Elezioni 2022, Berlusconi: "Penso che mi candiderò a Senato"

Politica

"Noi abbiamo detto che chi ha più voti proporrà al capo dello stato il nome del candidato premier, se sarà Giorgia Meloni, io sono sicuro che si dimostrerà adeguata al difficile compito. Ma la gara sul premier non mi appassiona", ha aggiunto il Cavaliere 

ascolta articolo

"Ci sto pensando perchè ho avuto pressioni da parte di tantissimi. Penso che alla fine mi candiderò al Senato così tutti quelli che me lo chiedono sarnno finalmente contenti". Così il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in un'intervista a Radio Anch'io, ha anche parlato dell'ipotesi di Giorgia Meloni premier: "Chi ha mai detto di no? Noi abbiamo detto che chi ha più voti proporrà al capo dello stato il nome del candidato premier, se sarà Giorgia, io sono sicuro che si dimostrerà adeguata al difficile compito", ha aggiunto. "Non sono appassionato a questa competizione mi interessano più le cose da fare: battaglia contro l'oppressione fiscale e burocratica", ha continuato Berlusconi (VERSO IL VOTO, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA).

"Flat tax graduale e no a nuovo deficit"

approfondimento

Elezioni, Berlusconi: mille euro agli apprendisti e no a nuovo deficit

"Quando nel 1994 il ministro Martino e io proponemmo la flat tax, abbiamo studiato 57 esperienze in altrettanti Paesi. Non è corretto dire che la flat tax costi di più, almeno nel medio periodo perchè l'evazione e l'elusione diventano meno convenienti, fa emergere il sommerso". Così il presidente di Forza Italia. "Noi pensiamo che la crescita faccia bene a tutti, è questa la differenza tra noi e la sinistra", ha aggiunto. "Noi siamo responsabili: procederemo con gradulità e nel rispetto dei conti pubblici. Non vogliamo certamente fare nuovo deficit", ha concluso.

Politica: I più letti