Elezioni europee, Lega primo partito. Salvini: Europa cambia, il governo prosegue

Politica

Il vicepremier commenta i primi dati sul voto che danno il Carroccio come primo partito: "Useremo bene la fiducia". Sulla tenuta dell'alleanza con il M5s assicura: "Non usiamo consensi per regolare conti", ma chiede una "accelerazione sul programma di governo"

"Siamo il primo partito in Italia, adesso si cambia in Europa". Così Matteo Salvini in conferenza stampa dalla sede della Lega in via Bellerio a Milano ha commentato i primi dati sui risultati delle elezioni europee (RISULTATI IN ITALIA - IN EUROPALIVEBLOG - LO SPECIALE). Secondo il leader della Lega e vicepremier "le regole europee vanno cambiate, i vincoli europei vanno cambiati". "In attesa dei risultati definitivi, grazie grazie grazie da tutta la squadra. Grazie Italia useremo bene la vostra fiducia" ha detto Salvini. Il leader leghista poi rassicura sulla tenuta del governo: "Usiamo questi consensi non per regolamenti di conti interni: il mio avversario è la sinistra. Da domani si torna a lavorare serenamente" con gli alleati di governo, sottolinea. Poco prima, il leader della Lega aveva affidato la prima reazione a caldo, ai primi exit poll, a una foto condivisa su Twitter, dove appare con un cartello scritto a penna dove si legge "Primo partito in Italia, grazie".

"È nata una nuova Europa"

"È nata una nuova Europa, un nuovo rinascimento europeo fondato su lavoro, diritti e sicurezza", ha proseguito Salvini. "I dati ci danno ragione, la festa dura pochi minuti, ora è il momento della responsabilità. Abbiamo la missione storica di riportare al centro del dibattito europeo il diritto al lavoro, alla salute, alla vita, alla famiglia", ha affermato Salvini.

"Chiedo accelerazione sul programma di governo"

"Abbiamo subito attacchi quotidiani vergognosi, però la vita reale è più forte degli attacchi virtuali", ha aggiunto Salvini in conferenza stampa. "Gli alleati di governo sono amici e da domani che si torna a lavorare serenamente", ha detto ancora il leader della Lega, spiegando che "non chiederemo mezza poltrona in più in Italia". Poi Salvini ha sottolineato: "Chiedo un'accelerazione sul programma di governo. A livello nazionale non cambia nulla".

Salvini in conferenza stampa con il crocifisso

Salvini si è presentato in conferenza stampa con in mano il rosario che ha esibito dal palco del comizio di piazza Duomo con gli alleati sovranisti. E nel ringraziare gli elettori per il risultato della Lega, ha baciato il crocifisso (LA LIBRERIA NELLA FOTO DI SALVINI).

Molinari (capogruppo Lega): "Non metteremo in crisi il governo"

Ha commentato i primi dati sul voto anche il capogruppo della Lega alla Camera Riccardo Molinari:  “Visti i risultati mi sembra abbastanza chiaro" che sarà la Lega, nel governo, a indicare il nome del futuro commissario europeo, afferma. E sul destino del governo visti le tensioni con il M5s, assicura: “Non abbiamo intenzione di usare questo risultato per mettere in crisi il governo. Anzi, insieme M5s e Lega siamo oltre il 50%. Certo, il nostro risultato ci dà più forza per mettere al centro i nostri temi: dalle infrastrutture alla flat tax", afferma Molinari.

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24