Il governo Lega-M5S e l'ipotesi premier "terzo", il totonomi: GALLERY

Secondo le indiscrezioni, in un eventuale esecutivo giallo-verde il premier non sarà né Matteo Salvini né Luigi Di Maio, ma una figura terza. Tra le ipotesi Elisabetta Belloni e l’economista Guido Tabellini. Per i dicasteri Giorgetti, Bongiorno, Calderoli e Spadafora
  • Proseguono gli incontri tra il leader della Lega Matteo Salvini e quello del M5s Luigi Di Maio per un programma comune che sarà alla base di un eventuale governo giallo-verde. Oltre ai ministri, rimane ancora da chiarire chi sarà il presidente del Consiglio che, secondo indiscrezioni, potrebbe essere una figura terza. Tra i nomi quello di Elisabetta Belloni, Segretario della Farnesina, e quello di Michele Geraci, economista sostenitore di una possibile convivenza tra flat tax e reddito di cittadinanza - Verso il nuovo governo, quale premier: il totonomi. VIDEO
  • Si fa quindi sempre più insistente, secondo i media, la possibilità di un premier tecnico affiancato da Di Maio e Salvini, per i quali era stata avanzata anche l’ipotesi di una staffetta che, però, secondo le indiscrezioni, sembra ora improbabile. Il leader della Lega, secondo “La Stampa”, sarebbe riluttante anche ad accettare il ministero dell’Interno, mentre al leader pentastellato potrebbe andare il dicastero degli Esteri - Rebus nuovo governo: lo speciale
  • ©ANSA
    Tra i nomi che circolano per la presidenza del Consiglio c’è quello di Elisabetta Belloni, diplomatica di lungo corso e prima donna a ricoprire l’incarico di Segretario generale della Farnesina. L’ipotesi di un suo coinvolgimento in un governo era emersa anche in campagna elettorale nella futura possibile lista dei ministri del M5s - Verso il nuovo governo, quale premier: il totonomi. VIDEO
  • ©ANSA
    Figura gradita sia ai pentastellati che alla Lega è quella di Guido Tabellini, economista ed ex rettore della Bocconi. Secondo indiscrezioni ci sarebbe stato un contatto diretto con Luigi Di Maio, ma anche il Carroccio sarebbe favorevole a un suo incarico perché non si sarebbe mai troppo sbilanciato a favore delle politiche di austerità. Tuttavia, secondo “Repubblica”, il nome di Tabellini è circolato anche per un ipotetico incarico al ministero dell’Economia - Vertice Lega-M5S, Di Maio: ottimo clima, si scrive la storia
  • Anche Michele Geraci, 50enne siciliano economista e docente di Economia e Finanza in Cina, secondo le indiscrezioni piacerebbe sia a Di Maio che a Salvini: è uno dei pochi a sostenere la possibilità di una coesistenza tra flat tax e reddito di cittadinanza in un programma di governo (Foto tratta dal sito michelegeraci.com) - Verso il nuovo governo, quale premier: il totonomi. VIDEO
  • ©ANSA
    Nel toto-nomi entra anche un profilo internazionale come quello di Giampiero Massolo, diplomatico e presidente di Fincantieri e dell’Ispi. Il 63enne ha avuto esperienze professionali negli Stati Uniti, a Bruxelles e in Vaticano e sarebbe quindi una figura di garanzia sia per il presidente della Repubblica Sergio Mattarella sia per le cancellerie di tutto il mondo - Rebus nuovo governo: lo speciale
  • ©ANSA
    Sembra invece essere sfumato un possibile incarico a Palazzo Chigi per Giancarlo Giorgetti, capogruppo della Lega alla Camera. Il suo nome era stato avanzato come possibile premier, ma dopo la virata verso un incarico tecnico si è parlato di lui come possibile sottosegretario alla presidenza del Consiglio - Verso il nuovo governo, quale premier: il totonomi. VIDEO
  • Altri tre nomi del Carroccio circolano invece per i ministeri della Giustizia, per le Riforme e dell’Economia. Il primo è quello dell’avvocato penalista Giulia Bongiorno, eletta senatrice nelle file della Lega. Il secondo, invece, il vicepresidente del Senato ed ex ministro Roberto Calderoli. Infine, al Mef, potrebbe andare Armando Siri, senatore, economista e artefice dell’introduzione della flat tax nel programma della Lega - Vertice Lega-M5S, Di Maio: ottimo clima, si scrive la storia
  • Due pentastellati sarebbero invece in lizza per i dicasteri dello Sviluppo Economico e dei Rapporti con il Parlamento. Lorenzo Fioramonti, deputato, economista e docente all’Università di Pretoria, e Vincenzo Spadafora, fedelissimo di Di Maio ed ex presidente di Unicef Italia - Verso il nuovo governo, quale premier: il totonomi. VIDEO