Coronavirus, Fauci: “Il vaccino potrebbe essere pronto prima del previsto”

Salute e Benessere

L’esperto americano ha ammesso che se i risultati dei test clinici saranno "straordinariamente buoni" si potrebbero accorciare i tempi

Il vaccino contro il coronavirus potrebbe essere pronto prima del previsto. Lo ha detto l’infettivologo americano Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases e membro della task force della Casa Bianca contro la pandemia, in un'intervista al sito Kaiser Health News. 

La tempistica è legata ai risultati

 

Anthony Fauci, entrato più volte in conflitto con il presidente Donald Trump sulla gestione della pandemia da Covid-19, ha detto al portale americano che anche se due studi clinici in corso su 30 mila volontari dovrebbero concludersi entro la fine dell’anno, un consiglio indipendente ha l'autorità di far terminare le prove settimane prima se i risultati provvisori sono prevalentemente positivi o negativi. Se i risultati dei test clinici saranno "straordinariamente buoni" – ha specificato Fauci, ci sarà "l'obbligo morale" di interrompere la sperimentazione e rendere il vaccino attivo disponibile a tutti nello studio, compresi coloro che avevano ricevuto un placebo, e accelerare il processo per dare il vaccino a milioni di persone. Nell’articolo si legge che attualmente sono tre gli studi americani per un vaccino contro il Covid-19 in fase di test su larga scala. Ognuno di questi, come spiegato da Fauci, è stato progettato per iscrivere 30 mila partecipanti.

 

La pressione politica

 

A proposito del rischio che l'amministrazione Usa e Donald Trump possano fare pressioni sulla comunità scientifica e gli organismi federali che devono dare l'ok al vaccino, in modo da approvarlo prima delle elezioni di novembre, Fauci ha detto di "non esserne preoccupato”, riponendo grande fiducia negli esperti che dovranno prendere tale decisione, che non sono “dipendenti del governo”. Secondo il direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases riusciranno a decidere senza essere influenzati politicamente e con il solo obiettivo di mantenere alto lo standard del vaccino. "Se bisogna prendere una decisione su un vaccino devi assicurarti di avere le prove che sia sicuro ed efficace. Non sono preoccupato dalla pressione politica" ha dichiarato il medico americano a Kaiser Health News.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24