Parlamentarie M5s, scaduto termine autocandidature: Di Battista e Casalino non ci sono

Politica
©Ansa

Sulla posizione dell’ex deputato, Conte ha detto: “Non credo voglia rientrare nel Movimento, se vorrà farlo ne parleremo”. Fuori anche l’ex sindaca di Roma Virginia Raggi: “Rientra nel vincolo del doppio mandato”. I pentastellati: "Quasi 2mila autocandidature"

ascolta articolo

È scaduto il termine per la presentazione delle autocandidature alle parlamentarie da parte degli iscritti al Movimento 5 Stelle: Rocco Casalino e Alessandro Di Battista non saranno della partita. "Non credo sia un danno che non si siano candidati con il M5s. Spero che gli elettori smettano di appassionarsi delle persone ma si fidino di quello che uno vuole fare", ha detto Francesco Silvestri, nuovo capogruppo alla Camera del Movimento 5 Stelle. Fuori anche l’ex sindaca di Roma, Virginia Raggi: “Rientra nel vincolo del doppio mandato", ha detto Conte. Intanto il M5s ha fatto sapere di aver ricevuto quasi 2mila autocandidature per le parlamentarie. (VERSO LE ELEZIONI, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA).

Conte: “Se Di Battista vorrà rientrare ne parleremo”

leggi anche

Conte: "Non credo che Di Battista voglia rientrare nel M5s"

Sulla posizione di Alessandro Di Battista si era espresso in mattinata Giuseppe Conte: “Non si è iscritto al Movimento, non credo voglia partecipare alle parlamentarie e rientrare nel Movimento, se vorrà farlo ne parleremo”, ha detto il presidente del Movimento 5 Stelle. E secondo quanto riportato da AdnKronos, l'ex parlamentare non sarebbe candidabile tramite piattaforma. Resterebbe però aperta la porta, sempre secondo l’agenzia, per la possibilità di Di Battista di essere candidato tra i capilista che saranno scelti dallo stesso Conte.

Conte: “Raggi sta combattendo battaglie importanti a Roma"

Tra chi è rimasto fuori dalla corsa alla candidatura tramite parlamentarie c’è anche l’ex sindaca di Roma, Virginia Raggi: “Tecnicamente rientra nel vincolo del doppio mandato”, ha spiegato ancora Conte, sottolineando come l'ex prima cittadina della Capitale sia attualmente "presidente della commissione dell'Expo" e stia "combattendo delle battaglie importanti a Roma”. Sulla possibile candidatura dell'ex procuratore Nazionale Antimafia Cafiero De Raho, il presidente del M5s ha aggiunto: "Confermeremo quando presenteremo le liste".

M5s: “Quasi 2mila candidature per le parlamentarie”

leggi anche

Elezioni, ecco perché il Rosatellum obbliga alle alleanze tra partiti

Il M5s, in serata, ha comunicato i numeri della parlamentarie tramite un post su Facebook: “Quasi duemila cittadini hanno scelto di autocandidarsi per correre con il Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni politiche: 1165 per la Camera, 708 per il Senato e 49 per la circoscrizione Esteri”. "Con il presidente Giuseppe Conte”, continua ancora il post, “garantiremo candidature di alto profilo, espressione della migliore società civile per continuare a portare avanti in Parlamento tutte le nostre battaglie per i cittadini”.

Politica: I più letti