Covid, vaccino AstraZeneca: chiesta autorizzazione all'Ema. Valutazione entro 29 gennaio

Salute e Benessere

Lo ha annunciato l'Agenzia europea per i medicinali in un comunicato pubblicato sul suo sito ufficiale. "Un parere sull'autorizzazione all'immissione in commercio potrebbe essere emesso entro il 29 gennaio, a condizione che i dati presentati sulla qualità, la sicurezza e l'efficacia del vaccino siano sufficientemente solidi e completi", precisa l'Ema

AstraZeneca e Università di Oxford hanno presentato all’Ema un'offerta formale per l’autorizzazione del loro vaccino anti-Covid, messo a punto insieme all’italiana Advent-Irbm di Pomezia. Lo ha annunciato l'Agenzia europea per i medicinali in un comunicato pubblicato sul suo sito ufficiale.
"Un parere sull'autorizzazione all'immissione in commercio potrebbe essere emesso entro il 29 gennaio durante la riunione del comitato scientifico per i medicinali per uso umano (CHMP) dell'Ema, a condizione che i dati presentati sulla qualità, la sicurezza e l'efficacia del vaccino siano sufficientemente solidi e completi", precisa l'Ema.

AstraZeneca: "Nostra richiesta a Ema è pietra miliare"

approfondimento

Coronavirus in Italia e nel mondo, le ultime notizie di oggi

 

La richiesta all'Ema di autorizzazione all'immissione in commercio condizionale per il vaccino Covid-19 AstraZeneca "è una pietra miliare chiave che speriamo possa portare a milioni di persone in tutta Europa", dichiara la casa farmaceutica AstraZeneca, in una nota. "Continueremo a lavorare a stretto contatto con l'Ema per supportare la loro revisione, così come continuiamo a farlo con altri regolatori in tutto il mondo che hanno un quadro in atto per l'uso di emergenza o l'approvazione condizionale".

 

Vaccino, von der Leyen: "Ora Ema valuterà sicurezza AstraZeneca"

 

Non si è fatto attendere il commento della presidente della Commissione Ue. "Buone notizie. AstraZeneca ha fatto domanda all'Ema per l'autorizzazione del suo vaccino nell'Ue", dichiara Ursula von der Leyen in un Tweet. "Ema valuterà la sicurezza e l'efficacia del vaccino. Una volta che il vaccino avrà ricevuto un parere scientifico positivo, lavoreremo a tutta velocità per autorizzarne l'uso in Europa".

 

Come dovrebbe agire il vaccino AstraZeneca?

 

Il vaccino AstraZeneca dovrebbe predisporre l’organismo a difendersi contro l’infezione da coronavirus Sars-CoV-2.
Nella nota, l'Ema precisa che il candidato antidoto sviluppato da AstraZeneca e Università di Oxford è costituito da un altro virus (della famiglia degli adenovirus) che è stato modificato in modo da contenere il gene responsabile della produzione della proteina spike del Sars-CoV-2, che il virus utilizza per penetrare all’interno delle cellule umane. Una volta somministrato, il vaccino provvede a diffondere il gene nelle cellule dell’organismo. A quel punto, "le cellule useranno il gene per produrre la proteina spike e il sistema immunitario riconoscerà questa proteina come estranea e risponderà producendo le proprie difese naturali". Se, in un secondo momento, la persona vaccinata entrerà in contatto con il virus, il sistema immunitario saprà riconoscerlo e sarà pronto ad attaccarlo.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.