Coronavirus Roma, positivi 3 giovani di ritorno da una vacanza a Capri

Lazio

Dopo la notizia di positività è stata subito messa in moto l'indagine epidemiologica attraverso il personale della Asl in servizio nell'isola per tracciare i movimenti e individuare eventuali contatti stretti. L'azienda sanitaria tranquillizza: "Non esistono al momento ragioni d'allarme"

Tre ragazzi di Roma che nell'ultimo weekend erano in vacanza nell'isola di Capri sono risultati positivi al Coronavirus (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE - L'EMERGENZA A ROMA E IN CAMPANIA). A quanto si apprende facevano parte di una comitiva di otto giovani romani, quattro ragazzi e quattro ragazze, che hanno soggiornato in una casa vacanza dal 16 al 19 luglio. Lo si apprende da fonti della Asl Napoli 1, che rassicura: "Non esistono al momento ragioni d'allarme". Da lunedì 20 luglio a Capri è in vigore un'ordinanza che prevede l'obbligo della mascherina anche all'aperto, caso unico in Italia.

In corso l'indagine epidemiologica

approfondimento

Coronavirus, a Capri mascherina anche all'aperto: è l'unica in Italia

Dopo la notizia di positività è stata subito messa in moto l'indagine epidemiologica attraverso il personale della Asl in servizio nell'isola per tracciare i movimenti e individuare eventuali contatti stretti. I tamponi sono stati effettuati a Roma al rientro dei ragazzi poichè uno dei turisti aveva la febbre. Il Dipartimento di Prevenzione ha ricostruito anche il percorso di una giovane del gruppo che, prima di arrivare a Capri, si è recata in un'altra località balneare campana, mentre a breve saranno concluse anche le indagini epidemiologiche sugli altri due turisti.

Sull'isola, intanto, sono state individuate altre due persone giunte da Dubai alcuni giorni fa ed entrate in contatto con alcuni positivi durante il volo. I due turisti e le persone che li hanno accolti in una casa privata sono risultati negativi al tampone, ma restano tutti in quarantena.

 

L'Unità di Crisi: "I ragazzi sono in isolamento"

"È stato già effettuato il contact tracing -  fa sapere l'Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio -. Al rientro dei ragazzi nella Capitale due sono risultati febbrili la sera del 20 luglio e il 21 luglio sono stati eseguiti tutti i tamponi. I risultati dell'indagine epidemiologica, ancora in corso, sono di tre casi positivi già in isolamento così come gli altri componenti della comitiva che sono stati tutti rintracciati e posti in quarantena - prosegue l'Unità di Crisi -. Sono state già inviate le notifiche alle competenti Asl della Campania così come al Ministero della Salute attraverso il Seresmi".

Roma: I più letti