Covid, Costa: "Possibile proroga mascherine su mezzi, Rsa, ospedali fino a fine settembre"

Salute e Benessere
©Ansa

Lo ha riferito il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa. Stop dopo il 15 giugno, invece, nei teatri, cinema ed eventi sportivi al chiuso

ascolta articolo

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

 

Se è quasi certo che a partire dal 16 giugno saranno abolite le mascherine in cinema, teatri e eventi sportivi al chiuso, è invece ancora in discussione la possibilità di prorogare l’obbligo sui mezzi di trasporto, nelle Rsa e negli ospedali. Ne ha parlato il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, in un'intervista a Radio Capital. L'ipotesi e "l'intendimento", che si sta delineando in vista di domani, 15 giugno, quando il Consiglio dei ministri deciderà sull'uso delle mascherine, è il possibile prolungamento dell'obbligo "sui mezzi di trasporto, luoghi più affollati e dove ci vuole ancora un po' di prudenza, nelle Rsa e negli ospedali fino a fine settembre", ha riferito, sottolineando che si tratta di "pochissime restrizioni ancora". (COVID: LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA - VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

Costa: "Maturità senza obbligo mascherine scelta buon senso"

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo: le ultime notizie del 14 giugno

Per quanto riguarda invece gli esami di maturità, "passare da un obbligo ad una raccomandazione" dell'uso della mascherina "credo sia un atto di fiducia e una scelta di coerenza e buon senso", ha dichiarato Costa. Un atto di fiducia, "nei confronti dei cittadini che da due anni e mezzo rispettano regole, restrizioni, nei confronti di quei cittadini che hanno aderito in maniera importante alla campagna di vaccinazione. D'altronde l'obiettivo è quello di convivere con la pandemia e questo vuol dire tornare alla vita sociale, alla normalità", ha poi sottolineato il sottosegretario alla Salute Costa.
È, inoltre, "un ulteriore segno di ritorno alla normalità. Era difficile sostenere come un ragazzo di 18 anni avesse potuto votare senza l'obbligo della mascherina e una settimana dopo obbligato a metterla per sostenere gli esami di maturità", ha aggiunto.
E rispondendo sui tempi per arrivare alla decisione sulle mascherine agli esami Costa ha dichiarato: "Su questo punto mi ero speso fin da subito e fin dall'inizio ho sostenuto che era un segnale che dovevamo assolutamente dare e credo che fosse anche una questione di coerenza. Ovviamente questo è un Governo con delle sensibilità politiche molto diverse ma alla fine la sintesi ha prevalso, e il buon senso".

Salute e benessere: Più letti