Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Parodontite, uno studio indica che può favorire l’emicrania

I titoli di Sky Tg24 delle ore 13 del 10/05

2' di lettura

L’associazione tra i due disturbi è stata individuata nel corso di una ricerca condotta da Francesco D’Aiuto, membro della Società Italiana di Parodontologia e Implantologia 

I risultati di un nuovo studio indicano che la parodontite potrebbe favorire le cefalee: in particolare, chi è affetto dell’infezione corre un rischio maggiore del 50% si soffrire anche di emicrania. La ricerca, descritta sulle pagine della rivista specializzata Odontology, è stata condotta da Francesco D’Aiuto, direttore dell'Unità di Parodontologia della University College di Londra - Eastman Dental Institute e membro della Società Italiana di Parodontologia e Implantologia. Allo studio hanno partecipato 651 persone che soffrivano di emicrania, delle quali 393 presentavano una forma cronica del disturbo. Il 50,2% del campione ha riferito di avere anche la parodontite.

Il legame tra parodontite ed emicrania

“Nonostante i dati siano preliminari, le evidenze riscontrare dimostrano che per i pazienti con parodontite la probabilità di soffrire di emicrania è maggiore di almeno il 50%”, spiega Francesco D’Aiuto. “La peculiarità di quest’associazione è che la diagnosi di parodontite può essere associata alla cronicità dell'emicrania stessa. Le ricerche del nostro gruppo seguite da Yago Leira in collaborazione con l'Università di Santiago di Compostela in Spagna confermano queste associazioni indipendentemente dai fattori di rischio tipici dell'emicrania", prosegue l’esperto. D’Aiuto spiega che la parodontite può favorire due processi coinvolti nell’insorgenza dell’emicrania: l’infiammazione sistemica e la disfunzione endoteliale.

Le donne soffrono più spesso di emicrania degli uomini

Secondo un rapporto elaborato dalla Society for Women’s Health Research, l’emicrania colpisce prevalentemente le donne. Il disturbo, infatti, si presenta negli individui di sesso femminile con una frequenza maggiore e in forme più gravi. In particolare il report, pubblicato sulla rivista Journal of Women’s Health, indica che nel corso della vita soffre di emicrania il 43% delle donne e il 18% degli uomini. Inoltre, il disturbo potrebbe essere accompagnato da altre patologie, tra cui la depressione. Le forme più gravi di emicrania colpiscono soprattutto le donne di età compresa tra i trenta e i quarant’anni. 

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"