Zingaretti: "Sì al Mes per puntare ad avere il miglior sistema sanitario del mondo"

Politica

Il segretario del Pd: "Fino a 36 mld di euro a tassi bassissimi ci permetterebbero di fare un grande salto nella qualità della sanità pubblica. Serve un piano nazionale che punti su ospedali, tecnologie e personale”. E sul vaccino: “Va prodotto su suolo italiano e dato a tutti quelli che ne hanno bisogno”

Il segretario del Pd, nonché presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ribadisce di essere favorevole al Mes e, in un intervento sul Sole 24 Ore, spiega come potrebbero essere utilizzati i fondi destinati all’Italia. "Dobbiamo puntare ad avere il miglior sistema sanitario d'Europa e del mondo, è un obiettivo credibile e possibile. Per farlo abbiamo bisogno di grandi investimenti e per questo il Mes è fondamentale". Secondo Zingaretti "fino a 36 miliardi di euro senza condizioni a tassi bassissimi ci permetterebbero di fare un grande salto nella qualità della sanità pubblica" (CORONAVIRUS, AGGIORNAMENTI LIVE - GLI ULTIMI SONDAGGI - LE GRAFICHE - LE REAZIONI: PLAYLIST - IPOTETICA "LISTA CONTE" AL 14,3% - VIDEO).

“Piano che punti su ospedali, tecnologie e personale”

approfondimento

Ultimi sondaggi politici YouTrend per Sky TG24: Lega in testa al 26,2%

Zingaretti propone di "chiamare le Regioni, la scienza medica, gli operatori per lavorare insieme a un piano nazionale di ricostruzione che punti su ospedali, territorio, tecnologie, personale sanitario”. Il segretario del Pd spiega perché, secondo lui, l’Italia dovrebbe accedere al Mes: "Nell'ultima asta dei titoli di Stato abbiamo emesso 14 miliardi di Btp a dieci anni con un rendimento dell'1,7%: se volessimo finanziarci per 36 miliardi di euro sul mercato ai tassi attuali ci costerebbe 580 milioni di euro in più all'anno per dieci anni rispetto al costo dell'accesso al Mes. Già solo questo rende chiaro che non dovremmo avere dubbi”.

“Vaccino va prodotto su suolo italiano”

approfondimento

Coronavirus e vaccino, a che punto è la guerra tra potenze mondiali

Intervenendo a Unomattina, su Rai1, Zingaretti ha affrontato anche il tema vaccino. ”Sta iniziando in questi giorni la sperimentazione sull'uomo. Siamo fiduciosi, è un grande tema scientifico. Sarà molto importante che il vaccino sia prodotto dall'industria farmaceutica italiana e sul suolo del nostro Paese. Dietro questa scoperta gireranno molti interessi: va reso pubblico e occorre darlo a tutti quelli che ne hanno bisogno”.

Politica: I più letti