Coronavirus Sicilia, ricoverato a Catania un uomo positivo

Sicilia

Le sue condizioni di salute sono peggiorate e pertanto si è reso necessario il ricovero. La moglie e la figlia, pure loro positive ma asintomatiche, sono in isolamento domiciliare, nell'ambito della quarantena obbligatoria, nella loro casa di Marina di Ragusa

È stato ricoverato nel reparto di malattie infettive dell'ospedale San Marco di Catania il 42enne bengalese risultato positivo al Coronavirus dopo che ha effettuato il tampone insieme alla moglie e alla figlia nell'ospedale di Ragusa. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

15:40 – Il sindaco di Taormina: “Il Parlamento aumenti i ristori”

"Se il parlamento non aumenta questi ristori, i comuni turistici potranno chiudere i battenti e dichiarare il dissesto", ha detto il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, commentando la decisione del Ministero dell'Interno, a seguito dell'intesa raggiunta in Conferenza Stato-città ed autonomie locali valutando i contributi attribuiti a ciascun Comune a compensazione di alcune minori entrate. "Come avevamo ampiamente previsto, - prosegue Bolognari - si tratta di cifre assolutamente insufficienti, frutto di un errato calcolo delle perdite da parte dei comuni. Parliamo di meno del 20% del calo di entrate e questo non può essere tollerato. In particolare, l'imposta di soggiorno è stata calcolata in modo ridicolo, prevedendo per tutta l'Italia appena cento milioni, circa 25 centesimi a pernottamento con riferimento al 2019. Noi abbiamo un gettito per il 2019 che, invece, è di circa 3 euro a pernottamento: la sproporzione è grandissima. Se il Parlamento non porta almeno a 400 milioni questo ristoro, noi siamo disposti a proteste clamorose in difesa della realtà dei fatti e di un comparto, quello turistico, che ancora oggi, metà luglio, sta soffrendo gravemente".

15:18 – Cgil: “Servono tamponi e medico di scuola”

"È molto importante anche avere un quadro di quello che succederà dopo l'inizio della scuola: avere a disposizione tamponi e capire quello che si deve fare in caso di nuovi positivi. Chi se ne farà carico? Per questo è importante la figura di un medico di scuola, per rafforzare un presidio sanitario che segua le scuole", ha detto il segretario della Flc Cgil, Francesco Sinopoli. "La nostra preoccupazione - ha aggiunto Sinopoli - è che in merito alla gestione dell'emergenza nell'ambito scolastico, ci saranno soluzioni diversificate. C'è bisogno di una grande regia nazionale e di risorse destinate a tutti i territori. E i test sierologici vanno fatti prima dell'inizio della scuola".

15:07 - Bollino verde dell'Iss a Roga di Enna per la produzione di Dpi

Mascherine e visiere e certificate dall'istituto superiore di Sanità. È il riconoscimento ottenuto da Roga, società leader nel settore ortopedico, che ha ricevuto il 'bollino verde' dall'Iss per produrre i Dispositivi di protezione individuale (Dpi). Una partnership tra pubblico e privato che produrrà anche un incremento di posti di lavoro. Il laboratorio di produzione di mascherine e visiere è stato creato in un'ala delle officine ortopediche a Pergusa. La storica ditta ennese, attiva dal 1930, è infatti tra le aziende che hanno avuto accesso al programma del "CuraItalia Incentivi" promosso da Invitalia, agenzia del ministero dell'Economia per la crescita economica, pensato per adeguare la produzione nazionale di dispositivi medici e di protezione individuale durante l'emergenza epidemiologica. "Un progetto - spiegano da Roga - coerente con la missione dell'azienda di migliorare la qualità della vita delle persone e che da sempre è protagonista di investimenti a carattere benefico come una serie di protesi, di arti superiori e inferiore, donati a bambini ospiti di missioni nel sud dell'Africa. Per questo progetto l'azienda ha investito in impianti fortemente innovativi pensati per la produzione in Cad con grafica computerizzata , tra i quali spicca , in particolare, una stampante 3D industriale con tecnologia all'avanguardia".

14:17 - Mazara del Vallo, nuove regole per celebrazione eucaristia e matrimoni

Il prete celebrante non dovrà più indossare i guanti nel momento di dare la comunione ai fedeli, anche se dovrà continuare ad indossare la mascherina protettiva e igienizzare le mani, mentre gli sposi, nel corso del rito liturgico per la celebrazione del matrimonio, potranno fare a meno della mascherina. Sono alcune delle nuove disposizioni nell'ultimo decreto in materia di contrasto al Covid-16 del vescovo di Mazara del Vallo (Trapani), Domenico Mogavero. Tra le altre diposizioni nel nuovo decreto anche quella sulla comunione, con l'ostia che dovrà essere data "esclusivamente sulle mani" dei fedeli. E' consentita, poi, la celebrazione all'aperto di matrimoni e prime comunioni "solo quando i luoghi prescelti sono adiacenti alla chiesa parrocchiale e vengono utilizzati per le celebrazioni domenicali e festive". Una ulteriore novità riguarda la documentazione cartacea in preparazione al matrimonio: il vescovo Mogavero ha deciso che i documenti canonici già acquisiti nelle pratiche matrimoniali pendenti alla data dell'8 marzo e con scadenza di 180 giorni, vengono prorogati di 83 giorni, "atteso che con legge civile è stata disposta identica proroga per l'analoga documentazione". Via libera, infine, anche alla celebrazione delle prime comunioni, "riunendo i fanciulli a gruppi di 4 per volta". Rimane, invece, il divieto per il conferimento del sacramento della Cresima.

12:26 - Il Covid non ferma "Il Cortile - Festival" di Messina

Torna a Messina "Il Cortile-Teatro Festival". L'emergenza Covid-19 non ferma infatti la quarta edizione, che si terrà dal 13 luglio al 6 agosto prossimi, con cinque spettacoli nel Settecentesco palazzo Calapaj-D'Alcontres e tre performance 'site-specific'. "Una manifestazione che è stata definita un avvenimento magico in un luogo d'incanto, sospeso fra fantasia e realtà - dice Roberto Zorn Bonaventura, direttore artistico con la collaborazione di Giuseppe Giamboi - non poteva fermarsi dopo la drammatica esperienza della pandemia. Impossibile. Con tutte le restrizioni possibili e immaginabili, ci siamo. In questo 2020 iniziato nel peggiore dei modi, crediamo fermamente nella necessità e nella caparbietà di fare teatro". E nonostante la necessaria riduzione dei già pochi posti disponibili gli organizzatori rilanciano: aggiungendo ai cinque canonici spettacoli anche tre performance 'site-specific', cioè create proprio per il luogo che le ospiterà. 

7:32 - Ricoverato a Catania bengalese positivo

È stato ricoverato nel reparto di malattie infettive dell'ospedale San Marco di Catania il 42enne bengalese risultato positivo al Coronavirus dopo che ha effettuato il tampone insieme alla moglie e alla figlia nell'ospedale di Ragusa. Le sue condizioni di salute sono peggiorate e pertanto si è reso necessario il ricovero, mentre, la moglie e la figlia, pure loro positive al Coronavirus, ma asintomatiche, sono in isolamento domiciliare, nell'ambito della quarantena obbligatoria, nella loro casa di Marina di Ragusa. La famiglia bengalese era arrivata nel capoluogo ibleo negli ultimi giorni di giugno, al ritorno dal Bangladesh, e aveva fatto scalo prima a Roma e poi a Catania. Successivamente i tre erano arrivati a Marina di Ragusa in pullman dal capoluogo etneo. 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.