Coronavirus, Jack Ma ha donato un milione di mascherine all'Italia

Salute e Benessere

La Fondazione Alibaba, insieme a quella che porta il nome del celebre imprenditore cinese, ha deciso di destinare al nostro Paese dispositivi per contenere l’emergenza. Tra questi anche 100mila tamponi 

Un aiuto concreto ed importante per l’Italia: la Fondazione Alibaba e la Fondazione Jack Ma, creata proprio per volontà dell’imprenditore cinese e fondatore della società tecnologica globale Alibaba Group, hanno deciso di donare un milione di mascherine e 100mila tamponi al popolo Italiano, destinando il materiale alla Croce Rossa Italiana, per sostenere l’Italia nella lotta contro l’emergenza legata alla diffusione di Covid-19. L’iniziativa di solidarietà, si legge in un comunicato diramato dalla stessa CRI, è stata resa possibile anche grazie alla stretta collaborazione con il Dipartimento di Protezione Civile italiano e con il Ministero degli Affari Esteri,” la cui azione è stata fondamentale per consentire la consegna rapida delle forniture mediche donate”. (CORONAVIRUS - JACK MA, DONATI 13 MILIONI PER IL VACCINO)

Il primo lotto è già arrivato

L’aereo con la prima spedizione di dispositivi sanitari è già partito dall'aeroporto di Hangzhou Xiaoshan, in Cina, ed è arrivato all'aeroporto di Liegi (Belgio), proseguendo poi la sua rotta per Roma. Il carico contiene un primo lotto di mezzo milione di mascherine chirurgiche di vario tipo, subito consegnato al Centro Operativo Nazionale Emergenze della Croce Rossa Italiana, in data odierna (17 marzo), mentre come spiega sempre la CRI, l’altro lotto con le restanti 500.000 mascherine e 100.000 kit di rilevamento raggiungeranno l'Italia entro la fine della settimana in corso. Una curiosa annotazione: il carico è arrivato con una dedica speciale stampata sulle scatole, ovvero un estratto del “Nessun Dorma”, l'aria più nota dela Turandot di Giacomo Puccini: “Dilegua, o notte! Tramontate, stelle! Tramontate, stelle! All'alba vincerò! Vincerò! Vincerò!": è questo il particolare messaggio di speranza inviato da Jack Ma al popolo italiano. (HUAWEI ITALIA DONA MASCHERINE)

Le iniziative delle Fondazioni Alibaba e Jack Ma

Questa donazione all’Italia, tra l’altro, fa parte di altre iniziative analoghe che la Fondazione Alibaba e la Fondazione Jack Ma hanno deciso di portare avanti per supportare le aree nel mondo maggiormente colpite dall’epidemia di Covid-19, inviando forniture mediche di varia natura in Paesi come la Cina, il Giappone, la Corea del Sud, gli Stati Uniti, la Spagna e il Belgio, oltre al recente invio di materiale anche in Africa. (COME SARA' L'OSPEDALE DI MILANO FIERA)

Una donazione sostanziale

“L'emergenza coronavirus ha svelato il volto della solidarietà internazionale, sia da parte delle istituzioni sia da quella delle aziende”, ha detto Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. “La Fondazione Alibaba e la Fondazione Jack Ma, che ringraziamo per la generosa offerta all’Italia, stanno inviando mascherine, oltre a diversi test kit. Una donazione sostanziale per il sistema sanitario nazionale e per il mondo del volontariato, che consente di mettere in sicurezza il lavoro degli operatori sanitari e che permetterà di ottimizzare la risposta a questa pandemia. Insieme, ce la faremo”, ha poi aggiunto Rocca.  

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24