Elezioni 2018, ultime ore per presentare le liste dei candidati

Politica

L’elenco del centrosinistra è stato pubblicato sul sito ufficiale del partito. Liste chiuse anche per il Movimento 5 Stelle, ma la presentazione si terrà a Roma. Il centrodestra non ha ancora riempito tutte le caselle, ma il grosso del lavoro è fatto. (LO SPECIALE)

Ultimo giorno per la presentazione delle liste in vista delle prossime elezioni del 4 marzo.  L’elenco dei candidati del centrosinistra alle prossime elezioni è pronto. È la "squadra migliore per vincere", secondo il segretario del Pd Matteo Renzi. Ma gli elenchi (pubblicati poi sul sito ufficiale del partito: qui la lista) hanno causato non pochi malumori, con la minoranza che non ha partecipato al voto. Liste chiuse, ma senza ufficialità, anche per il Movimento 5 Stelle. Esperienza definita da Luigi Di Maio “entusiasmante”. Il centrodestra non ha ancora riempito tutte le caselle delle candidature. Ma il grosso del lavoro è fatto.

M5s, appuntamento a Roma

"Per Renzi la composizione delle liste è stata un'esperienza devastante, per me è stata entusiasmante". Così, il candidato premier del M5S Luigi Di Maio, ha decretato la chiusura delle liste del Movimento. La squadra viene presentata al Tempio di Adriano. Sul palco Di Maio porterà i candidati "esterni" di punta che il M5S candiderà agli uninominali. Chiusa anche la parentesi delle parlamentarie. Le ultime limature hanno visto la cancellazione di ulteriori candidati. 

 

Nella Lega c’è Bossi tra i candidati

Umberto Bossi ce l'ha fatta: il fondatore della Lega è stato candidato a Varese. A renderlo noto è stato Matteo Salvini, che ha deciso di dare ancora spazio all'anziano leader. Sciolto il nodo del posto in lista per Bossi, Salvini è tornato a concentrarsi sulla campagna elettorale innescando da lontano un duello con il ministro dello Sviluppo Carlo Calenda.

Ampia quota di new entry in Forza Italia

Per i leader i posti sono già sostanzialmente decisi. Non ci sarà Silvio Berlusconi (prima volta dal 1992), incandidabile per la legge Severino. Non ci sarà nemmeno il candidato premier da lui indicato, Antonio Tajani, che presiede il parlamento europeo. Matteo Salvini sarà capolista nel proporzionale a Milano e anche in Liguria. Giorgia Meloni correrà a Roma. Maurizio Lupi, esponente di spicco della cosiddetta "quarta gamba" dei centristi, sarà a Milano nel proporzionale. Occhi puntati su Forza Italia, dove oltre alle tante riconferme c'è un’ampia quota di new entry: Adriano Galliani, Giorgio Mulè, Ylenia Citino e Matilde Siracusano solo per citarne alcuni. Possibile, tra i centristi, anche un ritorno dell'ex sindaco leghista di Verona Flavio Tosi. 

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24