Parodontite e diabete: un legame da non trascurare

Immagine di archivio (Getty Images)
1' di lettura

Gli esperti sottolineano la connessione tra le due condizioni, spiegando che per le persone diabetiche curare il disturbo gengivale è fondamentale anche per risolvere la patologia principale 

A dispetto dei progressi in ambito di prevenzione e terapie, rimane oggi ancora complicato combattere l’insorgere della parodontite, il disturbo gengivale che nelle sue forme più gravi può portare a un’importante perdita ossea. Secondo gli esperti, tuttavia, un primo passo per ridurre il rischio della patologia sarebbe quello di adottare le stesse misure che servono a prevenire il diabete. Le due condizioni presenterebbero infatti un sorprendente legame, come spiegano i medici della Società Italiana di Paradontologia e Implantologia (SIdP) in preparazione alla Giornata Mondiale del Diabete, prevista per il 14 novembre.

Parodontite e diabete, legame quasi sconosciuto

Recentemente, uno studio statunitense ha suggerito che un gruppo di cellule immunitarie, i linfociti Th17, è sospettato di favorire l’acutizzarsi della parodontite. Il problema rimane piuttosto diffuso, tanto da colpire circa il 70% delle persone sopra i 70 anni; in Italia ci sarebbero 8 milioni di individui affetti dal disturbo gengivale, ma secondo gli esperti quasi tutti ignorano che chi soffre di diabete ha un rischio tre volte superiore di ammalarsi di parodontite, un legame che vale anche al contrario. La patologia, che se non trattata può causare la perdita dei denti, “influenza anche l’insorgenza e il decorso del diabete”, secondo quanto afferma Mario Aimetti, presidente della SIdP.

L’importanza di curare la parodontite

Una delle maggiori cause della parodontite, stando a quanto scoperto fin qui, sarebbe il proliferare dei batteri: la risposta immunitaria alterata verso quest’ultimi spiegherebbe secondo Aimetti il motivo per cui chi soffre di diabete sia più propenso a sviluppare il disturbo gengivale. Come detto, tuttavia, le due condizioni non si influenzano soltanto all’origine, ma anche durante il decorso delle stesse. L’eccesso di glucosio che si verifica nei diabetici può infatti favorire la distruzione del collagene parodontale. L’odontoiatra Luca Lione spiega però che questa connessione può rivelarsi anche utile, poiché la parodontite “è l’unica complicanza del diabete che, se curata, cura anche la patologia principale”. È dunque fondamentale aumentare la consapevolezza dei pazienti, motivo per cui, durante la Giornata Mondiale del Diabete, gli esperti daranno le giuste informazioni riguardanti la cura dell’igiene orale.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"