Risultati ballottaggio Sicilia: vincono gli outsider

Politica

Tutti i favoriti sono stati sconfitti. A Ragusa il M5s ha perso dopo aver amministrato per 5 anni, a Siracusa vittoria del centrosinistra. Cateno De Luca conquista Messina, ma dovrà cercare un'intesa in consiglio comunale. TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Pronostici ribaltati in Sicilia, dove nei tre capoluoghi al voto vincono i ballottaggi gli outsider. Il M5s perde il comune di Ragusa, che aveva amministrato negli ultimi cinque anni. A Messina ha vinto Cateno De Luca. Bassa l'affluenza negli otto comuni al voto, pari al 40,1%%, in calo di 20,68 punti rispetto al primo turno (era stata del 60,78%). Oltre che nei capoluoghi Siracusa, Ragusa e Messina, si e' votato anche ad Acireale e Adrano in provincia di Catania, a piazza Armerina (Enna), Partinico (Palermo) e Comiso (Ragusa). (LO SPECIALE COMUNALI).

(TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

A Ragusa la sconfitta del M5s

A Ragusa il candidato del M5s e sindaco negli ultimi 5 anni, Antonio Tringali, è stato sconfitto da Giuseppe Cassì, appoggiato da liste civiche e da FdI, che ha capovolto il risultato del primo turno. Cassì ha ottenuto 13.492 voti, pari al 53,07%; il candidato del M5s si è fermato a 11.930 preferenze, pari al 46,93% dei voti. 

A Messina vince Cateno De Luca

A Messina Cateno De Luca, eletto deputato regionale con l'Udc e leader del movimento 'Sicilia vera', ha battuto il grande favorito Dino Bramanti, sostenuto dalla corazzata di centrodestra, staccandolo di circa trenta punti. Già dopo le prime sezioni scrutinate, De Luca si è recato in piazza Duomo dove ad attenderlo c'era una folla in festa. "È una grande vittoria contro la casta, le consorterie e le lobby politiche che hanno governato la città negli ultimi 30 anni, è stata una vittoria dei cittadini che hanno detto basta a questo sistema di potere che ha messo in ginocchio Messina, inizia ora una nuova stagione politico amministrativa", dice a caldo davanti al palazzo di città. Ora dovrà vedersela con un consiglio comunale dove non avrà una maggioranza. Anzi. Nessuna delle cinque liste civiche di De Luca al primo turno ha superato la soglia di sbarramento del 5%, per cui non è stato eletto alcun consigliere comunale.

A Siracusa il favorito è stato sconfitto

Sorpresa anche a Siracusa, dove il favorito Paolo Ezechia Reale, appoggiato dal centrodestra, riconosce la vittoria del rivale Francesco Italia, appoggiato dal centrosinistra. Reale ha ottenuto 16.153 voti; quasi 2mila voti in meno rispetto a Francesco Italia.

Politica: I più letti