Covid Roma, allo Spallanzani 130 ricoverati. In città 600 contagi

Lazio

I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono fino a questa mattina 2.072

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma

 

Sono 130 i pazienti positivi al Covid ricoverati allo Spallanzani di Roma, di cui 23 si trovano in Terapia Intensiva. I nuovi casi a Roma sono a quota 600.

Tre persone sono state arrestate con l'accusa di frode nelle pubbliche forniture e truffa aggravata in relazione alla fornitura di cinque milioni di mascherine e 430mila camici destinati alla Protezione civile del Lazio.

Tamponi Covid con tanto di nomi e cognomi dei pazienti abbandonati in un parcheggio privato situato in prossimità della casa della salute "Santissimo Salvatore", assieme a materiale sanitario di ogni tipo, dai cerotti usati ai cateteri ancora pieni di urina. Lo hanno scoperto gli agenti della polizia locale di Palombara Sabina, borgo della provincia di Roma, a seguito di un controllo effettuato nelle pertinenze della struttura sanitaria (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI).

19:18 - Roma, contatto con positivo: Juan Jesus rimandato a casa

Juan Jesus non parteciperà alla gara con la Fiorentina di questa sera. Il brasiliano è rientrato nella Capitale in queste ore dopo aver scoperto di esser stato a contatto con un positivo. Il calciatore è stato isolato ed era risultato comunque negativo all'ultimo tampone effettuato prima di partire questa mattina per Firenze.

16:50 - Sindaco Fiumicino: “Irresponsabili raduni clandestini”

Calano i positivi a Fiumicino, ora 214, per effetto di molti guariti, 65, ma ci sono anche nuovi 40 positivi. Ed il sindaco Esterino Montino chiama tutti ancora una volta alla massima prudenza e responsabilità, citando "l'incoscienza di chi organizza raduni scellerati e di chi li frequenta". "L'ultimo report della Asl RM3 riporta un dato che sembrerebbe incoraggiante ma che deve scendere ancora - afferma Montino - Sebbene l'esperimento della pedonalizzazione di via di Torre Clementina, domenica scorsa, si sia dimostrato un successo, sono fatti come la discoteca clandestina ad Isola Sacra (chiusa dalle autorità 5 giorni, ndr) che destano molta preoccupazione. Un fatto gravissimo, segno di grande irresponsabilità e incoscienza sia da parte di chi organizza raduni scellerati del genere, sia da parte di chi li frequenta. L'ho detto e lo ripeto: serve la collaborazione di tutte e tutti. Adulti, giovani, anziani: nessuno deve sentirsi al sicuro né deve pensare di potere trasgredire le regole stabilite per limitare il contagio. Il virus cammina con le persone che si spostano, si assembrano, non usano la mascherina, non igienizzano le mani. Non viaggi da solo come se fosse indipendente dalle persone. Serve moltissima cautela, specialmente ora che abbiamo a che fare con varianti molto più contagiose e che già in molte aree del Paese stanno facendo registrare nuovi picchi di ricoveri. Stiamo imparando in questi giorni che non solo le Regioni, ma anche le città e le province possono diventare zone rosse. Facciamo di tutto per evitarlo".

16:05 - Al bar senza distanziamento e mascherine, 10 multati

Un gruppo di dieci persone è stato sorpreso ieri pomeriggio dai carabinieri davanti a un bar di Piazza dell'Esquilino. Mentre cinque consumavano bevande seduti ai tavolini, senza rispettare il distanziamento sociale, gli altri in piedi non indossavano la mascherina di protezione. I carabinieri hanno identificato il gruppetto, mentre il cameriere li serviva, e li hanno sanzionati tutti, per un totale di 2.800 euro. Successivamente i militari hanno notificato la chiusura di 5 giorni al titolare dell'esercizio commerciale.

16:01 - Scoperte due feste in centro, 15 ragazzi multati

Scoperte ieri notte dai carabinieri della Compagnia Roma Centro due feste nella Capitale. Sono 15 complessivamente i giovani multati. La prima festa è stata interrotta dai Carabinieri del Comando di Piazza Venezia, che sono intervenuti nel quartiere Monti per una segnalazione giunta al Nue 112 di musica ad alto volume proveniente da un appartamento in cui diverse persone erano intente a festeggiare. I carabinieri giunti all'indirizzo indicato hanno appurato che in effetti nell'appartamento era in corso una festa privata con 6 studenti del progetto "Erasmus" che frequentano diverse università di Roma. Poco prima della mezzanotte invece, i Carabinieri della Stazione Piazza Farnese sono intervenuti in un B&B e hanno interrotto una festa di compleanno di un 20enne romano. Il giovane non è riuscito a spegnere le candeline del suo 21esimo compleanno poiché i militari lo hanno identificato e sanzionato insieme ai suoi 8 invitati. Tutti i 15 giovani sono stati sanzionati in violazione della normativa per contenere il contagio da Covid19.

15:00 - Raggi: “Musei restino aperti nel weekend”

Abbiamo bisogno che si riaprono i musei anche nel fine settimana" anche con "regole rigidissime". Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi parlando di "impoverimento culturale" durante l'audizione in commissione Bilancio della Camera sul Recovery plan. La prima cittadina ha ribadito anche l'appello per far rimanere aperti i ristoranti a Roma anche la sera "con le stesse regole che si seguono a ora di pranzo". L'obiettivo, secondo la sindaca, è dare una boccata d'ossigeno alle attività.

14:02 - Spallanzani, 130 ricoverati, finora 2072 dimessi

Sono 130 i pazienti positivi al Covid ricoverati allo Spallanzani di Roma, di cui 23 si trovano in Terapia Intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono fino a questa mattina 2.072. E' quanto emerge dal bollettino di oggi dell'istituto. 

13:36 - Roma, trovati in discarica abusiva tamponi con identità pazienti

Tamponi Covid con tanto di nomi e cognomi dei pazienti abbandonati in un parcheggio privato situato in prossimità della casa della salute "Santissimo Salvatore", assieme a materiale sanitario di ogni tipo, dai cerotti usati ai cateteri ancora pieni di urina. Lo hanno scoperto gli agenti della polizia locale di Palombara Sabina, borgo della provincia di Roma, a seguito di un controllo effettuato nelle pertinenze della struttura sanitaria. Una vera e propria discarica abusiva, con decine e decine di sacchi contenenti rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi. L'area è stata prontamente posta sotto sequestro, e il titolare è stato denunciato alla procura di Tivoli, competente per territorio. Dei fatti è stata informata anche la direzione sanitaria del presidio ospedaliero, nonché la direzione generale della Asl Roma 5, da cui dipende la gestione del nosocomio che è comunque estraneo ai fatti, dal momento che il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti ospedalieri è affidato ad una ditta esterna

10:25 - Inchiesta su fornitura mascherine, tre arresti a Roma

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno eseguito l'ordinanza di applicazione di tre arresti ai domiciliari nei confronti di tre persone (A.A., V.F., imprenditore già attivo nel settore dell'editoria, e D.R.) indagate, a vario titolo, per frode nelle pubbliche forniture e truffa aggravata in relazione alla fornitura di cinque milioni di mascherine e 430 mila camici destinati alla Protezione civile del Lazio. Disposto anche un sequestro preventivo di quasi 22 milioni di euro. Nei confronti di A.A. e V.F. c'è anche l'accusa di traffico di influenze illecite. Disposta anche nei confronti di una società milanese la misura interdittiva del divieto di contrarre con la Pubblica Amministrazione.
"A seguito di una segnalazione dell'agenzia Regionale della Protezione Civile del Lazio alla procura di Roma, i finanzieri del Gruppo tutela spesa pubblica del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria - è detto in una nota della Gdf - hanno ricostruito le vicende relative alla fornitura di 5 milioni di mascherine FFP2 e 430 mila camici alla Regione Lazio da parte della società nella prima fase dell'emergenza sanitaria (tra marzo e aprile 2020), per un prezzo complessivo di circa 22 milioni di euro". A fronte "dei contratti sottoscritti, che prevedevano la consegna di dispositivi di protezione individuale marcati e certificati Ce, rientranti nella categoria merceologica di prodotti ad uso medicale, l'impresa milanese facente capo ad A.A., che fino al mese di marzo 2020 era attiva soltanto nel settore dell'editoria ha, dapprima fornito documenti rilasciati da enti non rientranti tra gli organismi deputati per rilasciare la specifica attestazione e, successivamente, per superare le criticità emerse durante le procedure di sdoganamento della merce proveniente dalla Cina, ha prodotto falsi certificati di conformità forniti da D.R. anche tramite una società inglese a lui riconducibile, ovvero non riferibili ai beni in realtà venduti". 

7:32 - Nel Lazio 1.188 nuovi casi, Roma a quota 600

Nel Lazio su oltre 11 mila tamponi (+2.327) e oltre 26 mila antigenici per un totale di oltre 37 mila test, si registrano 1.188 casi positivi (+144), 29 i decessi (+1) e +1.087 i guariti. Diminuiscono i ricoveri, mentre aumentano i casi, i decessi e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale e' al 3%. I casi a Roma sono a quota 600.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.