Uk, tornano le mascherine. Johnson: “Terza dose a tutti per gennaio”

Salute e Benessere
©Ansa

Come riferito dal premier britannico, entro la fine di gennaio la dose booster del vaccino anti-Covid verrà somministrata a tutta la popolazione adulta. Intanto nel Paese, proprio da questa mattina, i cittadini sono tornati ad indossare la mascherina in alcuni luoghi pubblici, tra cui i negozi ed i mezzi pubblici

Il governo britannico ha in previsione di somministrare la terza dose del vaccino anti-Covid a tutta la popolazione adulta entro la fine di gennaio. Lo ha confermato il premier Boris Johnson, sottolineando come i vaccini risultino essere l'arma fondamentale per contenere anche la diffusione della variante Omicron, in attesa che “i nostri scienziati la possano stroncare”. Lo stesso Johnson, insieme al ministro della Salute Sajid Javid, ha ricordato come il Regno Unito abbia cominciato ad inoculare il vaccino prima di tutti e come la situazione attuale sia migliore rispetto alle precedenti ondate di casi. Entrambi, poi, hanno ricordato che la campagna vaccinale riprenderà ai ritmi iniziali, grazie alla riapertura di centri vaccinali e all'impiego di “400 militari”.

Il ritorno delle mascherine dopo oltre quattro mesi

approfondimento

Covid, primi due casi Omicron in Uk. Johnson annuncia nuove misure

Intanto nel Paese, proprio da questa mattina, i cittadini sono tornati ad indossare la mascherina in alcuni luoghi pubblici, tra cui i negozi ed i mezzi pubblici. Uno scenario che appare nuovo per il Regno Unito, considerando che tutte le restrizioni relative al Covid erano state rimosse il 19 luglio scorso e, da allora, l’uso della mascherina non era più obbligatorio. A distanza di oltre quattro mesi, però, l'obbligo di utilizzare i dispositivi di protezione individuale, in alcune specifiche circostanze, torna ad essere legge, almeno fino al 20 dicembre prossimo. Il governo di Boris Johnson ha ripristinato la norma anche a seguito della scoperta della variante Omicron.

Le multe previste per chi non rispetta l’obbligo

Chi non rispetterà l’obbligo relativo all’utilizzo della mascherina potrà incorrere in una multa, quantificata dalle 200 alle 6.400 sterline, a seconda di quante volte si viene pizzicati a violare la norma. La multa massima è prevista per chi viene sorpreso a violare la legge per più di sei volte. Funzionari ausiliari di polizia, addetti al servizio di trasporto pubblico e un numero non meglio precisato di persone direttamente designate dal segretario di Stato, avranno il compito di controllare. Tra i luoghi in cui sarà richiesto di indossare la mascherina ci sono anche il parrucchiere e l'estetista, oltre che le agenzie immobiliari e il veterinario. La norma varrà anche nelle farmacie, nei taxi, durante le lezioni di guida e persino nelle case d'asta. Non sarà necessaria però nei ristoranti, nei pub, negli hotel e nelle palestre. Per quanto riguarda i bambini sotto i 12 anni, invece, non ci sarà alcun obbligo, così come per le persone che, per motivi di salute mentale e fisica, non possono indossarla.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24