Elezioni amministrative, Meloni: "Centrodestra ha perso, vertice in settimana"

Politica

La leader di Fratelli d'Italia ammette la sconfitta e chiede un incontro alle forze del Centrodestra. Ma torna all'attacco: "La Sinistra ha trasformato la campagna elettorale in una lotta nel fango". E sull'astensionismo dice: "È un tema su cui tutte le forze politiche devono riflettere"

"Il Centrodestra esce sconfitto da queste elezioni amministrative, ne siamo tutti consapevoli". Giorgia Meloni, diversamente da Matteo Salvini, ammette la sconfitta. Per la leader di Fratelli d'Italia, questa tornata elettorale non è stata una débâcle, ma richiede una valutazione approfondita da parte del Centrodestra. "Fratelli d'Italia ha una particolare responsabilità e non intende sottrarsi. Bisognerà ragionare con freddezza, ma alcune valutazioni si possono fare a caldo", ha detto (LO SPECIALE DI SKY TG24 - LA DIRETTA ELETTORALE).

Presto un vertice del Centrodestra

leggi anche

Salvini commenta le elezioni comunali: più città al Centrodestra

Tra queste valutazioni c'è la certezza di aver vinto solo a Trieste e di aver perso nelle altre cinque grandi città. Meloni, per fare il punto della situazione, ha chiesto in conferenza stampa un vertice del Centrodestra in settimana. Sarà un incontro a tre tra Meloni, Salvini e Berlusconi. I tre si sono già sentiti al telefono, ma al momento non è stata ancora fissata la data della riunione. La leader di Fratelli d'Italia, intanto, sottolinea: "Il tema della leadership del Centrodestra non mi interessa, siamo tre partiti diversi, siamo in una fase in cui ci sono tre posizioni e mi sembra difficile che ci possa essere una persona che li possa comandare tutti. Sicuramente serve un maggior coordinamento".

Il nodo astensionismo

vedi anche

Ballottaggio elezioni comunali, i risultati: Roma e Torino al Csx

Tornando alla campagna elettorale, Meloni ha commentato: "La Sinistra l'ha trasformata in una lotta nel fango". La leader di Fratelli d'Italia ha anche espresso la sua opinione sull'astensionismo: "Penso che nessuna forza politica possa gioire se il sindaco di Roma viene eletto con il 24% dei voti dei cittadini che potrebbero votare. È un tema su cui tutte le forze politiche devono riflettere".

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24