Bimbo ucciso a Modica, indagato anche il padre biologico per maltrattamenti

Sicilia
©Ansa

 A fornire ulteriori elementi potrebbe essere il fratellino di Evan, di sei anni, che ha sempre vissuto in casa con la madre, nel corso di un un incidente probatorio che avrà luogo la prossima settimana

La Procura di Siracusa ha iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di maltrattamenti anche il padre biologico del piccolo Evan, il bimbo di 21 mesi di Rosolini, nel Siracusano, morto il 17 agosto all'ospedale di Modica, dov’era giunto con il corpo coperto di lividi. Dell’omicidio sono al momento accusati la madre, di 23 anni, attualmente in carcere a Messina, e il suo convivente, rinchiuso nel carcere siracusano di Cavadonna e ritenuto l’autore materiale. Entrambi devono rispondere di omicidio volontario e maltrattamenti. Secondo gli inquirenti, anche il padre, che dallo scorso gennaio vive a Genova, avrebbe maltrattato il figlio. A fornire ulteriori elementi potrebbe essere il fratellino di Evan, di sei anni, che ha sempre vissuto in casa con la madre, nel corso di un un incidente probatorio che avrà luogo la prossima settimana.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24