Allerta meteo Roma, la protesta dei presidi: "Scuole chiuse per un po' di pioggerella"

Lazio

La chiusura degli istituti è stata disposta ieri da un'ordinanza, ma il provvedimento ha suscitato le proteste dei dirigenti scolastici, che affermano: "Un danno d'immagine altissimo". La sindaca Raggi ha risposto sostenendo che "la vita umana vale più delle polemiche"

Le scuole sono rimaste chiuse oggi a Roma per effetto di un’ordinanza firmata ieri dalla sindaca, Virginia Raggi, vista l'allerta meteo che interessa la zona della Capitale (GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA). Una decisione che ha suscitato le proteste dei presidi degli istituti cittadini, secondo i quali "le scuole sono state chiuse per un po' di piggerella, con un danno d'immagine altissimo". "Al posto di chiudere le scuole - afferma il presidente dell'Associazione nazionale presidi di Roma, Mario Rusconi - dovevano essere mobilitati i municipi con i loro uffici tecnici per verificare lo stato delle scuole a rischio. Nell'ordinanza - aggiunge - c'è invece scritto che i presidi devono presidiare gli istituti, un'espressione vaga e ambigua che non c'e' nel contratto di lavoro dei dirigenti scolastici".

L’ordinanza della sindaca

Il Campidoglio, nella giornata di ieri, ha fatto sapere che “la sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato un'ordinanza per disporre nella giornata di venerdì 13 dicembre la chiusura di tutte le scuole di ordine e grado, parchi, cimiteri e ville storiche”. La decisione è stata presa per fronteggiare il rischio di allagamenti e limitare eventuali disagi, dopo che gli esperti hanno previsto “piogge con rovesci temporaleschi, la presenza di forti venti di burrasca con raffiche di tempesta e forti mareggiate lungo le coste”. Il brutto tempo sul Lazio dovrebbe iniziare nella tarda mattinata di oggi e andare avanti per le successive 24-36 ore (NEVICA AL NORD: LA FOTOGALLERY).

La risposta di Virginia Raggi

In serata la sindaca ha risposto alle polemiche: "Amministrare significa avere il coraggio di prendere anche decisioni giuste impopolari - ha scritto su Facebook - come chiudere le scuole quando c'è il rischio, attestato dai bollettini meteo della Protezione Civile, di una burrasca di vento che mette a repentaglio la sicurezza degli studenti. La vita umana vale più delle polemiche di qualche aspirante politico che pontifica sul 'danno altissimo di immagine alla scuola'".

Disagi alla viabilità

A causa del maltempo oggi sono rimasti chiusi anche i parchi, i cimiteri e le ville storiche della città. Nel corso della mattinata si sono registrati rallentamenti e allagamenti nelle strade della Capitale. In particolare, sono stati segnalati disagi alla circolazione su via della Magliana (all'altezza via Marchetti), in zona Verano, in piazza Bologna e nel quartiere Fleming. Traffico intenso, inoltre, da via Aurelia a via Flaminia e da via del Muro Torto a via Cristoforo Colombo. Inoltre, alcuni rami sono caduti nel quadrante nord della Capitale, in particolare nelle zone di Cassia, Boccea, Monte Mario, Aurelio e Parioli. A via Monte Parioli gli agenti, da quanto si apprende, hanno dovuto far fronte alla caduta di un albero come pure in via Moretti, dove si è resa necessaria la chiusura provvisoria della strada in attesa della sua rimozione. In questo caso sono stati danneggiati alcuni veicoli in sosta. (LE PREVISIONI PER OGGI)

L’allerta meteo

Ieri la sindaca Raggi, su Facebook, ha scritto: "Vi invito a limitare il più possibile gli spostamenti e a fare molta attenzione su strada. In seguito all'allerta maltempo diramata dalla protezione civile della Regione Lazio, domani (cioè oggi, ndr) le scuole a Roma, di ogni ordine e grado, rimarranno chiuse. Sono previsti forti piogge, raffiche di vento e mareggiate sulla costa. La sicurezza dei nostri figli e dei cittadini è la cosa che ci sta più a cuore".

Il Movimento 5 Stelle: "Scelta compiuta per la sicurezza dei bimbi"

"Mario Rusconi - scrive in un post il Movimento 5 Stelle Roma - pur di fare una comparsata in TV e vedere il suo nome scritto sui giornali, è disposto a tutto: anche far rischiare a bambini e studenti di farsi male a causa del maltempo. In alcune zone a Roma oggi le raffiche di vento hanno raggiunto anche i 100 km/h. Non gli interessa la sicurezza e l'incolumità dei cittadini. A noi sí, ci interessa e per questo è stata emanata l'ordinanza di chiusura delle scuole".
Nello stesso post il Movimento ricorda che "l'ordinanza di chiusura delle scuole" è stata emanata "dopo l'allerta meteo della Protezione civile della Regione Lazio. Consiglio a Rusconi di chiacchierare meno e lavorare di più. Ci sono stati sindaci in Italia che da inizio novembre hanno chiuso le scuole anche due volte ogni due tre giorni, al primo accenno di pioggia. Noi lo abbiamo fatto oggi perché era assolutamente necessario. ormai si strumentalizza tutto, anche la sicurezza. Basta!", conclude il post.

Roma: I più letti