Coronavirus a Roma, allo Spallanzani ricoverati 110 pazienti positivi

Lazio

"Di questi, 14 pazienti necessitano di Terapia Intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 713". E' quanto emerge dal bollettino odierno dell'Istituto Spallanzani. Nel Lazio 195 nuovi casi, di cui 135 nella Capitale. Da domani primi tamponi rapidi nelle scuole

 

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma

 

"In questo momento sono ricoverati presso il nostro Istituto 110 pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2. Di questi, 14 pazienti necessitano di Terapia Intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 713". E' quanto emerge dal bollettino odierno dell'Istituto Spallanzani. Intanto il direttore sanitario Francesco Vaia ha fatto sapere che "Entro questo fine settimana daremo il via alla validazione del test salivare".

Nel Lazio oggi si registrano 195 nuovi casi, di cui 135 a Roma. Intanto, il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, apre alla possibilità di incrementare il numero di spettatori negli stadi: "All'Olimpico, ad esempio, penso che l'ingresso potrebbe essere consentito a circa 20 o 25 mila tifosi”, ha dichiarato. (DIRETTA)

18:21 - Sileri: “All’Olimpico ok anche con 20-25 mila tifosi”

"Gli stadi si possono portare a un terzo della capienza" e "all'Olimpico a Roma l'ingresso potrebbe essere consentito anche a 20-25 mila tifosi". Lo ha affermato il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri intervenendo alla trasmissione di Rai Radio 1, Un Giorno da Pecora. "Nel momento in cui si mantengono due metri di sicurezza, con regole precise, si vietano gli abbracci, con l'utilizzo della mascherina e degli igienizzanti, io penso che l'ingresso ai tifosi si può portare ad un terzo della capienza dello stadio. Nel caso dell'Olimpico, ad esempio, che può contenere circa 80 mila persone - ha detto - penso che l'ingresso potrebbe essere consentito a circa 20 o 25 mila tifosi”.

18:08 - Da domani tamponi rapidi nelle scuole

"La Asl Roma 4 ha comunicato che partiranno domani i primi tamponi rapidi antigenici nelle scuole. Il primo intervento è stato programmato nel liceo scientifico Vian ad Anguillara". Lo comunica l'Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio. "E' stata inviata dalla direzione dell'istituto una circolare ai genitori per raccogliere l'adesione volontaria al test che è stata molto buona - prosegue l'Unità di Crisi -. Da domani mattina inizieranno le attività di testing che proseguiranno a rotazione con gli altri istituti del territorio”.

17:10 - Nel Lazio oggi 195 casi, 135 sono a Roma

"Su oltre 9 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 195 casi, di cui 135 a Roma, e tre decessi". Così l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. "Mantenere alta l'attenzione, ci attendiamo lieve incremento RT, ma sotto il Valore 1" aggiunge l'assessore ricordando che "dal 24 settembre saranno distribuite le prime 400 mila dosi del vaccino antinfluenzale alle Asl. L'obiettivo è quello di vaccinare 2,4 milioni di cittadini". L'assessore ha poi aggiunto che è "attivo presso l'ospedale Sant'Eugenio il nuovo drive-in pediatrico nella fascia di età compresa tra 0-6 anni in collegamento con l'ospedale pediatrico Bambino Gesù punto di riferimento per tutte le attività pediatriche (accesso presso il centro prelievi da viale Rhodesia). Attivo anche il drive-in presso l'IRCCS Santa Lucia (Asl Roma 2 - ingresso da via Ardeatina 354) con l'obiettivo di incrementare la sicurezza e l'inclusione delle persone con disabilità”.

15:32 - Sindaco di Fiumicino: picco positivi, oggi 30

Fiumicino tocca il picco, dall'inizio dell'emergenza sanitaria, di positivi al Covid 19: ora sono 30. È il quarto rilevamento consecutivo della Asl RM 3 con contagi in crescita tra i residenti nel comune costiero. "I numeri continuano a salire in maniera preoccupante - spiega il sindaco Esterino Montino - e oggi registriamo 30 positivi e 27 persone in sorveglianza attiva". "Non abbiamo mai toccato queste cifre, neanche nel periodo del lock down - sottolinea Montino - e questo deve allarmarci tutti". "Si tratta soprattutto di persone asintomatiche o paucisintomatiche (ovvero con pochi sintomi come perdita del gusto, qualche linea di febbre, diarrea) - spiega il sindaco - ma comunque in grado di contagiare altri e con un'infezione che dura mediamente 15 giorni. Nella stragrande maggioranza di casi sono persone di rientro dalle vacanze che, tornando in famiglia, contagiano gli altri componenti e creano dei veri e propri cluster familiari". "E' una situazione complicata che richiede l'attenzione di tutti - aggiunge Montino -. Leggo polemiche sulle scelte fatte nel rispetto delle linee guida del Governo con lo scopo di contenere il più possibile il contagio, ad esempio sul trasporto scolastico. Bisogna capire che tutte e tutti siamo chiamati a fare quello che è nelle nostre possibilità e nella nostra disponibilità per evitare che la situazione peggiori". "Non aspettiamo che sia sempre qualcun altro a fare le cose per noi - incalza il sindaco -: se vediamo un assembramento richiamiamo gli altri a mantenere le distanze e di indossare sempre la mascherina, specialmente quando non è possibile stare lontani, stiamo molto attenti all'igiene delle mani".

14:48 - Spallanzani, ok a test salivari entro fine settimana

"Entro questo fine settimana daremo il via alla validazione del test salivare". Lo ha confermato il direttore sanitario dello Spallanzani, Francesco Vaia, al programma 'Radio Anch'io' su Rai Radio1, in merito ai test messi a punto per rilevare la positività al Coronavirus. Vaia ha sottolineato che "non solo è assolutamente affidabile, ma anche poco invasivo".

14:30 - Spallanzani: "Ricoverati 110 pazienti, ad oggi dimessi in 713"

"In questo momento sono ricoverati presso il nostro Istituto 110 pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2. Di questi, 14 pazienti necessitano di Terapia Intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 713". E' quanto emerge dal bollettino odierno dell'Istituto Spallanzani.

7:01 – In Lazio 238 casi, è dato più alto di sempre

Sono 238 i casi di Covid 19 registrati nelle ultime ore nel Lazio, si tratta del dato più alto registrato finora. "C'è una ripresa, anche se in un quadro completamente diverso: prevalgono gli asintomatici e i cluster famigliari" ha sottolineato l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato commentando l'ultimo bollettino.

"Su oltre 9 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 238 casi, di questi 141 sono a Roma e quattro i decessi. Numeri che non ci consentono di abbassare la guardia come diciamo da giorni", ha aggiunto D'Amato. "E' fortemente monitorata la zona del Sud Pontino. Sono operativi presso gli scali di Fiumicino e Ciampino i test per gli arrivi da Parigi e altre zone della Francia"

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24