 1-7 giugno a 1.155.381 eseguiti nella settimana 8-14 giugno. In particolare, i tamponi rapidi sono aumentati del 9,6% (+75.774), mentre quelli molecolari del 5,3% (+14.497).

Salute e benessere: Più letti