Coronavirus Roma, ristoratori: “90% delle attività in centro non riapre adesso”

Lazio
©Ansa

L’obiettivo è ripartire il 12 giugno: “Fintanto che non riaprono gli hotel, inutile riaprire in una situazione del genere, senza clienti”, riferiscono. Intanto, allo Spallanzani ricoverati 106 pazienti, di cui 52 positivi. Finora dimesse dall'istituto 440 persone. In regione 39 nuovi casi

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma

 

"Il 90% dei ristoranti del centro storico di Roma non riapriranno in questi giorni. Se il locale di quartiere ha qualche chance, il nostro prossimo step invece è il 12 giugno, vediamo per quella data cosa succede". A dirlo è Gianfranco Contini, portavoce de 'La Voce dei locali di Roma' nel giorno in cui nel Paese ripartono molte delle attività rimaste chiuse durante il lockdown.

Intanto, tramite il bollettino odierno, lo Spallanzani di Roma ha riferito sono 106 i pazienti ricoverati "di cui 52 positivi al Covid 19 e 54 sottoposti a indagini. Dieci pazienti necessitano di supporto respiratorio. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o in altre strutture territoriali sono a questa mattina 440". 

Si chiama Open! il progetto con cui la Gnam di Roma ha voluto riaprire quest'oggi i battenti. Una ventina gli ingressi contati a metà giornata. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - LA NUOVA AUTOCERTIFICAZIONE)

19:29 - Raggi: “A Ostia confronto civile nonostante minacce”

"Questa mattina sono stata a Ostia, al mercato di via Orazio dello Sbirro. Ho avuto modo di vedere le nuove scritte droplet che stiamo realizzando in tutta la città e grazie alle quali sarà più facile per i cittadini mantenere la distanza di sicurezza nei luoghi potenzialmente più affollati". Così su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi. "Sono riuscita a confrontarmi, in maniera democratica e civile, con i commercianti della zona - aggiunge - Ho potuto ascoltarli e raccogliere le loro richieste, nonostante le urla di alcuni fascisti di Casapound che con pesanti minacce hanno tentato invano di bloccare la visita. In questa fase stiamo lavorando per sostenere negozianti e titolari di bar e ristoranti, per supportare tutti coloro che in questi mesi hanno subito duri contraccolpi a causa dell'emergenza sanitaria. Noi continuiamo a impegnarci e a essere aperti al dialogo con i cittadini come abbiamo sempre fatto - conclude - La priorità è ripartire in sicurezza e in tempi brevi".

17:51 - Nel Lazio 39 positivi e 117 guariti 

Nel Lazio si registrano oggi 39 casi positivi e di questi 19 a Roma. Il numero dei guariti nelle ultime 24h è cresciuto di 117 unità (3.031 totali) e si confermano circa il triplo dei nuovi positivi. I decessi sono stati 6 nelle ultime 24h e i tamponi totali eseguiti sono stati circa 210 mila. Lo riferisce l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato. Dei casi finora confermati nel Lazio circa il 30% è asintomatico.

17:42 - A Roma restano chiuse le aree giochi per bambini

Restano chiuse le aree giochi nei parchi di Roma. Lo prevede un'ordinanza della sindaca di Roma Virginia Raggi, pensata per garantire il massimo livello di sicurezza per i bambini, a seguito delle nuove disposizioni previste dal Governo nazionale. Nel nuovo Dpcm, infatti, la riapertura di queste aree è consentito solo dopo approfondite operazioni di sanificazione di tutte le strutture e dei giochi. Le norme nazionali esigono quindi un piano di intervento specifico che va gradualmente attuato mentre le aree in questione rimarranno temporaneamente inaccessibili.

16:20 - File davanti alcune stazioni metro a Roma 

File stamattina fuori ad alcune stazioni della metro di Roma nel giorno delle nuove aperture della Fase 2. Passeggeri in coda all'alba all'esterno di alcune fermate in attesa di poter salire sul primo treno. Gli ingressi in metro come sui bus della Capitale sono contingentati. A verificare che non si creino assembramenti ai capolinea dei bus anche agenti della polizia locale. In mattinata si è registrato un guasto su un treno della metro C che ha provocato un rallentamento alla circolazione. Diversi cittadini in queste ore stanno postando sui social foto di vagoni e banchine con passeggeri che si trovano a distanza ravvicinata. Secondo quanto si è appreso, al momento non vengono rilevate criticità e gli ingressi sono contingentati come previsto.

16:00 - La Gnam riparte con Open!

Si chiama, non a caso, “Open!”, aperto, il progetto che prende via oggi alla Galleria Nazionale d'Arte moderna e contemporanea di Roma, che - come tante altre attività - riapre i battenti dopo più di due mesi di lockdown. "Non abbiamo perso tempo. Eravamo pronti e non abbiamo guardato se fosse lunedì o martedì. Per noi l'importante era non solo riaprire, ma rimettere in assetto tutto il museo. E anzi, oggi era il miglior modo per iniziare: di lunedì e il 18 maggio, nella Giornata Internazionale dei Musei”. La direttrice del museo, Cristiana Collu, non nasconde la sua felicità per quello che definisce “un nuovo inizio". Una ventina gli ingressi contati a mezzogiorno.

15:23 - Sindaco Fiumicino: “Da attività voglia di ripartire”

"Nel primo giorno di riapertura, tra l'altro, di bar e ristoranti, ho fatto un giro di verifica per capire come vanno le cose. Ho visto tavoli distanziati, persone rispettose delle regole e tanta voglia di ripartire". Lo afferma il sindaco di Fiumicino Esterino Montino, al termine di un sopralluogo in diverse attività di ristorazione e commerciali, che hanno riaperto oggi. Il primo cittadino ha dialogato con i titolari di diversi esercizi, raccogliendo preoccupazioni, suggerimenti e richieste di sostegno per la ripresa.

15:29 - Ristoratori Roma: "90% in centro storico non riaprirà adesso"

"Il 90% dei ristoranti del centro storico di Roma non riaprirà in questi giorni. Se il locale di quartiere ha qualche chance, il nostro prossimo step invece è il 12 giugno, vediamo per quella data cosa succede: se non verrà rinnovata la cassa integrazione saranno licenziati i dipendenti o seguiremo la linea che adottano gli alberghi, che riapriranno il primo settembre o il 31 dicembre, a seconda dei flussi turistici. Fintanto che non riaprono gli hotel, inutile riaprire in una situazione del genere, senza clienti". Lo ha riferito Gianfranco Contini, portavoce de 'La Voce dei locali di Roma', movimento nato da alcune settimane durante l'emergenza Covid. "Anche i pochi negozi di vicinato del centro che hanno riaperto non hanno incassato nulla - prosegue Contini -. Bar e ristoranti del centro lavorano con il turismo e con gli uffici. Se il turismo è fermo e gli uffici sono in smart working non si lavora. Le poche attività che oggi hanno aperto richiuderanno di nuovo. Finché non aprono gli hotel e frontiere al centro la situazione rimarrà questa. Dobbiamo sperare che la curva dei contagi non risalga, che è la cosa principale, che presto ci sia l'apertura delle frontiere e che si possa tornare a lavorare in condizioni di quasi normalità".

14:39 - 24enne positivo denunciato a Rieti: era in piazza

Un 24enne, positivo al Coronavirus, che doveva rimanere obbligatoriamente in isolamento domiciliare, è stato denunciato dalla Polizia dopo essere stato identificato, in compagnia di tre suoi amici, nella piazza centrale di Rieti. Il giovane, secondo quanto riferisce una nota della questura reatina, è stato fermato sabato sera da un equipaggio del reparto Volanti impegnato nei controlli legati alle misure di contenimento che erano ancora in atto. Il giovane, oltre a essere stato invitato a rientrare a casa, è stato denunciato in stato di libertà e dovrà rispondere dell'inosservanza del divieto assoluto di allontanarsi dalla propria abitazione, violazione che, in caso di condanna, prevede, oltre a una sanzione, anche la detenzione in carcere. Gli altri 3 giovani che si trovavano con lui sono stati sanzionati, dovranno sottoporsi al tampone e al momento, come disposto dalla Asl di Rieti, si trovano in isolamento domiciliare.

14:20 - S.Cecilia: a fine giugno evento con Musica per Roma 

Un grande evento che vedrà insieme Santa Cecilia e Musica per Roma nella Cavea dell'Auditorium tra la fine di giugno e l'inizio di luglio. A questo appuntamento sta lavorando l'Accademia Nazionale per inaugurare la ripartenza dei concerti, ma solo se ci saranno garanzie e indicazioni chiare sui protocolli da adottare per la sicurezza degli artisti e del pubblico. È la previsione - e la speranza - del presidente Michele Dall'Ongaro che sta studiando da tempo con i suoi collaboratori il pacchetto di iniziative da mettere in campo per la ripresa dell'attività. Il numero uno di Santa Cecilia si augura inoltre che si possa dare il via nella Cavea dal 9 luglio all'esecuzione integrale delle sinfonie di Beethoven dirette da Antonio Pappano con il gran finale riservato alla celebre e simbolica Nona in uno spazio di Roma indicato dall'amministrazione capitolina. 

13:47 - Raggi: “Riprendono rimozioni ceppi alberi strade Roma”

"Sono ripartiti gli interventi di rimozione dei ceppi degli alberi presenti sulle strade di Roma, dopo l'interruzione causata dall'emergenza coronavirus. Si tratta di operazioni che vengono realizzate senza produrre danni alle strade o agli edifici e che consentono di piantare nuovi alberi senza fare altri scavi". Così su Facebook la sindaca di Roma Virginia Raggi. "Tante - spiega - le strade interessate nelle prossime settimane dagli interventi".

13:35 - A Fiumicino riaperti la metà dei ristoranti 

Circa la metà dei ristoratori di Fiumicino, tra preoccupazione ma anche fiducia nella ripresa, ha riaperto oggi le attività, pronti a riaccogliere i clienti "in totale sicurezza" e dopo aver postato foto con i "primi clienti" e dei locali in modalità "Fase 2". Molti gli incoraggiamenti da parte di cittadini sui social, rivolti anche ad altri tipi di attività commerciali. Nel centro storico, lungo il porto canale, nella Darsena portuale e sul Lungomare della Salute è ripresa oggi l'attività in circa la metà dei locali (il lunedi per diversi è anche il tradizionale giorno di chiusura settimanale), ma alcuni, compresi noti esercizi, riapriranno tra domani e giovedi, per poter completare tutte le prescrizioni per le misure di sanificazione, sicurezza e distanziamento, con la riduzione dei "coperti". Pochi, come prevedibile, i clienti, 4-5 in media a locale a pranzo. Il sindaco Esterino Montino, intorno alle 13, ha compiuto un sopralluogo in diversi locali.

13:20 - Unità di crisi del Lazio: "Dei positivi 30% asintomatici"

"Dei casi finora confermati nel Lazio circa il 30% è asintomatico, il sistema li scova. Per quanto riguarda la distribuzione dei casi il 16% è ricoverato in una struttura sanitaria, il 39% è in isolamento domiciliare e l'1% è in terapia intensiva. I guariti sono il 36%. L'età mediana dei casi positivi è 57 anni. Il sesso è così ripartito: il 47% sono di sesso maschile e il 53% di sesso femminile. I casi positivi sono così distribuiti: il 39% è residente a Roma città, il 32,2% nella Provincia, l'8,4% a Frosinone, il 5,2% a Rieti, il 6% a Viterbo e il 7,6% a Latina. L'1,5% proviene da fuori Regione". Lo comunica l'Unità di Crisi della Regione Lazio.

13:10 - Aperto salotto dello shopping a Roma, mille negozi scioperano

A Roma diversi commercianti, tra ristoratori e negozi nel campo dell'abbigliamento, sono rimasti chiusi nonostante la riapertura prevista da oggi nel Dpcm sulla fase 2. Il motivo dello 'sciopero' è dovuto - spiega Giulio Anticoli, uno dei commercianti - "alle proteste per le misure del governo insufficienti a far fronte ai debiti generati in queste settimane per affitti, bollette e tasse. E ora siamo alle prese con magazzini pieni di merce da pagare. Nella Capitale hanno aderito allo sciopero circa un migliaio di persone, di cui la metà sono ristoratori. Ma in tutta Italiaci sono diverse iniziative analoghe". Aperti i negozi delle vie del lusso a Roma, come quelli a via Condotti, via Frattina e via Borgognona, ovvero il salotto dello shopping capitolino.

12:55 - Ripartono anche sinagoghe,gioia comunità ebraica

"Boker Tov! Nonostante la giornata uggiosa, è questo per noi forse uno dei più belli lunedì di sempre! Le nostre sinagoghe hanno ripreso le proprie attività e noi siamo emozionatissimi". Anche la Comunità ebraica di Roma festeggia la Fase 2, con un post sul suo profilo Instagram associato a una foto di questa mattina del Tempio maggiore, la famosa sinagoga di Roma visitata anche dai Papi, primo Giovanni Paolo II di cui si celebra oggi il centenario dalla nascita. Per effetto del Dpcm sul Coronavirus dell'8 marzo scorso, infatti, anche la sinagoga maggiore di Roma con l'annesso Museo Ebraico di Roma aveva chiuso al pubblico "fino a nuove disposizioni". Una decisione accolta anche dal rabbino capo di Roma, Riccardo Di Segni, che proprio quel giorno sui social aveva comunicato la decisione "sofferta", ma meditata anche in conseguenza di ragioni storiche con allusione ai grandi fenomeni di peste del '600 che colpirono gravemente la comunità ebraica romana, antica di 2.200 anni, una delle più antiche presenti fuori da Israele.

12:42 - Lo Spallanzani: "106 ricoverati, finora 440 dimessi"

In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma "106 pazienti, di cui 52 positivi al Covid 19 e 54 sottoposti a indagini. Dieci pazienti necessitano di supporto respiratorio. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o in altre strutture territoriali sono a questa mattina 440". Lo rende noto l'Istituto nel bollettino di oggi.

12:05 - Riaprono parrucchieri Roma, "caccia" a taglio e tinta

Clienti solo su prenotazione (meno del solito), alti costi per le sanificazioni e monouso spesso costosi o introvabili: a Roma, scoccate le 11, hanno iniziato a riaprire anche parrucchieri e centri estetici, una delle categorie di cui più si è sentita la mancanza. Per ora non tutti hanno i registri pieni per tutta la giornata, ma alla riapertura le poltrone sono tutte occupate. L'intervento più richiesto ai parrucchieri è il colore, ma anche il taglio. Mani e unghie vanno forte nei centri estetici e c'è chi ne approfitta per la prima "lampada" della stagione. 

11:37 - Rieti riparte con mega installazione urbana

Rieti torna al lavoro e a una graduale ripresa della vita sociale salutata dal sorriso di 21 tra imprenditori, commercianti, artigiani, operatori sociali e artisti che hanno prestato il loro volto alla campagna fotografica #DajeRieti. Da stamattina, lungo le mura medievali del capoluogo Sabino, da Porta d'Arce a Porta Cintia, si snoda un'installazione urbana pensata dalla Fondazione Varrone per ridare energia alla città.

11:19 - Riaperte spiagge per passeggiate sul litorale romano

Riaperte le spiagge del litorale romano a passeggiate, attività sportive acquatiche (surf, kite surf, canoa, vela in singolo, nuoto) e motorie, ma ancora no alla tintarella. Una ripartenza attesa sugli oltre 40 chilometri di costa tra Ostia, Fiumicino, Fregene, Maccarese e Passoscuro. Nelle prime ore del mattino è stato un avvio un po' in sordina, complice il tempo incerto, con una leggera pioggia a tratti. Poi via via, con un "timido" sole, le presenze, alcune decine, sugli arenili, sopratutto a Ostia (meno nella zona di Fiumicino) sono cresciute: famiglie con bambini a passeggio, c'è chi porta il cane a correre, chi fa running, qualcuno è in costume. In acqua hanno ripreso il largo tavole sup e qualche barca da diporto mentre non mancano pescatori sulle scogliere ed in riva. Via libera, oggi, anche per l'apertura di bar, tavole calde, ristoranti, all'interno degli stabilimenti balneari. Per le spiagge del Comune di Fiumicino, con i suoi 24 chilometri di costa, i controlli sono affidati ancora a polizia locale, protezione civile e forze dell'ordine mentre dal 25 maggio o dal giugno, quando potrebbe essere consentita anche la balneazione a mare, entreranno in campo una settantina di volontari delle associazioni di carabinieri, polizia e vigili del fuoco in congedo. 

11:17 - Paola De Micheli a Termini per verificare ripartenza

Sopralluogo della ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, alla stazione Termini per verificare i flussi di viaggiatori nel primo giorno delle riaperture della fase 2. La ministra si è recata in mattinata alla stazione e poi a bordo dell'autobus 90 è rientrata fino al Ministero di Porta Pia. La ministra ha trovato una buona organizzazione delle stazioni e dello stazionamento dei bus, con percorsi unidirezionali e di salita e discesa differenziati sui mezzi, e in generale una situazione tranquilla con persone molto disciplinate e flussi di viaggiatori bassi. 

10:34 - Nicola Zingaretti: "Meno polemiche e più fatti"

"Servono meno polemiche, più soluzioni, più fatti. Bisogna unire prudenza e responsabilità, solo questa aumenta la sicurezza". Lo dice parlando con La Repubblica il segretario del Pd e presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti. Per evitare tuttavia di far impennare di nuovo i contagi "l' attenzione dovrà essere massima quando incontreremo gli amici. In questi contesti siamo più rilassati, sono amici, ma non sappiamo se sono positivi". 

10:07 - Basilica aperta ma Piazza San Pietro resta chiusa

Anche se questa mattina è stata riaperta ai pellegrini la Basilica vaticana, resta invece chiusa piazza San Pietro. Ci sono dei "corridoi" transennati per entrare e uscire dalla basilica ma non è consentito l'accesso libero alla piazza.

9:50 - Daniele Leodori: "Idea saldi per tutto il periodo dell'emergenza"

"Dobbiamo essere attenti al fattore R-0, l'indice del contagio. Ma lottare anche per avere un F-0, cioè evitare che anche una sola azienda metta il cartello 'fallito' sulla serranda. Il governo ha bloccato i licenziamenti, però, dobbiamo scongiurare ulteriori ricadute. E difendere le imprese da usura e criminalità. Su questo servono misure straordinarie". Così su Facebook il vicepresidente della Regione Lazio Daniele Leodori. "Per esempio l'abbigliamento - aggiunge - è chiaro che dovremo dare un tempo lungo di moratoria per le vendite promozionali. I saldi, in sostanza. In modo che, così, i negozi riescano a determinare nuovi incassi. Io legherei le promozioni all'intera emergenza Covid. Naturalmente c'è bisogno del consenso dell'Assemblea, ma presto la giunta porterà al voto in Consiglio regionale un atto per dare alle aziende questa possibilità. Va ringraziato chi in questi mesi non ha mollato. Le imprese che all'improvviso si sono dovute fermare e i lavoratori che stanno reggendo questa non occupazione, un trauma psicologico per le famiglie e uno choc sociale senza precedenti. Ma possiamo e dobbiamo reagire tutti insieme, con i sindaci e gli enti locali".

9:45 - In Vaticano chiuse Grotte e Cupola

La Basilica vaticana ha riaperto, ma non le Grotte e l'accesso alla Cupola. C'è un problema di spazi e per la Cupola anche il fatto che si arriva in ascensore, spiegano gli addetti alla Basilica. A San Pietro è presente una squadra di sanificatori che interviene subito dopo la celebrazione di ogni messa.

9:44 - Roma riapre per fasce orarie, negozi scaglionati

Roma riapre per fasce orarie, progressivamente, per tipologia di esercizi: per primi gli alimentari, poi i laboratori non alimentari, mentre a metà mattinata gli attesissimi parrucchieri ed estetisti. Le fasce orarie decise dalla sindaca Virginia Raggi con una ordinanza valida da oggi al 21 giugno interessano le attività commerciali, artigianali e produttive autorizzate dal governo e dalla Regione. Per evitare flussi di persone troppo importanti le attività sono state divise in tre fasce di apertura e chiusura, dal lunedì al sabato: F1 sono gli esercizi di vicinato del settore alimentare, i laboratori alimentari, le medie e grandi strutture di vendita del settore alimentare, i panificatori, che potranno decidere fra due opzioni: F1A: apertura dalle 7 ed entro le 8 con chiusura entro le 15; F1B con apertura dalle 7 ed entro le 8 e chiusura dopo le 19 ed entro le 21.30. C'è poi la fascia F2 che comprende i laboratori non alimentari, con apertura nell'intervallo tra le 9.30 e le 10 con chiusura entro le 19. Infine la F3, cioè esercizi di vicinato, medie e grandi strutture di vendita non alimentare, acconciatori ed estetisti, phone center e internet point, con apertura tra le ore 11 e le 11.30 e chiusura dopo le 19 ed entro le 21.30.

8:54 - Parrocco della basilica di Sant'Eugenio: "Non piacevole ostia con guanti"

Una quindicina di fedeli ha partecipato stamattina alle 7:25 alla prima messa del calendario feriale della basilica di Sant'Eugenio, in viale delle Belle Arti, punto di riferimento dell'Opus Dei a Roma. Portone spalancato, acquasantiere vuote, transenne in plastica tra i banchi, fedeli distanziati e un solo celebrante per il ritorno alle funzioni "in presenza" di questa grande chiesa romana che con le disposizioni anti-Covid potrà fare entrare al massimo 100 fedeli. La comunione è stata distribuita dal celebrante con i guanti e i fedeli si sono disposti in fila davanti a lui per riceverla in mano. Al momento di comunicarsi hanno abbassato la mascherina. Un filo di emozione per il sacerdote che ha celebrato, don Josè Maria Galvan, che al termine, affiancato anche dal parroco Don Miguel Diaz Diaz, ha scambiato qualche impressione con giornalisti anche di testate internazionali. "I fedeli un po' ci mancavano, si facevamo le messe in streaming, ma vederli e sentirli vicini è un'altra cosa", spiega don Galvan. Inevitabile un commento sulla comunione, dal momento che per la prima volta nella storia l'ostia consacrata viene offerta con indosso guanti di protezione. "Certo - concede - con i guanti non è la stessa cosa, e poi bisogna avere molta cura nel maneggiarla, verificare anche dopo, quando si ripongono, che tutto sia ben sanificato. Non è piacevole, tuttavia è una necessità e sono sicuro che capisce bene anche il Signore. E poi - aggiunge - io prima ero un medico, quindi sono piuttosto abituato con i guanto". 

8:50 - Roma riapre, più traffico su Grande raccordo anulare

Traffico più intenso stamattina, giorno delle nuove riaperture della Fase 2 dell'emergenza Coronavirus, su alcuni tratti del Grande raccordo anulare di Roma, del tratto urbano dell'A24 in direzione centro e sulla diramazione Sud verso il centro della Capitale. In città si rilevano al momento rallentamenti su via del Foro Italico in zona Tor di Quinto, in entrambi i sensi di marcia, a causa di lavori. Qualche rallentamento anche su via Trionfale e via Prenestina. La polizia locale ha intensificato i servizi di viabilità e i controlli stradali sulle principali consolari e vie ad alto scorrimento come anche la vigilanza ai capolinea dei bus, nei parchi e sul litorale. Con l'avvio della fase 2, a partire dal 4 maggio sono scattati anche i nuovi orari di bus e metro, prolungati fino alle 23:30.

8:11 - Ha riaperto la Basilica di San Pietro

La basilica di San Pietro ha riaperto i battenti. Era chiusa ai pellegrini dal 10 marzo scorso. In basilica si erano svolte le celebrazioni pasquali con il Papa e ogni giorno c'è stata la recita del rosario con la presenza di piccoli gruppi di religiosi o persone del Vaticano. Ma l'accesso alla basilica e alla piazza era interdetto al pubblico da 69 giorni.

8:08 - Una decina fedeli a messa in una grande parrocchia di Roma

Una decina di persone hanno partecipato questa mattina a Roma nella parrocchia del Cristo Re, fra le maggiori della Capitale, che da un lato si affaccia sulla sede Rai di viale Mazzini, a una delle prime celebrazioni con il popolo dei fedeli dopo il lockdown imposto dall'emergenza coronavirus. Essenziali le misure per rendere la partecipazione in sicurezza. Il portone è spalancato per evitare che si tocchino le maniglie, all'ingresso è posto un gel igienizzante, e vige l'obbligo di mascherina. Una fedele non la ha e le viene fornita. I fedeli sono distanziati tra i banchi. La messa, nel grande edificio dalla capienza massima di 200 persone secondo le disposizioni anti-Covid, è iniziata puntuale alle 7 con un riferimento alla ripresa da parte del parroco, il quale ha menzionato anche il ricordo dei defunti di questi mesi. Tre in tutto i celebranti all'altare. Al momento della comunione, il parroco ha indossato mascherina e guanti. I fedeli si sono disposti in fila al centro della navata sotto l'altare dove il sacerdote li ha attesi per porgere dal calice con una pinza l'ostia nella mano. Al termine nessuno scambio di pace. Il rito si è concluso con "l'andate in pace". 

7:19 - Virginia Raggi: "Fatta impresa, 70mila buoni spesa erogati"

"Dopo cinque giorni dall'annuncio del premier Conte abbiamo cominciato a distribuire i buoni spesa: un'impresa mai vista. Su oltre 100mila domande ricevute, abbiamo erogato 70mila buoni spesa. Circa 30mila domande non sono state accolte perché non avevano i requisiti. A molti altri cittadini abbiamo destinato 45mila pacchi che il Comune ha acquistato spesa per le famiglie più bisognose". Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, a Non è l'Arena. La sindaca ha spiegato che "molte domande non sono state accolte perché c'è stato chi ha presentato domanda più volte, in alcuni casi modificando una lettera del codice fiscale".

7:13 - Virginia Raggi: "In arrivo ordinanza per aumento tavolini dei locali"

"Firmerò a breve un'ordinanza che consente ai gestori di bar e ristoranti di aumentare in poche ore lo spazio all'esterno dei loro locali, per i tavoli all'aperto". Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, a Non è l'Arena.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24