Scoperto meccanismo con cui le cellule tumorali diventano immortali

Salute e Benessere

Ci sono riusciti i ricercatori dell’Università di Montreal, attraverso sofisticate osservazioni al microscopio e all’individuazione di un particolare meccanismo molecolare: la telomerasi

I ricercatori dell'Università di Montreal sono riusciti ad individuare un particolare meccanismo molecolare che riesce a rendere immortali le cellule tumorali. Il suo nome è telomerasi, chiamato anche “enzima anti-invecchiamento”, perché consente ai cromosomi di continuare a replicarsi. I risultati del loro studio sono stati pubblicati all’interno della rivista scientifica “Molecular Cell”, dopo avanzate ricerche compiute attraverso sofisticate tecniche di microscopia avanzata.

Il meccanismo molecolare

approfondimento

Tumori, individuato gene che potrebbe predire il rischio di metastasi

Quella scoperta, in particolare, è una mutazione che toglie il freno alla telomerasi, osservata per la prima volta nelle cellule viventi e che potrebbe aprire la strada a nuove terapie anticancro. Come si legge proprio sul sito dell’ateneo canadese e come spiegano gli scienziati, le osservazioni al microscopio hanno potuto dimostrare che la telomerasi sonda in continuazione le estremità dei cromosomi per verificare la loro lunghezza. Se durante la replicazione dei cromosomi, questi diventano troppo corti, la cellula smette di dividersi ed entra in uno stato di senescenza, tipico dell'invecchiamento. Il meccanismo della telomerasi ha proprio il compito di cercare di contrastare questo fenomeno aggiungendo alcune sequenze di Dna non codificante alle estremità dei cromosomi. Di solito la sua attività tende a diminuire col passare del tempo ma, nel caso dell’insorgenza di un tumore, invece, la telomerasi resta sempre attiva, consentendo così alle cellule di continuare a replicarsi all'infinito, diventando di fatto immortali. Questo può succedere se insorge una mutazione in un fattore di controllo della telomerasi: in questo caso l'enzima, libero da freni, ha possibilità assoluta di accesso alle estremità dei cromosomi e favorisce la formazione del tumore. In sostanza, dunque, le cellule tumorali, diventano immortali riaccendendo la telomerasi e permettendo alle cellule di dividersi indefinitamente. Questa riattivazione è tra i primi passi che inducono le cellule a diventare cancerose, ma il processo fino ad oggi era abbastanza poco conosciuto. Approfondirlo, come fatto da questo studio, potrebbe offrire speranza per mettere a punto qualche forma di terapia per combatterla.

Un passo importante nella ricerca

"Probabilmente ci vorranno anni, ma questo è un importante primo passo", ha spiega il biochimico Pascal Chartrand, uno degli autori dello studio. "Questa nuova tecnologia ora fornisce dettagli sufficienti su come un attore chiave nel cancro lavori a livello molecolare, il primo passo nello sviluppo di nuove strategie terapeutiche per contrastare la sua attività", ha poi aggiunto l’esperto.

Salute e benessere: Più letti